4 vecchi in america

VISALIA/SAN FRANCISCO + BAYBRIDGE “bonus”

Posted in Escursioni-Viaggi by quattrovecchiinamerica on 7 agosto 2010

 

VISALIA/SAN FRANCISCO + BAYBRIDGE “bonus”

 

Lasciamo verso le 10.00 Visalia, non prima di aver salutato la maneger dell’albergo, che ci teneva molto al saluto finale!

Il viaggio e’ breve, meno di 4 ore, e ce la prendiamo con calma.

Ci fermiamo in un Mall che aveva una piazzetta con tavolini ed ombrelloni e prendiamo un caffe’ da Starbucks Coffee.

Stefania dopo quasi 20 giorni di assenza forzata da un negozio di abbigliamento, non resiste ed entra

da Marshall!! 

Marshall insieme a Ross e TJ Max sono i negozi preferiti dalle donne di HSV, sempre in cerca di  capi firmati a prezzi da “affare”.

Io ci sono andato tante volte e non ho trovato mai nulla di buono per me, ma mi dicono che e’ un caso e sono io quello strano!

Infatti per trovare qualche occasione, bisogna andarci spesso e setaacciare il negozio come se si cercasse l’oro. E la sola idea di dover entrare piu’ di una volta a settimana in questi negozi mi fa rabbrividire!! 

Ecco alcuni scatti del tratto di strada che ci ha portato fino all’area di sosta.

 

 

   

 

Ed eccoci finalmente alla Rest Area!

Gia’ una volta vi avevo parlato delle aree di sosta che sono presenti sulle autostrade americane, ma mai avevo fatto delle foto che facessero capire come sono organizzate.

Secondo me sono la quinta essenza della semplicita’ e della pulizia!

Niente bar, negozi, e luoghi chiusi, ma solo grandi spazi aperti e tanto verde, pulito!!

Nella zona centrale di solito ci sono delle macchine che distribuiscono da bere e da mangiare (naturalmente e’ mangiare freddo ed americano, vi lascio immaginare quanto poco buono possa essere!).

Poi ci sono dei tavolini con coperture anti sole/pioggia dove noi abbiamo apparecchiato la nostra tavola. 

Come potete immaginare il mangiare nostro era, come in quasi tutti i nostri spostamenti, panini con pomodoro e mozzarella e panini con prosciutto e mozzarella + frutta + acqua/coke!! 

E la famiglia sembra gradire! 

 

Dopo il pranzo i bimbi si scatenano in corse tra i tavoli.

Siamo sicuri e non li controlliamo piu’ di tanto, dato che le macchine sono ben lontane! 

E’ una mia fissazione, ma la pulizia era totale, pur essendo l’area popolata di turisti e di tanti camion in sosta. Sotto un inserviente che pulisce il piazzale, libero da cartacce ed immmondizia! 

Per chi ha un animale, c’e’ una “pet area”, all’ombra! 

Se si hanno bisogno di notizie su alberghi e depliant turistici basta andare in queste “edicole” e gratis si ha quanto cercato.

Naturalmente ci sono i bagni, neanche a dirlo pulitissimi! 

Questo signore, che e’ quello di sopra che puliva il piazzale, ora ha cambiato cappello e falcia il prato. Probabilmente avra’ avuto anche il compito di pulire i bagni!!

Poche persone gestiscono l’area di servizio e tutte lavorano! 

Mantenere la sicurezza sulle strade e’ compito della polzia, ma anche ad i cittadini viene richiesto un aiuto, chiamando la polizia in caso di avvistamento di automobilisti ubriachi.

Non per questo chi chiama viene considerato “spione”, anzi!!!

Addirittura si fa la raccolta rifuiti differenziata, cosa che in Alabama non esiste. 

Riprendiamo la nostra macchina che, anche se sotto l’ombra di alcuni alberi,  era bollente!

Poco prima di arrivare a San Francisco, incontriamo un parco eolico di proporzioni gigantesche!! 

Migliaia (ma veramente migliai!) di pale eoliche sparse sulle cime delle colline! 

Dopo poco arriviamo al bivio che porta a Berkley ed ad Oakland, cittadina dove sta il nostro albergo: un Courtyard della Marriot, proprio di fronte alla Baia di SF. 

Dalla nostra stanza al settimo piano si potevano vedere  di notte le luci di SF ed il meraviglioso ponte che collega Oakland a SF: il Bay Brdige!

Una nota la dveo fare per forza sul Bay bridge, tanto mi ha colpito.

Come sempre in USA piu’ che la realizzazione ingengeristica (che pure e’ notevole ed ardita) mi ha colpito quando il ponte e’ stato progetato e realizzato, in funzione del risultato!!

Detto in parole piu’ semplici: come facevano 80 anni (con i mezzi dell’epoca e le conoscenza dell’epoca) a fare questi ponti!!!!!!!!!!!!!!

Ma se si pensa che i romani hanno costruito il Colosseo e gli egiziani le Piramidi, non ci sarebbe poi tanto da sbalordirsi.

Ma noi, eredi dei romani, con gli anni abbiamo perso la capacita’ di sbalordire il mondo, per lasciare posto alle chiacchiere e proteste, di cui in Italia oramai siamo campioni!!

Ma torniamo al ponte, che e’ meglio.

Il San Francisco-Oakland Bay Bridge (chiamato Bay Bridge) unisce, tramite due spettacolari ponti (diversissimi tra loro), lunghi piu’ di 7 Km, San Francisco ed Oakland ospitando circa 270.000 veicoli al giorno, nei suoi due piani di scorrimento.

Il ponte e’ stato costruito nel 1933 ed aperto al traffico nel 1936, 6 mesi prima dell’altro ponte che ha reso famosa San Francisco, il Golden gate (di cui parleremo in un prossimo post)!

In origine il piano superiore portava il trafico automobilistico e quello sotto quello ferroviario. Successivamente il piano di sotto e’ stato chiuso ai treni ed e’ diventato la via di ritorno delle macchine verso Oakland, mentre quella superiore la via per le macchine dirette a SF.

Il ponte, per me, piu’ affascinante rispetto al Golden Gate, e’ costituito da due ponti (diversi nella loro progettazione) che si connettono entrambi sotto la galleria di Yerba Buena Island.

La parte ovest del ponte (lato SF)

e’ un ponte a sospensione, consiste di 4 torri, due campate centrali e 4 campate laterali sorrette dalle torri.

Ecco la prospettiva del ponte ovest, uscendo dalla Galleria, ed andando verso SF.

Si capisce che si sta andando verso SF, dato che le macchine al piano di sopra vanno obbligatoriamente a SF!! 

 

 

 A destra in fondo si intravede l’isola/prigione di Alcatraz!

Ecco il ponte ovest visto da SF.

La parte est e’ un ponte a sbalzo costituito da due campate a torre, 5 campate a capriata, e 14 capriate rialzate.

Ecco alcuni scatti a partire dal lato di Oakland.

Si parte con un pezzo di ponte costruito su un terrapieno, 

per arrivare alle campate a capriate,

per finire con le due campate a torri.

Dato che la parte est del ponte ha subito danni ed e’ stato dichiarato non antisismico (a seguito del terromoto di Loma Prieta del 1989),

si sta completamente sostituendo questa parte del ponte con uno nuovo, che corre parallelo a quello vecchio!!

Tutto mentre le macchine continuano a scorre sul vecchio ponte est!!

Il casello dove si paga il pedaggio (toll plaza) e’ situato solo dal lato di Oakland (si paga, da 4 a 6 $ a seconda del giorno e dell’orario, solo se si va verso est, cioe’ verso SF. Mentre se si va verso ovest, cioe’ uscendo da SF, e’ gratis!!) ha 18 corsie!!

Il ponte ha 5 corsie per ogni direzione di marcia ed e’ stato inserito nel film Basic Instinct, la cui scena madre non e’ quella del ponte!! 

Da queste foto si vede bene il piano sottostante i due ponti, che porta fuori da SF.

Per chi fosse interessato, a questo link http://baybridge360.org/#/section/westspan ,ci sono foto e filmati spettacolari del ponte.

Dati tecnici principali del ponte:

Total length West: 10,304 feet (3,141 m)

Total length East: 10,176 feet (3,102 m)

Total: 4.46 miles (7.18 km) excluding approaches

Clearance below West: 220 feet (67 m)

East: 191 feet (58 m)

Finiamo con una foto di notte del ponte ovest ripresa da SF, con la classica nebbiolina di SF.

About these ads

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Bruno said, on 9 agosto 2010 at 11:31 am

    Un grande blog!
    Vi seguo da qualche mese ed a ogni post è come fare un tuffo nella vera America.
    Splendide le foto e, soprattutto, le didascalie sono sempre stringate ma utilissime.
    Ormai conosco parecchio degli USA,ed anche grazie a voi : sarebbe ora di farci un salto !!!
    Un caro saluto
    Ciao

    • quattrovecchiinamerica said, on 9 agosto 2010 at 6:36 pm

      Ciao Bruno

      benvenuto tra di noi e con questo caldo un tuffo in USA e’ sempre piacevole!!

      Oramai lo scopo del blog e’ quello di far conoscere gli USA agli italiani (mentre all’inizio era solo quella di far vedere ai nonni i loro nipoti) e sembra che ci stiamo riuscendo!

      Continua a scriverci

      Ezio


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 210 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: