4 vecchi in america

USA BATTE ITALIA 38 MESI A 5 GIORNI!!

Posted in Usi e costumi by quattrovecchiinamerica on 9 gennaio 2012

USA BATTE ITALIA 38 MESI A 5 GIORNI!!

Chi ci segue sin dall’inizio sa che ad Ottobre 2008 avevo fatto un esperimento sull’educazione civica americana.

In pratica avevo messo sulla mia Mercury Sable GS, una serie di magneti (prima due, ma poi nel corso del tempo sono diventati almeno 8. Costo di circa 10 $ l’uno, circa 80 $ in tutto) rappresentanti la squadra universitaria di  Tuscaloosa (Crimson Tide), per vedere in quanto tempo me li avrebbero fregati!

Ecco i valorosi magneti sulla mia vecchia macchina:

di fronte,

fiancata destra,

dentro,

dietro,

fiancata sinistra (di fronte allo stadio dei Tennesse Titans con un amico americano).

Ecco sotto cosa scrivevo piu’ di 3 anni orsono:

ESPERIMENTO SULL’EDUCAZIONE CIVICA DEGLI AMERICANI

Dopo aver aggiustato la Mercury Sable GS, ho inziato ad avere dei problemi nel riconoscerla negli sterminati Mall Alabamiani.

Infatti ci sono un casino di macchine bianche, basse come la mia ed ancora non ho fatto l’occhio nel risconoscere le differenze tra le varie marche (anche perche’ le marche qui sono diverse e quando sono uguali a quelle italiane i modelli sono diversi. Inoltre se il modello ha lo stesso nome – es. Ford Focus – la macchina non e’ la stessa!!).

Allora ho deciso di comprare due adesivi da mettere davanti alla macchina e di dietro non ho trovato di  meglio che comprare una grossa “A” stilizzata, ma magnetica!

Naturalmente nella mia testa italica prima di comprarla mi sono detto “vale la pena di spendere 10 $ per un magnete che mi fregheranno dop 10 minuti”?

Ci ho pensato bene ed ho detto facciamo un esperimento: compriamolo e vediamo quanto dura, vediamo quanto gli americani sono educati civicamente.

Lo ho comprato il 30-08-2008 e lo ho messo in bella mostra sulla mia Mercury.

In Italia io credo che sarebbe durato 1 ora se lo avessi messo di mattina,  solo la notte se lo avessi messo la sera!!

Qui ad oggi (2-10-2008) nessuno lo ha rubato e neanche spostato e/o rovinato!!

Perche’ qualcuno non prova a fare lo stesso esperimento in Italia?

Fatemi sapere se dura e quanto dura un magnete (dal valore di non piu’ di 8 Euro!) nel nostro bel paese.

Allora dato che nessuno ha tentato questo esperimento, Lunedi’ scorso ho tentato io l’esperimento in Italia!

Sapevo che avrei perso in fretta i miei magneti, ma erano molto rovinati ed ho provato!

Li ho messi esattamente come li avevo messi in America: uno grande sul cofano, uno grande di dietro e gli altri in ordine sparso sulle fiancate, sulla mia piccolissima Ford Fiesta.

Il Martedi’ successivo ero convinto di non trovarli piu’, ma mi sbagliavo.

Erano ancora in bella mostra sulla macchinina!

Mercoledi’, pensavo: “me li ruberanno sicuro”. Invece no!

Allora stavo iniziando a pensare che forse ero stato troppo frettoloso a giudicare l’educazione civica degli italiani e che in fondo gli americani non erano poi cosi’ lontano da noi!

Lo ho pensato Giovedi’ ed anche Venerdi’.

Ma Sabato mattina le mie speranze sono svanite!

Il meraviglioso megnete con l’elefantino sul cofano della macchina era miseramente  stato rubato!

Ed anche un paio sulle fiancate!

Sono durati appena 5 giorni, 120 ore, 7.200 minuti, 432.000 secondi!

In USA invece sono durati 3 anni e due mesi, 38 mesi, 1140 giorni, 27.360 ore, 1.641.600 minuti, 98.496.000 sec0ndi!!

Se il mondo si potesse spiegare con i numeri (ed in Italia anche di fronte ai numeri spesso e sovente troviamo esperti che li spiegano sempre per il loro tornaconto!), si potrebbe concludere che l’educazione civica italiana e’ sotto l’1% di quella americana!

I sociologi potrebbero interpretare questo fenomeno meglio di me, ma i dati di fatto restano questi.

Non voglio per forza dire che la Societa’ americana e’ migliore di quella  italiana, ma lo penso fortemente, purtroppo, dopo 38 mesi di permanenza in USA!

Certo che con questi campioni di educazione civica (politico che dorme sui banchi di lavoro), non ci si puo’ aspettare di meglio!!!

About these ads

12 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Giulio Maggi said, on 10 gennaio 2012 at 3:34 am

    Ciao Ezio….mi viene da dire solo una cosa……….Che schifo!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Comunque io non ho bisogno di fare l’eperimento: una volta tenevo la radio in macchina, ora non l’ho più….ci ha pensato qualcuno a togliermela scassandomi anche la portiera. Tempo fa mi sono trovata la macchina rigata e con lo specchi retrovisore rotto, tanto che ho capito che è molto meglio avere una macchina che funzioni si, ma che non sia di bell’aspetto come l’hanno invece alcune persone del mio quartiere, che ogni tanto se le ritrovano con i vetri rotti, il satellitare portato via e tante cosine così…
    Quando fai vedere quello che dorme, profumatissimamente pagato con le nostre tasse…..davvero rimango senza parole

    • quattrovecchiinamerica said, on 12 gennaio 2012 at 2:43 pm

      CAro Giulio

      il politico che dorme e’ solo una della tante macchiette che troverai sul web (ma sono foto vere!).

      La cosache mi faschifo e’ che Italia anche davanti a foto, evidenza non si dimette mai nessuno!!

      Solo il Sig. Malinconico si e’ dimesso, dopo pero’ che lo hanno scoperto a farsi pagare delle vacanze a 5 stelle, a sua insaputa!!

      A me non le paga mai nessuno!!

      Ciao Ezio

  2. Marco said, on 10 gennaio 2012 at 2:18 pm

    Farò lo stesso esperimento a Napoli… Chissà… vi farò sapere.
    Ciao, Marco.

    • quattrovecchiinamerica said, on 12 gennaio 2012 at 2:45 pm

      Prova a fare lo stesso esperimento e fammi sapere.

      Ma credo che non avrai migliore fortuna della mia!

      Ciao Ezio

  3. Fabrizio said, on 13 gennaio 2012 at 4:06 am

    Non avevo dubbi per carità. Però i confronti vanno fatti alla pari. L’esperimento dovevi farlo a New York. Non puoi confrontare Huntsville con Roma o Milano.

    Ad esempio ad Ascoli Piceno da mio cugino i furti d’auto e scooter sono praticamente inesistenti, noi parcheggiavamo tranquillamente i motorini con il solo blocco a sterzo.

    Ed ancora c’è il discorso “subdivisions”, un conto è parcheggiarla dentro un quartiere del genere, un conto in mezzo la strada…..

    • quattrovecchiinamerica said, on 13 gennaio 2012 at 9:29 am

      Caro FAbrizio

      e’ da tanto che non ti facevi sentire!

      Ad onor del vero posso dirti che la mia macchina nei suoi 3 anni e passa di vita americana e’ stata ad Atlanta, Miami, Chattanooga, Nashville ed in tante altre piccole cittadine americane.

      La ho parcheggiata quasi sempre fuori (tranne quando era a casa) ed anche in posti non proprio raccomandati.

      DI certo ha vissuto piu’ ad HSV che in altre citta’, ma non e’ stata mai parcheggiata in un garage sicuro e basta.

      HSV la potrei paragonare a citta’ tipo Bologna, Ancona e simili.

      Ma resta il fatto che nessuno mi ha mai fatto un graffio alla macchina e nessuno ha mai toccato i magneti.

      In piu’ ti posso dire che con la ISUZU nera ho fatto lo stesso esperimento. Anche li avevo svariati magneti della squadra antagonista dei Roll TIde. E quella ha girato notevolmente di piu’ in USA della bianca. Ma anche li nessuna ruberia!

      A me dispiace dirlo, ma questo e’ solo uno dei tanti campi in cui noi dovremo imparare dalla Societa’ americana.

      Io sono convinto che loro non siano migliori di noi, ma di sicuro rispettano le leggi per due motivi:

      1) fin da piccoli vengono educati ad essere cittadini modello, a rispettare le leggi e ad amare le loro Forze dell’Ordine.
      2) se questo lavaggio del cervello non ti basta, allora interviene la polizia e la giustizia, che se sgarri te la fa pagare per davvero e non per scherzo come da noi.

      Hai visto quel povero vigile che hanno ammazzato ieri sera, investito da un SUV?

      Io vorrei vedere quanti anni di galera gli daranno a quei cani, autori del gesto.

      L’ergastolo sarebbe poco, ma se verranno presi il rischio e’ che dopo qualche anno siano di nuovo liberi (tra patteggiamenti, avvocati bravi, buchi di legge, lentaggini burocratiche ………).

      insomma siamo messi maluccio, ma la cosa peggiore e’ che in pochi si accorgono di questa situazione (infatti chi vive da sempre in Italia, ha la sensazione che sia normale, che quello che succede in Italia sia esattamente quello che accade nel resto del mondo. Ma non e’ cosi’!).

      Ciao Ezio

  4. adri said, on 13 gennaio 2012 at 9:37 am

    ciao ezio è da parecchio che non commento ma ti leggo sempre, non ci sono nemmeno parole per commentare(purtroppo)

    marco l’esperimento è stato già fatto da me a napoli proprio sotto casa, una sera pioveva e mi scocciavo di andare a posare lo scooter in garage, dissi io vabbè sono solo poche ore domani mattina devo uscire alle 6………..morale della favola? ho trovato solo le 2 catene spezzate per terra ;)

    • quattrovecchiinamerica said, on 13 gennaio 2012 at 11:31 am

      CAro Adriano

      ben risentito.

      Se vogliamo parlare di furti di motorini, sono preparatissimo!

      Poco prima di partire per gli USA una mattina sono uscito per prendere il mio motorino.

      Non solo mi avevano rubato il mio, ma nella stessa notte anche quello di mia moglie!!

      In una notte tutti e due i motorini!

      Ma non e’ tutto. Sai quanto ho preso di rimborso dalle assicurazioni?

      ZERO!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Prima volevano le doppie chiavi delmotorino che non avevo, poi volevano una denuncia da fare a MAcerata (mentre io la avevo fatta a ROma). Poi sono partito per gli USA e dopo averli chiamati molte volte, alla fine mi hanno detto che il tutto era caduto in prescrizione!!

      Tutto perche’ non avevo le doppie chiavi del motorino e perche’ non avevo fatto la denuncia a qualche ente a Macerata!

      QUesta e’ la nostra povera ITalia: quando possono ti fregano e lo fanno ad arte!

      Ciao Ezio

  5. gian16 said, on 15 gennaio 2012 at 4:45 pm

    Ezio, a proposito di Alabama, non so se hai saputo che hanno vinto la national league NCAA

    • quattrovecchiinamerica said, on 16 gennaio 2012 at 2:23 am

      Caro GIanluca

      non solo lo so, ma ho fatto la nottata a vedere i mitici BAMA vincere 21 a zero contro LSU!!

      ROLL TIDE!!!!

      CIAo Ezio

      • gian16 said, on 16 gennaio 2012 at 10:10 pm

        non guardo tanto sport qui in tv xke’ nn ho tempo, anyway la partita di basketball in Oklahoma fu bella assai, alla fine gli americani non se ne fottono molto della partita, piu’ che altro vanno per intrattenersi, kiss cam, standard cam, e pubblicita’ a non finire, addiritura chiamavano i time out per mettere i commercials piu’ ke altro, durante l’intervallo free throws x vincere 250 dollari, ci mancava solo qualkuno che chiedesse a una ragazza di sposarlo e avrei visto tutto il possibile di quello che puo’ accadere negli USA durante un basketball game….haha

      • quattrovecchiinamerica said, on 17 gennaio 2012 at 3:56 am

        CAro GIanluca

        come hai visto andare alla partita è tutto meno che andarsi a menare, come sovente succede da noi!!

        E’ un vero spettacolo, magari ridicolo per certi versi, ma uno show!

        Come dovrebbe essere da noi, ma non lo e’!

        Ciao Ezio


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 208 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: