4 vecchi in america

FRA 14 ORE PARTIAMO

Posted in Escursioni-Viaggi by quattrovecchiinamerica on 15 dicembre 2008

p10105151

 

 

FRA 14 ORE PARTIAMO

 

Ci siamo, dopo 5 mesi di vita “alabamiana” torniamo a casa per qualche giorno!!

Questi 5 mesi sono passati velocemente, dato che abbiamo avuto tante tante cose da fare e tanti nuovi problemi con cui confrontarci. Debbo dire che li abbiamo superati brillantemente, pero’ non senza qualche difficolta’.

Il primo bilancio e’ positivo per tutta la famiglia.

Stefania si e’ambientata molto bene, anche se con la lingua ancora ci litiga! Ha gia’ molte amiche (le mogli dei militari che sono sparsi in due Enti americani di Huntsville) e con loro principalmente va in palestra, si diletta in caffe’ itineranti da casa in casa e sopratutto va per Mall quasi quotidianamente a fare spese. Dovete sapere che prima di partire noi mariti abbiamo dovuto firmare un agreement che prevedeva che le nostre mogli non dovevano lavorare!! Loro non se lo sono fatte ripetere due volte ed  hanno preso questo agreement al volo e ne fanno buon uso!!! Quindi dopo aver accompagnato i figli a scuola, tutta vita!!! Da qualche giorno si e’ anche iscritta ad un corso di inglese, presso una universita’ locale. Se riesce ad imparare bene potra’ essere piu’ indipendente di quanto non lo e’ adesso.

 

p10104011

 

Paolo, dopo i primi giorni di comprensibile incasinamento mentale (nuova scuola, nuove maestre e nuova lingua) si e’ ambientato perfettamente sia all’asilo che ad Huntsville. Lui non vuole assolutamente tornare in Italia. Dice di aver trovato una fidanzata, la bellissima Tori (bambinetta nera con quattro treccine) e dice di volerla sposare, se non diventa grassa (dice lui!!). Da qualche giorno la sua maestra dice che ha iniziato a comunicare con i bambini dell’asilo in inglese. Un giorno ha detto alla maestra “I gotta go to the loo”. Lei un altro po sveniva!! La frase incriminata doveva essere la seguente:”I got to go to the toilet” (got to, per quei pochi che non lo sanno, nel linguaggio informale si dice gotta ed assume il significato di have to o must), ma nello slangdei bambini dell’asilo  e’ cambiata un pochettino!!!

Sara invece non ha mai avuo problemi, anche lei all’asilo si e’ ambientata benissimo, anche se ha cambiato due classi e due maestre. Mangia tutto le schifezze americane che le propinano. Miss Mery dice ogni giorno che la vado a riprendere (a proposito di mogli, Stefania ha anche questa fortuna, cioe’ che io uscendo dall’ufficio passo a prendere i bimbi, dato che l’asilo e’ all’interno del mio arsenale!!) che lei e’ una very good eater!!

dscn3114

Ezio e’ il piu’ minchione di tutti, perche’ oltre al lavoro ha dovuto pensare (e continua a pensare!) a tutto il resto (dato che Stefania non conosce ancora l’inglese e la citta’): comprare le macchine, trovare la casa, fare le assicurazioni, trovare il dottore ed andarci ogni volta che c’e’ qualche cosa che non va, trovare la scuola e parlare con le maestre e tante altre cose che sarebbe lungo elencare. Per quanto riguarda  il lavoro  vi posso dire che capire questi americani all’inizio non e’stato per nulla facile. Ora li capisco bene e riesco a farmi capire bene. D’altronde ho dovuto imparare in fretta, dato che loro dopo il primo giorno si sono dimenticati che io non ero di madrelingua e mi hanno trattato come uno di loro!! L’unico mio svago (dato che quando torno a casa difficilmente riesco ad uscire per conto mio!!) e’ il calcio. Ogni settimana gioco con una accolita di stranieri, alcuni sono fortissimi altri sono delle pippe clamorose. Ma e’ per muovermi e per tentare di non ingrassare troppo, ma la lotta e’ a perdere, infatti la bilancia dice brutte cose!!!

Dette queste 4 parole per riassumere 5 mesi, domani partiamo e faremo un volo abbastanza punitivo:

Huntsville-Charlotte

Charlotte-Philadelphia

Philadelphia-Rome

Quindi due scali, come all’andata.

Io credo che a Charlotte perderemo la coincidenza per Philadelphia, dato che abbiamo solo 45 minuti per non perderla. E se c’e’ un qualche contrattempo addio coincidenza. Potremo prendere quella successiva, ma la successiva arriva a Philadelphia troppo tardi per prendere il volo da Philadelphia a Roma in tempo!!!

Quindi se succedera’ cio’ ci sono 2 possibilita:

– ci fanno partire il giorno dopo da Philadelphia (e ci pagano una notte di albergo a Philly);

– ci fanno salire su un altro aereo di un’altra compagnia, ritardando il nostro arrivo a Roma di non si sa quanto!!

 

Vedremo!!!

 

Tagged with: , ,

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Maria Sampaolesi said, on 19 dicembre 2008 at 11:51 am

    Era da un pò che non avevo tempo di stare al computer…e oggi tra varie faccende in casa, è da stamattina che vi leggo, poichè oggi qui c’è una tempesta di neve e la temperatura è di -8C(percepita-14)…Anche se è stato un lungo viaggio, però voi siete a casa per Natale, per me invece sarà il mio primo Natale qui(lo scorso anno lo abiamo fatto insieme in Italia)…certo è buffo dire a casa poichè ormai la mia casa è qui…però mi mancherà molto la famiglia riunita almeno per Natale! Spero che pubblichiate anche le foto del Natale in Italia però!

  2. quattrovecchiinamerica said, on 20 dicembre 2008 at 4:37 pm

    MArraya sarai esaudita.ANche da qua continuero’ a scrivere anche se i 4oldsinUSA sono in trasferta!!

    Buon natale

    Fammi sapere i tuoi telefoni che con skype o voipstunt ci sentiamo per gli auguri di natale


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: