4 vecchi in america

LA MESSA IN ALBAMA

Posted in Famiglia e dintorni by quattrovecchiinamerica on 14 febbraio 2009

dscn3283

 

LA MESSA IN ALABAMA

 

Era da tempo che volevo scrivere un articolo sulla messa in Alabama, ma non avevo materiale fotografico da mostrarvi. Ora che babbo e’ venuto qui, abbiamo fatto delle foto ed eccole a voi.

Devo dire che non sono il piu’ accreditato per scrivere un articolo sulla messa in USA, ma tanto mi e’ piaciuta l’organizzazione che voglio spiegarvela.

Innanzi tutto non e’ che ci sia nulla di trascendentale, ma la chiesa in Alabama e’ user friendly!! Cioe’ e’ facilmente utilizzabile da tutti e sopratutto da tutta la famiglia.

Iniziamo dal parcheggio. Come dappertutto in Alabama, a qualsiasi ora si arriva a messa c’e’ sempre un parcheggio per la tua macchina, di qualunque dimensione essa sia!! Non si paga nulla e non c’e’ nessun parcheggiatore abusivo che vuole dei soldi per guardarti la macchina!!! Tempo per trovare parcheggio 20 secondi circa!!

All’entrata di ogni chiesa, di qualunque religione sia c’e’sempre una macchina della polizia che regola il flusso, specialmente all’entrata della messa ed all’uscita. Quindi non si fa neanche fatica per entrare od uscire dal lot parking.

Appena arrivi ti trovi di fronte un grandissimo e pulito edificio, con spazi verdi ed alberi intorno, che contiene:

– un baby parking (free of charge) per i bambini piccoli. Se vuoi lasciare i bambini a giocare e tu vuoi vedere la messa in pace li puoi lasciare li, in completa sicurezza!!!

– il catechismo per i bambini piu’ grandi. che e’ alle stesse ore della messa. Cosi’ se si vuole far partecipare i bambini al catechismo mentre tu assisti alla messa lo si puo’ fare, sempre gratis e senza impegnarti tutta la giornata!!

– un scuola che i bambini possono frequentare tutti i giorni.

– un grande playground (parco giochi) che tutti i bambini, dopo la  messa od il catechismo, frequentano con gioia ed allegria.

– meraviglioso campo da calcio in erba (purtroppo senza recinzione)

Se non si vuole lasciare i bambini al baby parking od al catechismo, si possono tranquillamente portare dentro la chiesa. Nulla di nuovo fino a qui, ma la novita’ e’ che l’edificio che contiene la chiesa e’ stato studiato ad hoc per le famiglie.

 

dscn32771

Infatti questa di sopra e’ l’entrata principale. Come potete vedere che ci sono vari gruppi di famiglie che stanno in questa parte di chiesa che e’ una striscia, isolata da muri e porte finestre,  che gira intorno alla chiesa vera e propria. Qui i bambini possono giocare e fare anche un po di caos tanto la chiesa, come detto,  e’ separata da muri e da porte finestre. Comunque anche da questo perimetro esterno si puo’ vedere la messa, attraverso i finestroni e si puo’ ascoltare la predica attraverso un sistema di amplificazione perfetto!!

Questa sotto e’ l’ala sinistra destinata alle famiglie che non entrano in chiesa, con divanetti inclusi. L’ala destra e’ uguale.

dscn3285

Qui siamo sempre nell’ala sinistra e come vedetre Paolo gioca e fa casino ma non da fastidio a nessuno!! Inoltre ci sono culle per far dormire i bambini, fasciatoi per bambini e bagni puliti e decenti nel caso ce ne fosse bisogno.

dscn3278

Sotto Sara e Stefania che hanno seguito la messa in un altro punto dell’edificio. Sono come dei palchetti del teatro con finestrone che da direttamente sulla chiesa ma che sono isolati acusticamente, cosi’ i bambini che sono dentro possono fare tutto il rumore che vogliono, tanto non disturbano!! Sara infatti ha giocato tutto il tempo con degli altri bambini e dopo si e’ addormentata.

dscn3286

 

dscn3287

Queste sono le porte finestre dalle quali si puo’ vedere la messa se si decide di stare fuori dalla chiesa, nel perimetro destinato alle famiglie.

dscn3280

Questa e’ la chiesa dentro

dscn3292

Altra cosa degna di nota e’ che il parroco all’uscita della messa si piazza davanti alla porta e saluta tutti uno per uno, bambini compresi!!

dscn3290

Naturalmente all’interno della chiesa ci sono vari volontari che coordinano tutto. Per esempio quando si va a prendere l’ostia, loro regolano il traffico trai banchi, facendo passare prima i banchi piu’ avanti, poi quelli al centro e poi quelli dietro. Non si dimenticano di chi e’ fuori, infatti alla fine dei banchi chiamano chi sta nel perimetro esterno della chiesa.

Passato il momento sacro, i genitori riprendono i bambini e li portano a giocare in un parco giochi bellissimo, nuovissimo e completamente sicuro. Infatti i giochi sono in gomma morbida ed il pavimento e’ fatto di scaglie di legno che attutisce eventuali cadute!!

 

dscn3294

 

dscn3296

I genitori osservano i bimbi da fuori, tanto l’uscita e’ una sola ed obbligata, quindi i bimbi non possono essere persi di vista.

dscn3328

Qui sotto Paolo che si diverte e che non fa neanche tante storie per andare a messa. Infatti ha associato la messa al gioco nel playground, quindi sopporta la messa aspettando il momento del gioco!!

dscn32981

Qui Stefania sta cercando di convincere Paolo ad uscire dal parco giochi per andare al ristorante

dscn3330

Babbo che segue con emozione il suo nipotino

dscn3329

Paolo che gioca con l’altalena, incurante della proposta mangereccia fatta dalla mamma!!

dscn3325

 

In conclusione niente di trascendentale, ma tutto in questa chiesa e’ fatto per avvicinare le famiglie alla chiesa. Voglio anche dirvi che qui tutte le chiese, di qualsiasi religione, sono fatte in questo modo. Naturlamente le strutture sono tarate in base ad i soldi che i fedeli versano nelle casse delle chiese, ma tutte sono user friendly!!

Inoltre voglio dirvi che la mattina della Domenica sembra essere capitati in un citta’ con il coprifuoco in vigore. Infatti tanto e’ alta l’affluenza nelle varie chiese, che nelle strade durante le funzioni religiose non circola quasi nessuno!!!

Da noi ci vorrebbe poco per fare in modo simile, ma difficilmente si trova una relata’ cosi’  bella, specialmente in citta’ dove tutto sembra impossibile, a partire solo dal parcheggio di fronte alla chiesa!!!!

Tagged with: , ,

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Stefano said, on 26 marzo 2009 at 7:39 am

    Sono ancora quà. Spero di non importunarti. Sto leggendo a ritroso ed in modo altalenante le tue vicende di vita americana che mi incuriosiscono e entusiasmano sempre di più.
    Veramente tutto molto bello. Pure la messa; non l’avrei mai immaginato. Questi americani pensano proprio a tutto. Come si fà a non cedere a tanta disponibilità, organizzazione ed accoglienza.
    Se non ci fossero alcuni scogli; condizioni economiche per il viaggio, perfetta non conoscenza della lingua e la mia imbranataggine, partirei per una gita da quelle parti (gitarella fuori porta) per saggiare la cultura, civiltà, mentalità di quel mondo.
    Ci saranno dei temi e contesti negativi? Ah, credo di indovinare. Leggendo i tuoi commenti, fra i fattori negativi rientrano le donne che esteticamente non brillano di luce propria.

    • quattrovecchiinamerica said, on 26 marzo 2009 at 2:20 pm

      I lati negativi anche qui ci sono, ma in paragone all’Italia sembrano non esistere!!!

      Ti segnalo tra i lati negativi il mangiare, o meglio cio’ che mangi nei ristoranti che decisamente e’ diverso dal nostro.

      Qui tutto e’ topping!!!

      cioe’ un piatto anche se buono viene inesorabilmente rovinato da quello che loro ci mettono sopra, che naturalmente e’ superfluo!

      Per loro piu’ cose ci metti sopra e piu’ e’ buona la pietanza, mentre purtroppo non e’ cosi’.

      Una pizza margherita, anche se ha gli ingradienti buoni viene sempre rovinata dai vari , schifosi topping che ci mettono sopra!!!

      Lo stesso vale per i gelati, per la pasta e per il tutto il resto.

      L’unica cosa che si salva e’ la carne alla griglia ed i fritti che sono superbi, anche se fanno male.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: