4 vecchi in america

AMAZON.COM: IL PARADISO PER IL COMMERCIO VIA INTERNET!

Posted in Usi e costumi, Varie by quattrovecchiinamerica on 29 agosto 2010

 

AMAZON.COM

IL PARADISO PER IL COMMERCIO VIA INTERNET!

 

Un’altra cosa che non potra’ mai esser uguale in Italia (le ragioni le leggerete tra le righe del post), sono gli acquisti via internet, che qui in USA io faccio quasi esclusivamente via Amazon.com.

 

Amazon e’ un sito mitico, per una serie di motivi, che vado ad elencare:

 

1)  Praticamente si trova qualunque cosa  !! 

 

Questi sono solo alcuni acquisti degli ultimi tempi fatti da noi. 

 

- ViewSonic’s VA2231WM 22-Inch Widescreen LCD Monitor with Speakers, DVI and Energy Star 5.0 (Black)

- Timex T5G941 Heart Rate Monitor Watch

- House M.D. Everybody Lies Juniors/Ladies Charcoal T-shirt Tee

- LG KP500 Cookie Unlocked Phone (Black)–International Version with No Warranty

- 2x Sylvania 72178 Motion Activated Battery Powered Safety Light

- Ac Power Adapter Charger for Toshiba Sd-p1900sn Sd-p2000 Sd-p2500 Sd-p2600 Sd-p2700 Sd-p2800 Sd-p2900 Sd-p71s Sdp93s Sd-p101s

- Honeywell TM005X Wireless Indoor/Outdoor Thermo-Hygrometer

- Pilot WH522-16C-B Black Chrome 16″ Wheel Cover

-  Brand New Apple Travel Wall Charger for 2nd Generation iPod Shuffle – non-OEM

- PHILIPS – All Region Hi-Def 1080p Up-Converting Multi Region DVD Player with USB. Plays PAL/NTSC DVDs(Model DVP5990)With Remote.

- Bargaincell- Brand New Apple IPOD Shuffle 2nd Generation MP3 Player USB Hotsync & Charging Dock Cradle desktop Charger

- Premium White USB Data / Charging Adapter Adaptor for Apple 2nd Generation Shuffle

 

Come vedete si va dalle magliette del Dott. House, ai videoregistratori multiregion, ai cerchioni della macchina, ai telefonini unlocked, ai caricatori per l’ipod. Spesso compro dei biscotti plasmon e del caffe’!

Abbiamo comprato anche DVD, giochi per la Wii, internet radio, speaker per il PC …………………………

Praticamente tutto quello che ti vieni in mente c’e’ e si puo’ comprare!

 

Ma molti potrebbero dire che di siti del genere ce ne sono tanti, ad esempio ebay.

Ma ci sono alcuni vantaggi, che credo siano unici.

 

2) I prezzi sono quasi sempre piu’ bassi di tutti i negozi e super store specializzati!

 

 

Tutti gli acquisti che ho fatto nei negozi normali, li ho pagati di piu’ dei prezzi che offriva amazon.

Per esempio una macchina fotografica digitale della Nikon, comprata BEst Buy di San Diego, l’ ho pagata 30 $ in piu’ rispetto ad i prezzi di amazon!

 

Ma chi non e’ abituato a comprare su internet e su amazon, potrebbe obbiettare che una cosa e’ vedere le cose dal vivo ed una cosa e’ vederle dal sito web.

 

3) Ci sono oggetti nuovi, usati e refurbished

 

Una volta che si trova l’articolo giusto, si possono avere tre opzioni: oggetti nuovi, usati e refurbished.

I prezzi dei prodotti nuovi sono di solito piu’ bassi di quelli venduti nei negozi tradizionali.

I prezzi di quelli usati sono sempre molto bassi (ma bisogna leggere attentamente in quali condizioni sono messi in vendita).

Se non si ha paura degli item refurbished (sono quelli che sono stati rimessi a nuovo dal fabbricante a seguito di un return di un cliente), comprateli, perche’ spesso sono affari.

Io ho comprato due palmari refurbished. Il primo lo ho rimandato indietro, perche’ non funzionava, mentre il secondo (Dell Axim X50) funziona perfettamente e lo ho pagato 1/3 del prezzo di uno nuovo!!!

 

4) Presenza sul sito di amazon di recensioni, caratteristiche tecniche e review dei customers!

 

Di qualsiasi item in acquisto si possono consultare le caratteristiche tecniche (che spesso sono difficili da reperire in negozio, e che quando le si richiedono al commesso  generano nello stesso un attacco di bile!!)

Poi sono molto utili le review dei clienti che hanno comprato prima di te l’articolo in fase acquisto. Si possono capire un sacco di magagne del prdotto e se ci sono nmerose reviews negative, del  prodotto non c’ e’ da fidarsi.

Questo e’ un grande vantaggio rispetto ai negozi tradizionali nei quali e’ impossibile chiedere giudizi di altri clienti!

Ci sono una miriade di recensioni, divise in 5 fascie, da ottimo a pessimo. Alcune delle quali fatte da epserti di recensioni.

Poi se si vuole vedere l’articolo “de visu”, basta andare in un negozio tradizionale, guardarlo toccarlo e poi comprarlo su amazon!!!

 

5) Pagamenti semplici e sicuri con carta di credito

 

La procedure di checkout e di pagamento e’ semplice ed a prova di fesso.

In 5 passi (max 2 minuti) si finisce la procedura di acquisto e si paga in vari modi. Io uso una carta di credito della posta, che mi garantisce la massima sicurezza. Infatti anche se viene clonata, al max mi fregano i soldi che ci ho caricato!!

Se si vuole fare un regalo il pacco viene abbellito come un pacco regalo (a pagamento).

 

6) Pacchi fatti a regola d’arte

 

Amazon e’ una societa’ colossale ed ha linee di imballagio e metodi di imballaggio, che spesso piccole societa’ neanche si sognano!

Fino ad ora tutti i pacchi che mi sono arrivati, non hanno avuto nessun tipo di danneggiamento!

A volte, come si vede dalla foto sotto, si esagera con i pacchi ed i riempimenti, per un item solo!!!

Per chiaririvi cosa e’ amazon leggete questo articolo di un giornale inglese, fatto alla vigilia di Natale 2008.

 

To make sure you get your Xbox 360 this Christmas, Amazon’s U.K. workers pack 140 games consoles every hour. And that might be the easiest part of their day, according to a report in the Times of London , which says laborers are sometimes made to walk up to 14 miles a shift to collect items for packing. The report also notes that U.K. workers risking firing if they take sick days, even with a doctor’s note.

A reporter went undercover in one of Amazon’s U.K. fulfillment centers (warehouses, packaging and delivery centers) and found that laborers there have to work seven days a week, including an overnight shift, which runs from Saturday evening to 5am on Sunday.

The reporter also revealed that Amazon refuses to allow sick leave, even with a doctor’s note. Amazon operates a penalty points scheme, where a worker gets dismissed when he accumulates 6 points. One sick day off will cost the laborer one point.

Breaks are not very comfy for Amazon’s workers either. Apparently they are given only 35 minutes break (15 and 20 minutes respectively) in an eight-hour shift and they have to get permission to go to the toilet.

Amazon U.K. doesn’t deny the report, telling the Times that their workers are “working flat out to ensure that our millions of customers receive the products that they have ordered on time this Christmas.” However, in the U.S., an Amazon spokesperson said to Seattle PI reporter Andrea James: “Don’t believe everything you read!” as “There were many inaccuracies in the U.K. article.” 

Riassunto: i lavoratori inglesi della linea di imballaggio lavorano 7 giorni a settimana, hanno anche turni notturni, spesso si vedono rifiutati i certificati medici per malattie, hanno 35 minuti di break in 8 ore e per andare al bagno devono chiedere il permesso!!

Amazon e’ nata da in un garage di Seattle 13 anni fa ed oggi e’ una compagnia che stima il giro dei suoi clienti che ogni anno comprano qualche cosa, nel numero di 81 milioni!!

  

7) Spedizioni celeri, e spesso senza costi aggiuntivi

Gli articoli in vendita su amazon possono essere venduti in due modi: quelli venduti direttamente da amazon e quelli venduti da ditte private che utilizzano amazon, come mercato virtuale.

Io di solito preferisco comprare le cose vendute direttamente da amazon. Questo perche’ le spedizioni sono piu’ celeri, e se ci si abbona ad amazonprime (3 $ al mese circa, come ho fatto io) gli articoli arrivano in due giorni senza pagare una lira di spedizione. Praticamente al prezzo che si legge su amazon!

Pensate che Venerdi’ ho ordinato un monitor per il mio laptop, ed e’ arrivato il giorno dopo (in un giorno, pagando solo 3 $ in piu! Se avessi voluto aspettare due giorni, non avrei pagato nulla di piu’!).

Mentre le societa’ che usano amazon come vetrina virtuale (marketplace) sono societa’ serie, ma di solito fanno pagare un qualche cosa in piu’ per la spedizione di articoli che non vanno bene. Ma il principale limite di questo tipo di acquisto e’ che se c’e da fare un return, di solito la spedizione del pacco alla societa’ e’ a tuo carico, mentre se si acquista su amazon il return e’ a carico di amazon!!

 

8) Return a carico di Amazon!

 

Quindi come detto prima, se si acquista direttamente da amazon, ed il prodotto non funziona, non vi piace, lo avete acquistato per sbagllio od in un momento in cui avete litigato con il consorte  ………….. basta aprire via internet la pratica di return, e loro ti mandano, istantaneamente, un documento (etichetta) da stampare e da apporre sul pacco di ritorno.

Con questa etichetta si va alla posta o all’UPS e si lascia il pacco a loro, senza pagare nulla. Dopo pochi giorni Amazon, ti rimborsa completamente il prezzo dell’articolo che si e’ mandato indietro!!

Questo senza nessuna richiesta di spiegazione (oltre a quella che si immette nella pratica di return, iniziata e finita via internet in 30 secondi e super user friendly. Niente di complicato e di tecnologico. Pure un somaro potrebbe fare la pratica di return in 30 secondi!).

Degli ultimi acquisti fatti, ho mandato indietro attraverso amazon le cartucce per la stampante che non funzionavano, i cerchioni ed una lamapda che non mi picaceva.

Ed al 100 % ho avuto i soldi riaccreditati sulla mia carta di credito, senza pagare nulla per la spedizione!!

Mentre per una chitarra acustica elettrica che non funzionava bene, comprata da ditte che vendevano su amazon, la spedizione e’ stata a mio carico.

Pero’ i soldi anche in questo caso ho riavuo i soldi indietro al 100%!!

 

9) Pacco consegnato direttamente davanti alla tua porta di casa

 

Questo e’ un altro vantaggio, in USA!!

Infatti Sabato mattina ho trovato il mio monitor davanti alla porta di casa, senza fare neanche la fatica di andare al negozio, fare la fila, caricarlo in macchina e portarlo a casa!

Pero’ questo credo che non potrebbe succedere in Italia.

Infatti se si lascia un monitor nuovo da 22.5 pollici fuori dalla porta (per ore come accade qui in USA), si potrebbe trovare un biglietto del tipo:”grazie, ma la prossima volta ordina anche un computer” (noi italiani siamo anche ironici verso la persona a cui si frega qualche cosa!!). 

 (magari i ladri fossero tutti come Toto’!)

Il rischio di non trovare piu’ l’articolo e’ altissimo in Italia, mentre qui ti lasciano tutto davanti alla porta e nessuno neanche pensi di fregarti qualche cosa!

Io ho mandato un libro a mio fratello in Italia, e naturalmente non e’ arrivato! Non so chi lo abbia preso, ma presumo qualcuno nel tragitto poste italiane – casa di mio fratello!!!!

 

Ci sono poi molte altre utility tipo:

- gli item si possono mettere nel carrello, senza comprarli, per essere osservati nel tempo. Se il prodotto aumento o diminuisce di prezzo ti viene segnalato subito;

- esiste una sorta di memoria storica degli acquisti, che e’ molto utili se vuoi ricordarti cosa hai comprato, quanto hai speso…..;

- ti viene suggerito cosa gli utenti hanno comprato dopo aver guardato quell’articolo;

- ci sono le offerte del giorno;

e tanti altri utili al cliente (e ad Amazon!!).

 

 

A quando Amazon.it??? 

 

 

 

Leggendo alcuni articoli di giornale, amazon.it sembra anora molto lontana!!

Leggete sotto il perche’!! 

Su Il Sole-24 ore di oggi, a pagina 2, Alessandro Merli intervista Diego Piacentini, numero due di Amazon. In poche parole, il dirigente spiega perchè il negozio virtuale statunitense non abbia ancora e non avrà per parecchio tempo una presenza diretta in Italia. Due le ragioni principali: la prima, interna ad Amazon, è la priorità che l’azienda Usa ha assegnato agli investimenti e alla crescita in Asia. La seconda, molto più grave, è il cronico ritardo tecnologico che affligge il mercato italiano, dove la banda larga e l’e-commerce sono ancora agli albori e dove, secondo Piacentini, due fattori frenano la crescita del sistema Italia: la scarsa volontà di fare ricerca e innovazione, ma anche e soprattutto la quasi inesistente propensione di chi investe a rischiare con progetti nuovi.

Mentre altri giornali asseriscono che si potra’ comprare item su Amazon.UK o .Ge o .Fr e che verranno spediti in Italia a prezzi bassi (bassi non per gli USA, dato che io pago 3 $ al mese per spedizioni consegnate in 2 giorni!!). 

Gli internauti italiani possono finalmente acquistare dagli store Amazon, con costi di spedizione a partire a 6 euro.

Amazon apre finalmente le porte agli italiani, non si parla ancora di un vero negozio, bensì della possibilità di godere degli sconti e delle spedizioni a costo agevolato, applicati da Amazon.co.uk, Amazon.de e Amazon.fr.

Anche gli italiani, potranno comprare a prezzi bassi e con consegne veloci da uno qualunque dei siti web europei di Amazon.

E non parliamo solo di libri, DVD, ma anche di prodotti di elettronica, articoli per la casa e la cucina, Fai da Te e ferramenta, accessori e ricambi per auto, articoli sportivi, abbigliamento, scarpe, giocattoli e articoli per l’infanzia, gioielleria, orologi, programmi software e videogame.

Interessanti i costi di spedizione che vanno da 6 euro (tre giorni per la consegna) a 10 euro (uno o due giorni per la consegna).

Siamo lieti di offrire agli italiani una gamma di prodotti che risulteranno di particolare interesse ad esempio Amazon.co.uk può fornire una scelta di oltre 55.000 titoli fra libri e DVD in lingua italiana, ha spiegato Diego Piacentini, Senior Vice President International di Amazon.

Finalmente le grosse aziende sul web spingono il mercato italiano.

Libri, Dvd e molto altro, compresi prodotti di elettronica e articoli per la casa e la cucina: finora Amazon.com era per gli internauti italiani una meta di shopping telematico solo per pochi generi di beni, oltretutto separata da un intero oceano. Da oggi, invece, i cittadini residenti nel Paese possono comprare l’intero catalogo del sito di e-commerce più popolare al mondo dai principali siti Web europei, e cioè Amazon.co.uk, Amazon.de e Amazon.fr.

La merce acquistata on line – accessori e ricambi per auto, articoli sportivi, abbigliamento, scarpe, giocattoli e articoli per l’infanzia, gioielleria, orologi, programmi software e videogame e ovviamente i classici libri – verrà debitamente recapitata all’indirizzo di residenza in Italia del compratore. Spendendo quanto? I costi di spedizione verso l’Italia vanno da sei euro per termini di consegna a partire da tre giorni mentre la scelta di un corriere espresso, con esecuzione in uno o due giorni lavorativi, comporta una tariffa base di 10 euro per spedizione. Nel caso degli acquisti su Amazon.co.uk (dove si trovano oltre 55.000 titoli fra libri e Dvd in lingua italiana) il grande merchant americano ha predisposto per i consumatori che utilizzeranno carte Visa o MasterCard la possibilità di pagare direttamente in euro verificando prima dell’acquisto, grazie a un apposito convertitore, l’esatto ammontare dell’ordine. Per quanto riguarda i dettagli della transazione, la società di Seattle conferma che l’Iva da pagare sarà quella italiana e il prezzo totale dell’acquisto sarà possibile vederlo non al momento della scelta del prodotto ma solo quando lo stesso sarà posizionato nel cestino. Praticità, ampia disponibilità di scelta (ai milioni di prodotti offerti direttamente da Amazon si aggiungono quelli di migliaia fra venditori e distributori che operano tramite la piattaforma) e costi alla portata di tutti sono di fatto il succo di un annuncio che apre nuove opportunità di business al sito principe dello shopping su Web pur senza la tanto attesa localizzazione dello stesso in lingua italiana.

L’annuncio è arrivato stamattina in occasione del Forum e-Commerce organizzato dal Consorzio NetComm e a darlo è stato in videoconferenza dagli Stati Uniti Diego Piacentini, Senior Vice President International di Amazon. “Il nostro obiettivo – ha detto l’ex top manager di Apple – è quello di offrire anche ai clienti italiani la convenienza di acquistare on line tutto quello che desiderano, beneficiando dei bassi prezzi di uno qualsiasi dei siti Web europei di Amazon”. Per vedere Amazon in versione italiana c’è quindi tempo – Piacentini non ha lasciato trapelare nulla al riguardo ammettendo solo che è una questione di “quando” – anche perché le priorità al momento sono altre e fra queste c’è la Cina. Le aspettative di fatturato per quanto riguarda il mercato italiano non sono note ma la sensazione del vice president di Amazon vede l’Italia al quarto posto fra i Paesi dell’Unione europea. L’altra faccia dell’iniziativa della società capitanata da Jeff Bezos è quella di Amazon Marketplace.

Il tempo ci dira’ se questo sara’ possibile o meno.

Ma i pacchi lasciati fuori dalla porta che fine faranno?

Quella di questo celebre e spassossisimo film?

Oppure quella che fanno i conigli nel cappello di un mago??!!

 

About these ads

37 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. gianluca16 said, on 30 agosto 2010 at 5:00 am

    Ciao Ezio, ma se un prodotto si rompe dopo 3-4 mesi come fai con la garanzia??
    cmq in Italia c’è sempre ebay, anche se non lo vedo molto affidabile ed è facile, come si dice a Napoli, “prendere pacchi”, l’e-commerce (su prodotti nuovi) in Italia non conviene molto, le spese di spedizione sono alte e i prezzi almeno per gli acquisti che in passato con mio fratello ho valutato di fare su internet avevano prezzi più alti di quelli delle grandi catene, vedo lontano il giorno in cui ogni italiano avrà fatto almeno un acquisto su internet.
    Comunque ti conviene fare acquisti con la postapay, io so che quando compri in dollari prendono una commissione del 5 %, non ti converrebbe aprire una debits card (una carta prepagata come la postapay) negli stati uniti??

    • quattrovecchiinamerica said, on 30 agosto 2010 at 5:08 pm

      Caro Gianluca

      la garanzia e’ uguale a quella dei prodotti che compri nei negozi tradizionali.

      DEvi solo aprire un “claim” su amazon e seguire quello che ti dicono.

      Per i return invece ci sono delle regole che devi seguire, ma sono facili e sempre a vantaggio del compratore.

      Io per gli acquisti uso la poste pay e non pago nessuna commissione per gli acquisti fatti in $!!

      E” comodissima e funzionale. L’unico difetto e’ che non si puo’ ricaricare dall’estero!!

      Ebay a me non piace ed il fatto delle aste mi sta particolarmente antipatico!!

      Ciao Ezio

      • gianluca16 said, on 31 agosto 2010 at 3:29 am

        vorrei vederlo un pacco fuori alla porta incustodito in Italia, forse tra una ventina di anni chi sa!!
        cmq scherzi a parte credo dipenda pure dalla zona in cui abiti tu, non credo che se abitavi alla periferia di Detroit, o nel Bronx il pacco lo trovavi…

      • quattrovecchiinamerica said, on 31 agosto 2010 at 8:14 am

        Ciao Gianluca Io spesso esalto le doti di civilta’ del popolo americano, ma sono fortunato perche’ vivo in una citta’ non grande dove le persone sono estremamente educate. COme dici tu se il pacco lo avessero lasciato in una grande citta’ americana non so se sarebbe rimasto davanti alla porta! Anche ad HSV ci sono delle zone degradate, con forte presenza di afroamericani e messicani. Li dicono che c’e’ molta criminalita’. Molte persone non vogliono neanche entrare in quei quartieri. Io sono andato nella zona dei messicani e non mi ha spaventato piu’ di tanto, mentre il quartiere afroamericano mi ha fatto piu’ paura. Con tutti i ragazzi ammucchiati nel cul de sac della subdivision attorno ai bidoni della spazzatura fumanti , che ballavano il rap nero!!! Li ho avuto paura di fermarmi! A favore dell’Italia posso dirti che ho vissuto 7 anni a Spoleto e sono orignario delle Marche (da parte di mio padre) ed anche li di solito se lasci qualche cosa fuori dalla porta la trovi!!! Ciao Ezio

  2. enrico said, on 30 agosto 2010 at 5:42 am

    Io in Italia, abito a Verona, di acquisti su internet ne faccio un sacco, non ho mai avuto problemi ed ho sempre risparmiato. Ad esempio compro spesso le lenti a contatto, risparmiando rispetto ad un ottico, per le medesime lenti ca 10€ e per di più non ho spese di spedizione annesse, almeno su quel sito. poi su molti siti di e-commerce se superi una certa soglia di acquisti le spese sono sempre gratuite. Poi in Italia è vero che se il corriere ti lasciasse la merce davanti la porta di casa probabilmente in molte zone del ns paese te ruberebbero, ma almeno sino ad ora i vari corrieri prima di consegnarmi i vari acquisti mi suonano il campanello e mi fanno firmare per l’avvenuta consegna, tipo raccomandata. Cmq di negozi che vendono cose online in italia ce ne sono un sacco, anche tutti i grandi centri di elettronica, tipo Mediaworld od Unieuro, danno la possibilità di acquistare online i medesimi prodotti che vendono all’interno dei centri commerciali, spesso risparmiando anche un 20%…
    Enrico.

    • quattrovecchiinamerica said, on 30 agosto 2010 at 5:11 pm

      CIao Enrico

      so che in ITalia esistono molti siti on line, ma i costi di spedizione a mio avviso sono alti e la cosa che piu’ mi da fastidio e’ che se non ci sei a casa o non hai nessuno che puo’ prenderti il pacco, te lo devono portare il giorno dopo o addirittura devi andarlo a prendere in posta!!

      La comodita’ di averlo davanti casa e’ impagabile!!

      Ma sono d’accordo con te che anche in Italia si puo’ comprare on line, magari non con cosi’ tanta scelta (come su amazon) e con prezzi non cosi’ competitivi!!

      Ciao Ezio

  3. Marco said, on 30 agosto 2010 at 12:22 pm

    Di solito in Italia quando compri qualcosa online ti bussano al citofono e ti fanno scendere giù a firmare e ti prendi il pacco e te ne sali di nuovo sopra. Se non ci sei se ne ritornano indietro. Questo perchè se il corriere lo da alla persona sbagliata, dopo ci perde il corriere, che dopo deve pagare pure il risarcimento !!! Certo in Italia si prendono 10 Euro circa in aggiunta al prezzo dle prodotto della spedizione e te lo mandano in 7 giorni lavorativi, quindi più di una settimana !
    mentre se devi avere il regalo che hai preso con i punti del latte ad esempi, lo dnano a chiunque firmi, e niente ti dicono quando tu chiami e loro ti dicono “Guardi il pacco è stato spedito ed è stato anche preso” e tu non l’hai avuto e ci rimani male, però per fortuna te lo rimandano finchè tu non lo hai, però se hanno finito i regali per i punti non te lo mandano più.
    Poi in Italia esiste solo eBay che non ha un negozio fisso, che sia unico, il resto sono tutti Euronics, Mediaworld, negozi che trovi anche nei centri commerciali.
    Ciao, Marco.

    • quattrovecchiinamerica said, on 30 agosto 2010 at 5:13 pm

      CAro MArco
      concordo sul fatto che i prezzi di spedizione in Italia siano alti e che non ci sia troppa scelta per gli acquisti on line.
      Ma piano piano arriveremo anche noi a comprare molto on line, ed i negozi tradizionali saranno costretti ad abassare i prezzi!!

      Ciao Ezio

  4. Giulio Maggi said, on 30 agosto 2010 at 12:40 pm

    Ciao Ezio….ho letto in questo file, che consideri Amazzon come il Paradiso per chi vende e chi deve comperare….questo mi fa molto piacere perchè, tramite Zimbalam, ho messo in vendita alcune mie composizioni musicali su questo sito (Amazzon) e chi lo sa?…..forse riuscirò a vendere qualche cosa….Solo che il resoconto te lo danno ogni sei mesi per cui, ancora non so come sono andate le vendite….se Amazzon è specialista per queste cose, c’è qualche speranza….
    Sono reduce di un lungo viaggio (scherzo) soltanto da Marsala a Torino. Per me, che prendo l’areo una volta all’anno, è sempre una grande emozione quando un colosso come quello, si stacca dal suolo e si alza sopra le nuvole….Quando andrò in pensione…tra non molto, voglio fare un viaggio negli U.S.A.
    Ciao ti saluto…a presto Giulio

    • quattrovecchiinamerica said, on 30 agosto 2010 at 5:15 pm

      Allora ti sei scoperto!!

      Sei un compositore di musica?

      Io suono il pianoforte ed ho composto varie canzoni, che non ho mai trascritto in spartiti, per mia ignoranza musicale!!

      Ho dei software che mi permettono di farlo, ma non sono precisi e non li so usare molto bene!!

      ANche a me piacciono molto gli aerei, ed anche se ne prendo troppi, il decollo e l’atterraggio mi affascinano sempre!

      PEr il viaggio in USA, se vuoi potro’ darti qualche consiglio.

      Ciao Ezio

      • Giuliano said, on 31 agosto 2010 at 6:59 am

        Suoni il pianoforte? Beato te. Io smisi ai tempi del liceo per dedicarmi meglio agli studi ed ora mi sto mordendo le mani! Per fortuna lo suona la mia compagna.

        Acquisti on-line in Italia.
        Io acquisto nei negozi on-line che hanno anche una sede in citta` presso cui ritirare la merce. Se non c’e’ il portiere si fa cosi`.
        Stranezzze dei prezzi: nel negozio FNAC di Milano un cellulare costava 176 Euro. Acquistato on-line e ritirato presso lo stesso negozio ho pagato 130 Euro.

        “l’atterraggio mi affascinano sempre!” Seeeee, atterraggio a Newark con forte vento laterale e con le ali dell’aereo che ondeggiavano fin quasi a toccare terra. Da far venire la diarrea ad uno stitico.

      • quattrovecchiinamerica said, on 31 agosto 2010 at 8:19 am

        Ciao Giuliano suono il pianoforte, ma da quando sono nate le piccole pesti, appena lo accendo ci si avventano sopra, come piccoli indiani sui cowboy!! Ed ogni mia velleita’ artistica viene spenta sul nascere!! Per gli acquisti online in Italia siamo ancora lontani, e poi la cosa che mi scoccia di piu’ che devi sempre essere presente in cas, o avere qualcuno che ti ritiri il pacco. Altrimenti rischi di aspettare tanti giorni o di andarlo a ritirare in posta: peggiore incubo non ci puo’ essere (andare in posta di Sabato mattina!!!!). Debbo dire che l’atterrraggio mi affascina ed al tempo stesso mi fa paura. Ma se trovi il pilota in gamba neanche lo senti! Ciao Ezio

  5. Emanuele said, on 31 agosto 2010 at 12:46 am

    Ciao Ezio, ho letto con piacere questo tuo ultimo articolo, avevo già sentito parlare di Amazon ma non avevo mai approfondito la questione fino ad oggi. Io sono diversi anni che compro molte cose on line e devo dire che non ho mai preso una fregatura, certo bisogna tenere gli occhi aperti, ma con un pó di esperienza e buonsenso non è difficile fare buoni affari e nom solo su Ebay. Certo noi qui non avremo mai il pacco lasciato davanti alla porto di casa ma questa è l’Italia. Ho letto che hai preso anche dei giochi per la Wii, allora alla fine l’hai presa, secondo me hai fatto benissimo, io ho imparato diverse cosette sulla console Nintendo perciò se ti servono info non esitare a contattarmi anche si fb. Ciao alla prossima ed un abbraccio a tutta la famiglia.

    • quattrovecchiinamerica said, on 31 agosto 2010 at 8:05 am

      Ciao Emanuele amazon per me e’ un negozio virtuale sempre aperto a tutte le ore del giorno, in cui se si fa attenzione si possono fare degli ottimi affari! Il fatto poi che le cose ti vengono consegnate a casa senza andarle a prenderle e’ impagabile! Certo qui sono facilitati dal fatto che la nostra zona non e’ ad alto richio sociale, quindi le cose arrivano di fronte alla porta e li rimangono! Ma non credo che sia cosi’ nelle grandi citta’ americane! Per la Wii ti posso dire che e’ innovativa, simpatica da giocarci, e per i bimbi estremamente intuitiva. I giochio sono fatti bene, se pero’ compri quelli da 40 $, se scendi di prezzo e vai sui 15 $ sono fatti meno accuratamente, non nel senso solo della grafica, ma della precisione del gioco! A Paolo piace molto Wii Resort, che sono circa 12 sport che si possono giocare, ed hanno un accuratezza e sensibilita’ notevole! Una delusione e’ stata Tetris! Lo ho pagato 20 $ e tant vale, infatti non ha il Tetris 3 D e dopo un po diventa scocciante! Seguo sempre la crescita del tuo campione su FB!! Ciao Ezio

  6. Giulio Maggi said, on 31 agosto 2010 at 7:30 am

    Ciao Ezio ….sono molto contento di aver trovato un collega “musicale” oltre oceano. Anche se a noi piace molto l’America, siamo sempre italiani e come tali, ci portiamo la musica nel sangue….Hai voglia di fare uno scambio culturale-musicale?…Tu mi invii le tue canzoni….quallo che sei riuscito a registrare e io ti invio alcune delle mie sperando ti piacciano….ti dico subito che hanno uno stile un po’ insolito, ma è quella l’ispirazione che ho avuto e pertanto mi adeguo

    Sto pensando al signor Giuliano che durante l’atterraggio, le ali quasi toccavano il terreno…è meglio che non ci penso più altrimento dovrò sempre prendere il treno
    Un saluto….Giulio

    • quattrovecchiinamerica said, on 31 agosto 2010 at 8:24 am

      Ciao Giulio a parte gli spaventi presi sugli aerei, che per fortuna sono pochi e si dimenticano in fretta ( ne ricordo uno preso su un aereo da Singapore a Londra. Ci fu una tempesta tropicale e l’aereo, un 747 gigantesco, per piu’ di un’ora ha ballato la samba! Ma la samba vera!! Pensa che dovevi tenerti ai braccioli perche’ altrimenti correvi il rischio di uscire dal sedile!!!), pensiamo alla musica! L’idea dello scambio mi piace, ma devo ritrovare oppure incidere le musiche che ancora mi ricordo sul computer. Io fino ad ora non ho fatto mai un backup delle canzoni, e pensavo di ricordarle per sempre. Ma cosi’ non e’ stato e molte le ho nella mia mente ma non riesco piu’ a farle uscire!! Se pero’ vuoi mandami le tue. Quando avro’ inciso di nuovo le mie te le mandero’. Ma non ti assicuro nulla, dato che il tempo e’ poco e difficilmente i bimbi mi danno tregua!! Ciao Ezio

  7. Marco said, on 31 agosto 2010 at 7:39 am

    Sì… E’ vero…
    Però comunque rimane il fatto che i prezzi in America sono più bassi perchè lì manca l’IVA che qui in Italia c’è, e aggiunge molti soldi sopra al costo iniziale di un oggetto, e quindi diventa caro.
    Ciao, Marco.

    • quattrovecchiinamerica said, on 31 agosto 2010 at 8:27 am

      Ciao MArco non e’ che qui manca l’IVA. Qui quando compri qualsiasi cosa, il prezzo e’ sempre SENZA TASSE! Alla cassa poi ti vengono aggiunte le tasse, che variano da Stato a Stato. Quindi per un oggetto da 100 $, in Alabama si possono pagare 108 $, in California 114$ ………………….. Di solito gli stati piu’ poveri hanno tasse piu’ basse, ma non e’ una regola!! Per questo bisogna informarsi sempre del valore delle tasse!! Stessa cosa e’ per i prezzi degli alberghi! Paese che vai Tassa che trovi!!! Ciao Ezio

  8. Giulio Maggi said, on 3 settembre 2010 at 3:15 am

    Ciao Ezio….ti ho inviato sulla tua casella di posta, in mp3, alcune musiche mie…..mi dici se ti sono arrivate?….Se non ti sono arrivate, cercherò di inviartele direttamente da questo spazio ma non so come inserire gli allegati…cercherò di farmi spiegare da mio fratello che è un esperto
    Ciao…
    Giulio

  9. Giulio Maggi said, on 4 settembre 2010 at 4:29 am

    Ciao Ezio….prova a guardare nelle due caselle di posta che mi hai dato….in una o nell’altra dovrebbe essere arrivata la musica….Per sicurezza ho inviato il materiale a tutte e due
    Ciao…a presto
    Giulio

    • quattrovecchiinamerica said, on 4 settembre 2010 at 9:01 pm

      CAro Giulio

      le musiche sono arrivate sane e salve!!
      In questi giorni le sentiro’ e ti faro’ sapere!!

      Ciao Ezio

  10. Giulio Maggi said, on 5 settembre 2010 at 8:20 am

    Mi compiaccio e sono contento che hanno varcato l’Oceano.
    Ciao…a presto
    Giulio

  11. valentina said, on 10 ottobre 2010 at 3:10 am

    Ciao a tutti ! io sono capitata sul sito amazon.com e cè veramente di tutto e di più!!! ho fatto il mio account e ho cominciato a riempire il carrello ..bè sono arrivata a piu di 1000 dollari senza rendermene conto!! è il mio primo acquisto online, ci si può fidare anche sull’abbigliamento? meglio comprare nuovo o usato, con i vestiti è difficile sapere se effettivamente ti stanno bene le cose, come funziona se non mi piacesse addosso a me e volessi ridarlo? i soldi me li ridanno tutti???

    • quattrovecchiinamerica said, on 11 ottobre 2010 at 9:26 pm

      CIao Valentina

      mi fapiacere che amazon abbia suscitato interesse in te.
      Ma di abbigliamento non ho mai coprato nulla!

      Ma poi come te lo fai spedire in Italia, se generlamente non lo spediscono da noi!!

      Fammi sapere

      Ezio

      • valentina said, on 11 ottobre 2010 at 11:50 pm

        ciao Ezio!
        come non lo spediscono da voi ? tu dove abiti ?? io a Bolzano (Alto Adige) ma come fa amazon a non spedire abbigliamento ma solo libri in italia? ho chiesto a dei colleghi in questi giorni e loro comprano solo libri… e arriva con spedizione usp …ma dai non è possibile che delusione il mio paradiso ;)

        ho visto che cè anche germanico o francese o dell’uk il sito ma pultroppo non hanno le stesse bellissime cose e n cè convenienza comprare in sterline o in euro ..

        rakontami un pò meglio ti prego …

      • quattrovecchiinamerica said, on 12 ottobre 2010 at 4:05 pm

        CIao Valentina

        mi dispiace averti dato una brutta notizia, ma amazon non vende nulla in Italia tranne i libri e forse CD!!

        E” presente in UK, GE e FRA, ma non da noi.

        NOn so perche’ , ma forse per problemi di marketing!

        Il mercato italiano non e’ cosi’ invitante rispetto agli altri!

        L’unica maniera per comprare qualche cosa su amazon e’ avere un amcio in USA e poi farsi spedire la merce in Italia. MA poi con i prezzi di spedizione USA-Italia, i prezzi salirebbero molto!!

        Insomma noi italiani siamo sempre defraudati di un servizio a prezzi concorrenziali e con consegne sempre sicure e puntuali!!

        Fammi saper se ti serve qualche altro chiarimento.

        Ciao Ezio

      • valentina said, on 13 ottobre 2010 at 6:13 am

        ciao! non dispiacerti affatto :) io sono andata avanti facendo finta di voler pagare su amazon e in effetti mi ha bloccato.. ma mi fa togliere 14 articoli su 40 ke ho nel carrello … io ho pensato di fare una spedizione ke mi servirà per test.. magari di max 50 eu per vedere con le spese e tutte … io sn moooooooooolto testarda tu hai sicuramente ragione ma sai cm siamo noi donne… li è il paradiso e io lo vorrei tr raggiungere.. anzi più una droga stà diventando ci passo ore e ore a selezionare prodotti di ogni genere ;) hihi ciao un saluto !!!

      • quattrovecchiinamerica said, on 13 ottobre 2010 at 7:38 am

        Ciao Valentina non ho capito bene come te li farai spedire in ITalia?? Fammi capire , perche’ quando tornero’ a vivere in Italia, anche io vorrei comprare su amazon.com!! Te li farai spedire da un amico in USA od in altro posto o te li spediscono diretamente in Italia con un sovraprezzo? Ciao Ezio

  12. walter said, on 2 dicembre 2010 at 4:43 am

    non funzionera’ perche’ e’ italiano non per colpa delle poste:

    cd ordinato su amazon.uk spedizione normale via posta ordine processato
    in meno di 3 ore arrivato integro in una settimana

    libro ordinato su amazon.it disponibilita’ immediata spedizione
    prevista nell arco di 3 giorni successivi al giorno d’ordine
    al 2 giorno (in realta’ 3o dopo l’ordine) non e’ ancora stato spedito
    chiamo il numero verse e mi dicono che spediscono dopo perche’ cosi’ e’ indicato nella descrizione dell’ oggetto: secondo voi cosa significa
    DISPONIBILITa’ IMMEDIATA ????????????

    se queste sono le premesse……………..

    • quattrovecchiinamerica said, on 3 dicembre 2010 at 12:19 pm

      CAro Water

      anche io credo che se le premesse sono queste, allora stiamo messi male!!

      Io sono convinto che Amazon da noi non possa prendere piede, per una serie di ragioni: cattivo funzionamento delle poste, difficolta’ nel lasciare un pacco di fronte alla porta senza che qualcuno se lo freghi, e poca attitudine degli italiani a comprare su internet!

      Ciao Ezio

      • gianluca16 said, on 7 dicembre 2010 at 9:46 am

        il sito italiano ha aperto battenti da 2 settimane, secondo me bisogna dargli un po’ di tempo, i prezzi sono vantaggiosi, soprattutto per i libri, certo che però non si può paragonare ad amazon.com, xkè quello italiano x il momento tratta poche categorie….i prodotti di elettronica sono svantaggiosi…..
        Non credo che amazon.it utilizzerà le poste, credo che si affiderà a qualche società privata. Il pacco fuori la porta (in Italia) resterà solo un sogno adesso, tra 10 e tra 50 anni…..

      • quattrovecchiinamerica said, on 7 dicembre 2010 at 10:28 am

        Caro Gianluca ho letto anche io che Amzon.it ha aperto, ma come dici tu e’ ancora lontano parente di amazon.com, per ovvi motivi: 1) e’ giovane 2) bisogna vedere se attecchisce sul mercato italiano 3) bisogna che gli italiani si abituino a comprare su internet! Ma questo presuppone varie cose” 1) che le poste od i corrieri privati funzionino bene 2)che nessuno si freghi i pacchi (dentro o fuori le cassette postali 3) che non si abbia paura di comprare su internet! Tutte cose che ancora sono difficli da realizzarsi in Italia! Certo e’ che quando tronero’ in Italia mi manchera’ molto Amazon.com!! Tanto e’ che sto pensando di organizzare qualche cosa per ordinare in USA e farmelo spedire in Italia (secondo i canoni di legge!). Ciao Ezio

  13. Marco said, on 27 febbraio 2012 at 8:45 am

    Proprio qualche settimana fa ho acquistato un componente per il pc su Amazon, e devo dire che la spedizione ha fatto ritardo soltanto per l’ondata di maltempo che ha portato la neve anche a Roma e a Napoli; il prezzo era molto basso, rispetto ad altri siti dove c’erano dai 10 ai 20 Euro in più.
    Ciao, Marco.

    • quattrovecchiinamerica said, on 27 febbraio 2012 at 8:59 am

      Caro MArco

      Amazon e’ un mito, ma qui in Italia vende il5 % delle cose che vende in USA!!

      Praticamente li puoi trovare tutto qui poco o nulla!

      Ciao Ezio

  14. Marco said, on 28 febbraio 2012 at 12:05 pm

    Considera che gli USA sono più grandi, considera che Amazon in Italia è nuovo, poco conosciuto, e poi in Italia non ci sono proprio così tante persone che comprano on-line come negli USA.
    Ciao, Marco.

    • quattrovecchiinamerica said, on 2 marzo 2012 at 7:34 am

      CAro MArco hai ragione, ma qui ilproblema, a mio avviso, e’ la consegna dei pacchi, che spesso vengono rubati!
      Quindi comprare via internet e’ un doppio rischio: se il venditore non ti da la sola, la potresti prendere alla consegna!
      Ciao Ezio


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 210 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: