4 vecchi in america

DOBBIAMO INVIDIARE L’AMERICA ?? (Differenze tra Italia ed America)

Posted in Varie by quattrovecchiinamerica on 10 novembre 2008

 

 kata-differenza_europa-usa_preview1

(non credete che questa foto sia una esagerazione, e’ abbastanza consuetudinario trovare ciccione del genere in giro per le strade dell’alabama e bellezze di quel calibro in Itaia ed in Europa!!!)

 

Dobbiamo invidiare l’america??

(differenze tra Italia ed America)

 

(non parlero’ di donne e mangiare a cui dedichero’ articoli ad hoc, visto che c’e’ molto da dire a proposito di questi due argomenti!!)

 

In questi giorni sento nascere in amici, giornali e tv italiane una rinnovata simpatia per gli USA, che prima delle elezioni di Obama non mi sembrava esistesse, anzi l’atmosfera antiamericana sembrava prevalere sui filo americani.

Credo che sia utile raccontarvi alcune delle cose positive e negative che in questi 4 mesi ho sperimentato, per avere un quadro migliore e per poter scegliere se essere vicini o lontani al popolo americano. Naturalmente i miei giudizi provengono dalla mia esperienza in Alabama, limitata a quattro mesi e che potrebbe non essere rappresentativa di una nazione cosi’ larga e lunga, con modi di vivere e comportarsi completamente diversi. Io comunque vi esprimo le mie sensazioni, che potranno anche cambiare nei prossimi mesi.

Le cose positive le ho raccontate fino ad adesso nel mio blog, infatti fino ad ora ho sempre raccontato le cose positive della mia esperienza in Alabama. E’ inutile ripeterle, ma riassumerle si:

– non esiste traffico;- sono religiosissimi;
– educazione civile massima (il sorriso, la gentilezza e la correttezza e’ all’ordine del giorno);
– tutte le usuali procedure che in Italia richiedono perdita di tempo (come andare in Banca, alla Posta, al Supermercato, in Assicurazione, in agenzia viaggi; fare dei contratti per il telefono, il gas, l’elettricita’, l’acqua …..) sono semplici, standardizzate e sono user friendly!!
– non esiste il problema del parcheggio;
– esistono una marea di parchi giochi ed aree attrezzate per i bambini;
– gli asili sono di gran lunga piu’ belli di quelli italici (piu’ puliti, grandi, attrezzati con grandi aree verdi);
– non ci sono persone lungo le strade che infastidiscono i passanti (tipo extracomunitari e/o italiani che vendono oggetti falsi, che richiedono l’elemosina, che ti vogliono pulire i vetri a forza con acqua sporca, che dormono e fanno i propri bisogni per strada, ceh vogliono soldi per il parcheggio della macchina, che si drogano di fronte ai bimbi……);

– se si hanno i soldi, le cliniche funzionano a meraviglia, nonbisogna aspettare e tutto si ottiene in pochissimo tempo (anche se amici italiani dubitano sullequalita’ professionali dei dottori USA).

 

images112

 

Potrei continuare per molto ma si capisce che tutto quanto sopra citato e’ condizione necessaria per rendere la vita di tutti i giorni piu’ semplice da affrontare.

Ma la condizione non e’ necessaria. Infatti ci sono anche i contro che piano piano vi vado a raccontare.

 

images1

 

1) Anche se molti lo dimenticano in USA, sebbene recenti studi abbiano dimostrato che la pena di morte non è assolutamente un deterrente contro omicidi e criminalità, la pena di morte e’ ancora la massima punizione e viene ancora ampiamente applicata (o almeno è presente nelle leggi di alcuni Stati, anche se le condanne non sempre vengono eseguite) in 38 dei 52 Stati che compongono la Federazione. Ecco la lista completa degli Stati che applicano ad oggi la pena di morte:

Alabama – Arizona – Arkansas – California – Colorado – Connecticut – Delaware – Florida – Georgia – Idaho – Indiana – Illinois – Kansas – Kentucky – Louisiana – Maryland – Mississippi – Missouri – Montana – Nebraska – Nevada – New Hampshire New Mexico – North Carolina – Ohio – Oklahoma – Oregon – Pennsylvania South Carolina – South Dakota – Tennessee – Texas – Utah – Virginia – Washington Wyoming – Federale – Esercito

Quindi sia che siate favorevoli o che siate contrari alla pena di morte, se andate in vacanza in uno di questi Stati, fate molta attenzione a quello che fate, perche’ qui sono molto sbrigativi e celeri nell’arrestarvi e nel formulare giudizi. Guardare il film “Mio cugino Vincenzo” per capire come si puo’ incappare in un guaio giudiziario serio (condanna a morte) senza essere Colpevoli!! Il film e’ ambientato in Alabama, e’ comico ed e’ con Joe Pesci.

Tanto per rendervi contodi quello che rischiate se venite a trovarci ecco alcune notizie sulla pena di morte in Alabama.

#Alabama
Metodo d’esecuzione: iniezione letale o sedia elettrica
Governatore: Bob Riley
Popolazione nei bracci della morte: 201
Locazione dei bracci della morte: Atmore (uomini) – Wetumpka (donne)
Locazione della camera della morte: Atmore – Holman Facility
Numero di esecuzioni dal 1977: 38

2) Impronte digitali e foto segnaletiche: non appena mettete piede negli “States” verrete immediatamente schedati. Vi verra’ fatta una meravigliosa foto con il vostro profilo migliore (in realta’ la foto e’ frontale) e vi verranno prese le impronte digitali. Questo indipendentemente che siate buoni o cattivi, bianchi o neri, belli o brutti. Tutti tranne i militari in servizio della NATO od i diplomatici. Non c’e’ da discutere ve la fanno e basta!! C’e’ poco da appellarsi alla privacy o ad altre cose strane, si fa e basta.

3) Non esiste la Sanita’ Pubblica. Quello che si pensa in Italia, sbagliando, e’: se in USA non si e’ in possesso di denaro contante o di una assicurazione sanitaria, non ci si puo’ curare 0 comprare delle medicine per guarire. Niente di piu’ sbagliato!!

Anzi gli ospedali DEVONO prestarti le cure di primo soccorso, poi magari il gioro dopo ti dimettono e ti mandano un conto astronomico a casa!!

Come detto la Sanita’ pubblica, come la intendiamo noi non esiste, ma esistono tanti programmi pubblici (come Medicare e Medicaid, rivolti ai piu’ poveri ed ai bambini) che ti permettono di essere curato, sempre nei limiti di quello che questi programmi pubblici permettono (ma hanno molte limitazioni e lacune. Una per tutte che non tutti i medici accettano pazienti coperti da tali assicurazioni, dati tempi di attesa dei rimborsi molto alti e poco remunerativi!).

Resta il fatto che pero’ se si vuole essere sicuri di avere delle cure adeguate, bisogna avere un’assicurazione privata, che copra il massimo possibile per l’assicurato e la sua famiglia. Solo avendo una buona assicurazione si puo’ stare tranquilli!!

 

es-tlc_usaweb

 

4) Privacy. Ecco un esempio di come si puo’ intendere la privacy in USA. L’altro giorno da Walmart (grande catena di distribuzione tipo Auchan o Carrefour) stavo aspettando di ritirare un pacco ordinato via internet. Mentre aspettavo (come al solito poco e senza fila) ho letto un curioso cartello, che se fosse comparso in Italia, la stampa e leTV avrebbero gridato allo scandalo. Di fronte ad un computer che permetteva di immettere i propri dati, che sarebbero confluiti inn un data base dal quale I manager di Walmart avrebbero assunto futuri impiegati c’era scritto esattamente questo: “gentile signore/signora e’ bene che voi siate informati che la legge ci permette di fare dei controlli di tipo chimico e sanitario su voi stessi, in modo da capire se fate uso regolare o saltuario di droghe. Non perdete tempo e non fateci perdere tempo se siete abituati ad assumere droghe.”
Che ne dite?? Alla faccia della privacy!

 

usa

 

5) Alcool, armi e pudore. Se da una parte e’ vietatissimo pena multa ed arresto bere una semplice birra in pubblico (portando la bottiglia per strada con l’etichetta visibile) dall’altro e’ facilissimo comprare armi, detenerle in quantita’ industriali. Puo’ accadere che si esca per strada armato come Rambo e senza che i vicini di casa si stupiscano piu’ di tanto e sopratutto senza che chiamino la Polizia. Pero’ se si esce di casa a torso nudo od in mutande I vicini chiameranno subito la polizia che ti dara’ subito una bella multa.
Un esempio: un mio amico Tedesco stava facendo footing in un parco ed alla fine della corsa arrivato alla macchina si e’ tolto la maglietta sudata per mettersene una pulita. Alcuni americani hanno assistito alla scena e volevano prima menargli e poi calmatisi hanno chiamato la polizia che ha fatto una multa all’incredulo crucco!!!
Ancora, se fate fare la pipi’ a vostro figlio piccolo su un prato e qualcuno vi vede rischiate la stessa fine del tedesco. Non vi dico se la fa un adulto!!!!
6) Scudo sociale per i piu’ deboli inesistente. Se da noi pagare le bollette ed altro e’ a volte un hobby, qui non si scherza.
I primi giorni che ero qui ho pagato il canone mensile di affitto della casa il 6 del mese. Il giorno successivo sulla mia porta di casa, ben visibile a tutti, c’era scritto a grandi lettere che mi avrebbero fatto una multa e se non avessi pagato entro 7 giorni mi avrebbero cacciato di casa!!!!
Io ero incredulo ma poi mi hanno spiegato che qui e’ prassi abitudinaria dare subito un preavviso a chi non paga, e se non paga entro I giorni stabiliti gli viene brutalmente staccato quello che non so e’ pagato (acqua, luce, telefono, TV….. ) senza nessuna attenzione al fatto che si sia ricchi o poveri!!!

7) No teenager nei Mall (grandi magazzini). Se siete sotto i 19 anni e volete andare nei centri commerciali non potete farlo, se non accompagnati dai genitori!! (il Sabato e la Domenica)!!! Pensate a questa regola in Italia e quale casino avrebbe creato!!!

8) No comitive per strada. Concludo con questa chicca. Se la polizia vede assembramenti di giovani per strada, sia che chiaccherino sia che stiano progettando un attentato, arriva piu’ veloce della luce e disperde I giovani!!! Impensabile in Italia.

Mi fermo qui, ma c’e’ abbastanza materiale da far riflettere chi si e’ avvicinato solo ora agli USA, non sapendo cosa succede qui.
Io credo che fondamentalmente si stia molto bene, ma bisogna stare molto attenti a cosa si fa. Molto di piu’ rispetto all’Italia, dove sembra che chiunque possa fare qualsiasi cosa (bloccare le scuole, i treni, le universita’ ed in ultimo gli aeroporti, non pensando ad i diritti di chi e‘ bloccato, invocando il diritto a protestare!!!).

800px-usa_flag_map_svg