4 vecchi in america

IPNM – I PENNESI NEL MONDO !!!

Posted in Varie by quattrovecchiinamerica on 25 ottobre 2008

 

 

 

IPNM – I PENNESI NEL MONDO !!

 

Qui in Alabama non e’ che ci sia poi tanto da fare, allora ho pensato di fondare una associazione: IPNM e cioe’ i Pennesi Nel Mondo.

In questo favoloso paesino generazioni di ragazzi (figli di papa’ e mamme di origini pennesi) hanno passato le loro vacanze estive (che tanti anni fa erano di tre mesi!) assaporando la liberta’ assoluta di cui non godevano nele grandi citta’, hanno avuto le loro storielle d’amore estive (generalmente mai sfociate in relazioni durature), hanno fatto amicizie con i ragazzi di Penna che poi sono rimaste per la vita!!!

Pero’una volta tornati nelle grandi citta’ i rapporti inevitabilmente si allentavano per fare posto alla vita di tutti i giorni, ma con l’avvicinarsi delle nuove vacanze estive tutto ritornava come l’anno passato, gli amici sembrava di averli lasciati da non piu di 5 minuti e le storielle d’amore spesso riprendevano con ardore. Magia di un paesino magico e semplice come le Marche!!

Certo gli anni sono passati e la tecnologia aiuta molto a rimanere in contatto (con telefonini ed internet) ma ho pensato che sarebbe uno strumento utile fondare una associazione che riunisca le varie generazioni che hanno fatto le vacanze a Penna.

Questo e’ quello che penso, ma suggerimenti, cambiamenti e nuove idee sono le benvenute:

Innanzi tutto se l’idea prende piede mettero’ tutto su un blog dal titolo IPNM (naturalmente anche il titolo del blog puo’ cambiare!!) in modo che tutti possano leggere ed attingere ad informazioni utili per i pennesi nel mondo!

1) Dividere gli associati in categorie. Ho pensato di dividere le categorie in generazioni che coprono una decade, anche se spesso le generazioni  con il tempo si sono fuse (per esempio quando avevo 18 anni era impensabile frequentare ragazzi di qualche anno di piu’ , mentre ora mi ritrovo a giocare a pallone con ragazzi che all’epoca neanche erano nati!!!!).

 

– Categoria anni 40-50 denominata “i pionieri”

– Categoria anni 50-60 denominata “quelli del boom”

– Categoria anni 60-70 denominata “figli dei fiori”

– Categoria anni 70-80 denominata ‘i brigatisti” (sarebbe meglio trovare un altro nome, ma ad ora non mi viene nulla di meglio)

– Categoria anni 80-90 denominata “i rampanti”

– Categoria anni 90-00 denominata “i tecnologici”

 

2) In ogni categoria verranno inseriti i nomi degli iscritti in base alla data di nascita. Le persone che non si iscriveranno o che non avranno modo di leggere questo articolo (ed il susseguente passaparola che dovrebbe nascere) verranno inseriti come associati ricordati (non iscritti ma ricordati da quelli della categoria). Faccio un esempio: nella categoria figli dei fiori un associato ricordato potrebbe essere il primo Citano’ (non il secondo, che secondo me dovrebbe essere vivo e vegeto a Roma e forse potrebbe essere contattato da qualcuno e si potrebbe iscrivere!). Sarebbe cosa gradita avere delle foto degli iscritti e degli associati ricordati , in modo da rendere semplice il ricordo per le persone che non collegano il nome alla faccia.

3) Chi vuole potra’ fornire i suoi recapiti (telefoni, e-mail, indirizzo……), che saranno messi sul blog,  in modo da poter essere contattati  dai pennesi nel mondo in caso di necessita’ (questo e’ argomento un po’ delicato, in quanto la privacy in Italia regna sovrana, ma credo che anche solo lasciare una e-mail non dovrebbe sconvolgere la vita di chiunque. Al massimo non si risponde a chi si ritiene di non dovere dare risposta!). Si potrebbe anche preparare una scheda biografica con qualche cenno lavorativo/soprannomi/gesta epiche……

4) La parte piu’ interessante del blog pero’ per me potrebbe essere la sezione racconti e storie della generazione. Cioe’ ognuno che ne ha voglia potra’ raccontare storie, fatti ed episodi successi durante la sua generazione (esempio “quella volta che Piero Minnucci ha rischiato di farsi spaccare la testa dallo Zoppaccio!!) In questo modo si potranno tramandare storie che con il tempo si potrebbero dimenticare. Pensate alle storie dello Zoppo, di Piero di Bologna con Pempa e Pempetta, del Ciorretto, di Antonellu, Micione, i Vir potens, Petazzi…….. non si possono dimenticare!!! Penso che persone tipo Concetto potrebbero essere una fonte di storie uniche. (sulla veridicita’ delle storie messe sul blog nessuno potra’ mai pero’ giurare!!!)

5) Una sezione a parte sara’ dedicata ai pennesi che vivono all’estero ed ai pennesi che si sono distinti in qualsiasi campo.

Queste in sintesi le idee che mi sono frullate per la testa questa sera.

Si potrebbe inziare con la generazione mia (60-70) e dintorni cioe’ dal 1950 al 1980.

Ora mi aspetto che chi legge questo articolo ed e’ di Penna o di origine pennese lo faccia circolare tra pennesi ed acquisiti pennesi, in modo che tanti siano a conoscenza di questa idea. Dopo di che scrivetemi sul mio blog nella sezione commenti cio’ che pensate, le vostre idee, i vostri suggerimenti ed altro. Pubblichero; tutto tranne bestemmie ed offese!!!!

Dato che il mio blog lo leggono quasi esclusivamente parenti ed amici, chiedo a Silvano mio cugino di Macerata (che so che legge il blog) ed a Claudia sua sorella di spargere la voce dell’articolo e dell’idea ai pennesi di macerata (ad esempio Fausto, Corrado, Ugo, Valeria i quali a loro volta faranno altrettanto spargendo la voce ad altri pennesi. Gianluca, mio fratello, potrebbe spargere la notizia ai pennesi di Roma ed io cerchero’ di contattare i pennesi di Milano (Antonio, Nicoletta, Federica, Anna)e Padova (Maria Grazia).

Il sasso e’ stato lanciato vediamo che cosa succedera’!!!

 

 

 

Tagged with: , ,

DISNEY ON ICE AD HUNTSVILLE

Posted in Attivita' bambini by quattrovecchiinamerica on 25 ottobre 2008

 

 

 

DISNEY ON ICE AD HUNTSVILLE

 

Un sabato sera di fine Ottobre abbiamo deciso di andare a vedere, con un’ altra famiglia di italiani, lo spettacolo di Disney on ice, ad Huntsville nel Von Braun Center. E’ una specie di palazzetto dello sport dove fanno tutti i tipi di spettacoli (da questo di oggi al wrestling) ed accanto c’e’ il teatro dell’opera. Appena siamo arrivati c’era un ottimo servizio per il parcheggio, gestito dai boy scout che senza problemi ci hanno fatto parcheggiare (no parcheggiatori abusivi con facce minacciose e prezzo fisso di 5 $!) vicino all’impianto.

Dopo 5 minuti eravamo dentro al palazzetto. I corridoi pullulavano di bambini che giravano estasiati per gli stand organizzati dalla Disney. Noi cadiamo subito nella trappola infernale dei gadget per bimbi, Paolo si compra un girandola di PeterPan (18 $ e per me e’ anche pericolosa per i bimbi, dato che quando gira le punte sono dure e possono finire facilmente in un occhio, infatti durante lo spettacolo Paolo mi ha colpito piu’ volte con questa maledetta girandola negli occhi!) mentre Sara si compra un sacco di popcorn (sacco e’ proprio la parola giusta perche’ era grande tre sacchi di patatine PAI giganti!) con un cappello da Flanders (il pesciolino della Sirenetta) al modico prezzo di 10 $. Praticamente abbiamo speso per i gadget quasi comeil prezzo dei biglietti (36 $ per tutti e quattro!).

Lo spettacolo inizia subito e Paolo sembra non essere tanto interessato, infatti fino alla fine mi chiede se lo spettacolo e’ finito, mentre Sara non si e’ persa neanche una scena!!! E’ proprio vero che le donne hanno una concentrazione diversa rispetto a quella dei maschi, specialmente se si tratta di cose inutili!!!!

 

Si inizia con la Sirenetta:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Poi arriva Ursula (non l’amica di Silvano e Claudia di Macerata, anche se per stazza forse ci siamo!!)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Sirenetta e’stato veramente bello, forse perche’ il piu’ conosciuto. Poi hanno fatto Lilo e Stich, che non avevo mai visto.

Poi per fortuna, per Paolo ed il sottoscritto, e’ arrivato l’intervallo. Noi da buoni italiani ci eravamo portati per mangiare, da casa, tutto quello che si puo’ immaginare. A partire dalla pasta con il sugo per finire con i wurstell per bambini gia’ cotti e pronti per mangiare. Mentre gli americani (che ci guardavano allibiti mentre mangiavamo la pasta!) pasteggiavano a patatine fritte, hamburger, pizza e popcorn, il tutto innaffiato da coca cola  e ghiaccio a fiumi. Non abbiamo scordato di portare anche dei panini con la nutella!!

Qui si vede il panino con la nutella, ma sopratutto la girandola infernale, che e’ stata accesa per tutta la durata dello spettacolo, senza che le pile finissero!!!

 

  

Purtroppo lo spettacolo inizia di nuovo ed e’ la volta di Peter Pan, che pero’aveva dei costumi molto belli.

 

 

 

E finalmente e’ finita!!!!!!!!!!!!!!

 

Tagged with: , ,