4 vecchi in america

TATE FARM – DOVE TROVARE LA TUA ZUCCA PER HALLOWEEN

Posted in Attivita' bambini, Fiere-Feste-Musei by quattrovecchiinamerica on 16 ottobre 2008

 TATE FARM: DOVE TROVARE LA TUA ZUCCA PER HALLOWEEN

 

Sabato scorso invece di andare a giocare a tennis (tanto per Paolo non e’ piu’ un divertimento, infatti dopo l’emozione delle prime lezioni, ora capisce che non e’ piu’ un gioco e si scoccia abbastanza!) decidiamo di andare alla Tate Farm, a Meridianville.

L’asilo di Paolo ha organizzato una gita in questa fattoria, nella quale si può passare del tempo all’aria aperta e dove si può scegliere nel campo la propria zucca di Halloween.

L’appuntamento e’ alle 9.00 alla fattoria che dista circa 30 minuti di macchina da Huntsville.

Ci prepariamo a puntino per la gita fuori porta ma Sara (e naturalmente Stefania) non vengono in quanto Sara ha i postumi dei pink eyes (congiuntivite).

Alle ore 8.30 io e Paolo usciamo e ci dirigiamo, con l’aiuto del TOM TOM (invenzione geniale!!) verso la Tate Farm. Arriviamo alle 9.00 in punto e paghiamo il biglietto di ingresso (8 $ a testa). Non vediamo nessuno della scuola, ma questo non e’ un problema perché la fattoria e’ organizzata in  modo da poterla girare in assoluta autonomia.

Io credo che la l’idea della tate farm potrebbe essere trasportata in Italia. Infatti secondo me la fattoria, oltre ad essere organizzata in modo fantastico, e’ semplice, funzionale ed eccitante per i bambini (penso che attorno alla fattoria ci sia un discreto giro di soldi).

Appena si entra ci si trova di fronte subito una serie di giochi per bambini, che pur essendo sempre i soliti scivoli, altalene, tricicli ed altro sono assolutamente originali. Infatti tutti i giochi prendono spunto dagli oggetti che sono di solito presenti in una fattoria. C’e’ lo scivolo che però e’ montato su una mietitrebbia, ci sono le altalene a forma di cavallo costruite con i copertoni di macchine, c’e’ un’altro scivolo costruito su di un trattore, c’e’ un labirinto costruito con balle di fieno. Il labirinto e’ veramente grande ed i bambini facilmente ci si possono perdere dentro, e dato che le balle sono molto alte (1.8 m circa) c’e’ un addetto che dall’alto controlla che tutto vada bene.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ci sono i trattori fatti di legno, torri fatte con i copertoni di trattori, fienili con scivoli, piscine di grano e finestre dalle quali i bimbi si possono buttare di sotto, tanto in basso c’e’ fieno e non si fanno male! E molto altro che e’ difficile raccontare, ma facile da veder qui sotto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo aver giocato a tutto quello disponibile, anche ad un cannone che sparava zucche nel campo di zucche vicino, ci dirigiamo verso la parte animali. A dire la verità non ci sono molti animali ma per i bambini bastavano. Infatti ci sono dei piccoli gattini, dei coniglietti, delle caprette, e un vitellino. Tutte queste gabbie sono visitabili dai bimbi, che ci entrano e prendono confidenza con i piccoli animali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Passata la parte animali, iniziamo la parte dedicata alle zucche. Qui ne espongono (e vendono) veramente di tutti i tipi e forme. Paolo e’ molto interessato alle varie forme e colori e si presta a fare fotografie con le piu’ arancioni, poste sul campo.

 Ecco qui sotto una serie di foto di zucche e zucchette normali, colorate e strane.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo la visita al mercatino delle zucche, Paolo si prende una pausa di gioco e va sul trenino delle pannocchie, trainato da un trattore che va allegramente e velocemente a spasso nell’aia della fattoria (unica attrazione a pagamento della fattoria, ma comunque il prezzo e’ irrisorio 2 $ a testa).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Finito il giro in treno, ci piazziamo su un rimorchio di un trattore, con sedili fatti con balle di fieno, che ci porta a vedere i campi di cotone. Dopo aver passato i campi di cotone (ricordo di una schiavitù passata, per fortuna) il trattore ci lascia in un campo di zucche. Nel campo i bimbi scendono e si scelgono la loro zucca, che verrà poi tagliata con delle mega tronchesi e portata a casa per trasformarla in zucca di Halloween. Naturalmente la zucca si paga ma anche qui si parla di poco prezzo, se scegli una zucca non troppo pesante (si va dai 3 ai 10 $. Quelle da 10 $ sono giganti!).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La scelta della zucca, difficile in un campo così sterminato!!!

 

Ecco questa e’ quella giusta!!!

Scelta la zucca tutti sul trattore per tornare alla fattoria.

Concludiamo con il mangiare: c’erano vari stand gastronomici, quello delle pannocchie arrostite, servite con burro fuso e sale, quello delle salsicce arrostite, quello delle limonate, ma noi abbiamo scelto quello dello zucchero filato rosa e del funnel cake (dolce ultrabuono, stratosferico, americano fatto con pastella fritta e condito con tutto ciò che uno vuole) con zucchero a velo sopra.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qui sotto Paolo che gradisce il funnel cake, così come lo gradisco io!!!

 

In conclusione la gita e’ stata veramente divertente, originale per il bimbo ed anche per me. Una cosa che mi ha colpito molto e’ stata l’organizzazione e la pulizia che regnava in questa fattoria. Tutto perfetto e lindo sia all’entrata, sia all’uscita!

Inoltre credo che una fattoria del genere avrebbe avere molto successo in Italia. Chi fosse in cerca di lavoro potrebbe prendere spunto da questa fattoria per iniziare un’attivita’.

Ecco il link della fattoria: http://www.tatefarmspumpkins.com/

Tagged with: , , , ,

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. Federica said, on 13 novembre 2008 at 5:17 am

    Che bella fattoria, chissà Paolino come era contento, sta facendo delle esperienze uniche, bravi i genitori che gli offrono questa opportunità che sicuramente lo arricchirà, te lo dice una che è stata in giro x il mondo con i genitori x 10 anni, indimenticabili!!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: