4 vecchi in america

4 VECCHI’S PIZZERIA!!

Posted in Ristoranti e cucina by quattrovecchiinamerica on 22 novembre 2009

 

4 VECCHI’S PIZZERIA!!

Proseguiamo sul tema dello scorso articolo. Dopo aver parlato della pizza di New York eccone un altro sulla pizza. Ma questa volta su quella fatta a casa Vecchi in Alabama!!

Devo dire con poca modestia, che la pizza dei 4 Vecchi e’ sicuramente migliore di tutte le pizze mangiate qui ad Huntsville!!!

Sopra potete vedere il pizzaiolo che si esibisce nel lancio dell’impasto, senza farla cascare per terra!!

Analizziamo gli ingradienti fondamentali per una buona pizza.

Partiamo dall’impasto. Eccolo sotto morbido, profumato e con il classico spacco a croce, per aiutare la crescita dell’impasto.

La prima differenza che c’e’ rispetto agli ingradienti italiani e’ il lievito. Qui non ho mai visto il classico cubetto di lievito fresco. Si trovano solo bustine con lievito attivo (active dry  yest) granulato.

Comunque una volta capite le dosi e’ facile da usare.  

Per la salsa di pomodoro non si puo’ non usare la classica polpa pronta De Rica (ne abbiamo tante scatole che abbiamo portato con il trasloco nel Luglio 2008!!). Anche se sembra strano, le salse che si vendono qui sono lontane anni luce dal sapore delle nostre. L’odore della polpa pronta italiana ti inebria come uno champagne, rispetto all’odoraccio che hanno le salse qui in Alabama, spacciate per salsa di pomodoro. 

Ecco che arriviamo all’ingradiente principe: la mozzarella. Qui ad Huntsville difficilmente si trova e quando si trova non ha nulla a che vedere con le nostre. Allora bisogna accontentarsi delle mozzarelle italiane importate. Di solito non sono cattive se si usano sulla pizza. Sono meno buone se si usano per una caprese. Questa volta abbiamo trovato la Bel Gioso!! 

Come notate dalla confezione, non hanno acqua come le nostre!!!

 A destra c’e’ la mozzarella italiana a fette  comprata a Costco, mentre a sinistra la Bel Gioso.

Ottime cipolle rosse, tagliate ala julienne, con olio di oliva e sale. L’olio di oliva si trova abbastanza facilmente anche se costa un po di piu’ rispetto all’Italia.

Patate tagliate a fettine, con olio e sale (il pepe non lo avevamo a casa!!).

Qui sotto Sara che infila la faccia nell’impasto!!! 

 

Paolo che per la prima volta si cimenta a stendere la pizza. Oggi la ha stesa veramente tutta lui!!! Tale padre tale figlio!!!

 

 Non contento di averla stesa ci mette anche il pomodoro condito.

Sara che copia tutto quello che fa Paolo, mette le patate e le cipolle sull’altra teglia di pizza. 

Ecco le due teglie. La rossa diventera’ margherita, mentre quella senza pomodoro diventera’ meta’ patate e meta’ cipolla e patate.

Naturalmente non metto la mozzarella subito, perche’ altrimenti si brucia!!! Infatti per cuocere la pizza civogliono circa 30 minuti e se si mette la mozzarella subito la si trova carbonizzata!!! 

Eccomi sotto contento, infatti questa sera’ mangero’ qualcosa di buono!!!

Faccio una divagazione sul forno americano. Mi sembra incredibile ma fino ad ora tutti i forni che ho visto cuociono solo sopra o solo sotto. Non ho ancora visto i forni che cuociono sia sopra che sotto!!!!

Come e’ possibile, un popolo che e’ andato sulla luna e non usa il forno che cuoce sopra e sotto contemporaneamente!!! Forse perche’ sono andati sulla luna con l’aiuto di Von Braun (tedesc0) e della sua squadra(sempre tedesca)!!!

Ecco la pizza pronta per essere servita. Questa volta mi sono superato. Era sottile sottile, saporita e la mozzarella non era male per nulla!!! 

Ecco la sequenza che mostra Stefania nella fase di massimo sforzo quotidiano: alzarsi dal tavolo e prendere la pizza!!!

Scherzo perche’ poi tutto il casino che lascio in cucina lo pulisce lei!!!

Prima di iniziare una buon  bicchiere di birra ghiacciata, PERONI, Nastro Azzurro!!!

 

Ed ecco il momento tanto atteso!!! Devo dire che mangiare la pizza margherita fatta in casa, ti fa dimenticare di essere cosi’ lontano da casa.

Questa e’ la seconda teglia di pizza. Quella con la cipolla era buona e dolcissima!!!

Paolo che si mangia, contento, la pizza stesa da lui.

Stefania in relax dopo la pappata di pizza, con Sara che fa casino sotto sotto.

La serata non si poteva concludere se non con un botto di Sara dal divano. Meno male che qui c’e’ la moquette!!!

Sulla testa si metteva del ghiaccio di spider man!!!

La pizza non sara’ quella di Lombardi di New York e il locale neanche quello di UNOS di Chicago, ma la pizza e l’atmsfera era decisamente superiore!!!

Poi mangiare il Sabato sera a casa tua, in pigiama, con birra a volonta’ (direbbe Fantozzi con rutto libero!!), senza nessun estraneo, con la tua famiglia e senza dover pensare a quale casino potrebbero fare i bambini nel ristorante, NON HA EGUALI!!!!

8 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Emanuele said, on 23 novembre 2009 at 10:57 am

    Ciao Ezio
    Innanzitutto complimenti per la pizza, ho fatto il pizzaiolo per 5 anno per mantenermi all’università perciò il mio giudizio è quello di un professionista!
    Prendo spunto da una frase che ho letto im questo post :”Come e’ possibile, un popolo che e’ andato sulla luna e non usa il forno che cuoce sopra e sotto contemporaneamente!!!”.
    Caso strano proprio oggi ascoltando un podcast di radio Dj ho sentito che, secondo i sostenitori della teoria per cui l’allunaggio americano sarebbe stata una grande messa in scena, le immagini ultranote di Neil Armstrong e compagni che passeggiano sul suolo l
    lunare sarebbero state girate da Stanley Kubrick in uno studio di registrazione della NASA proprio li ad Huntsville. Cosa ne pensi? E’ una cosa risaputa da quele parti?

    • quattrovecchiinamerica said, on 23 novembre 2009 at 3:54 pm

      Caro Emanuele

      grazie per i complimenti e se vengono da un professionista valgono di piu’!!!

      Ieri sera la pizza era forse la migliore di sempre, forse va di pari passo con la voglia di una buona pizza dopo un anno di pizze americane!!!!

      Passando al complotto lunare, qui se ne parla da tempo in tv e con libri.

      TI allego un breve sunto tratto da wikipedia sul famoso complotto lunare:

      Con teoria del complotto lunare si indica la tesi secondo cui le missioni del programma Apollo non avrebbero mai portato l’uomo a toccare il suolo lunare e la NASA avrebbe falsificato le prove degli allunaggi, in una cospirazione organizzata assieme al governo degli Stati Uniti. Ciò nonostante esistano prove indipendenti che dimostrano la realtà dell’allunaggio dell’Apollo.

      Tale teoria, che gode di una certa popolarità negli Stati Uniti a partire dal 1976, sostiene che i vari allunaggi presentati all’opinione pubblica mondiale tra il 1969 ed il 1972 non sarebbero mai realmente avvenuti, bensì sarebbero stati messi in scena in uno studio televisivo con l’aiuto degli effetti speciali. Questa teoria viene perorata da dubbi, osservazioni, ipotesi, sui fatti intercorsi durante le missioni Apollo. Ne scaturiscono argomentazioni, deduzioni e controdeduzioni.

      Nel luglio del 2009 con la missione denominata Lunar Reconnaissance Orbiter sono state acquisite una serie di nuove immagini del suolo lunare. Queste immagini mostrano la superficie della luna ove si vedono sia i moduli lunari usati per l’atterraggio (incluso quello dell’Apollo 11) e le apparecchiature usate per gli esperimenti scientifici sia, in un caso, le impronte lasciate da un astronauta della missione Apollo 14[1].

      Leggi l’articolo (http://it.wikipedia.org/wiki/Teoria_del_complotto_lunare )intero su wikipedia, e’ interessantissimo e fatti una tua opinione.

      Mi hai dato una buona idea per un prossimo post!!!

      Ciao Ezio

  2. pippo said, on 23 novembre 2009 at 11:53 am

    grande la tua pizza!! e la Nastro Azzurro poi, eccezionale.
    Il buon Fantozzi aveva due varianti prima di “rutto libero”: 1) Birrone gelato e 2) familiare di Peroni.
    Voi siete aderenti al punto2)
    tI DIRò che la pizza di Chicago, ripiena, un po’ m’intriga!!
    continua così e W la pizza (fatta in casa che è mille volte meglio, a meno che nn la mangi rigorosamente IN PIZZERIA, in orari NON di punta!!)
    ciao

    • quattrovecchiinamerica said, on 23 novembre 2009 at 3:57 pm

      Caro Pippo

      anche a me la pizza di Chicago mi intriga parecchio. Vista in foto forse non emoziona, ma guardando il servizio in TV e’ molto ma molto appetitosa.
      Ma se vai a Chicago, ricorda che mangiarne una da solo e’ una impresa, non per la grandezza della pizza, ma per la pesantezza degli ingradienti. Di solito c’e’ sempre uno strato di mozzarella, uno di pomodoro ed uno di salsiccia spessp 2 cm!!!

      Penso che organizzeremo un viaggio a Chicago, per vedere una citta’ storica americana e per mangiare la pizza di Chicago!!!

      Ciao Ezio

  3. katiuscia said, on 29 novembre 2009 at 12:56 pm

    Salve 4vecchiinamerica, (per me siete 4giovani in america)
    per caso sono capitata nel vostro blog e ne sono rimasta affascinata, tanto che spesso vado a vedere se avete pubblicato nuove news.
    Complimenti per la bella famiglia, e da buon italiana so quanto valore diamo al nostro quadretto familiare, e quando a cucinare siamo noi stessi, il piacere si moltiplica sia personalmente che per il palato.BRAVI CUOCHI.
    Ho 43 anni, romana e sono innamorata degli Usa,( sono stata 3 volte in Florida perche’ li vivono dei nostri parenti )ma se non fosse per le vostre news non avrei mai scoperto molte cose.
    Spesso ci lamentiamo della nostra Italia ma quando siamo lontani pensiamo al buon cibo, al bel tempo (qui a Roma ancora siamo intorno ai 15 gradi nonostante siamo al 29 novembre) e alla nostra loquacita’ e solidarieta’.
    Vivere in un altro paese e’ sempre una bella esperienza, che sia positiva o negativa aiuta a crescere e a comprendere in prima persona gli usi e costumi di altri popoli.
    Vi ringrazio per le notizie che pubblicate e spero che per le prossime vacanze natalizie verrete in Italia.
    Un saluto e a presto!!!!!

    • quattrovecchiinamerica said, on 29 novembre 2009 at 7:55 pm

      CAra Katiuscia

      grazie peri complimenti, che spronano sempredi piu’a scrivere.

      Tutto quello che scrivo e’ naturale, ma preparare un post, con inserimento di foto, con resize delle foto e’ un procedimento lento e laborioso.

      Ma qui di tempo ne ho in abbondanza, dato che non perdo tempo nel traffico, per parcheggiare o a fare file inutili.

      Tutti ricordi italici, a cui fra qualche anno dovro’ riabituarmi!!!!

      Comunque sono d’accordo con te. Vivere all’estero fa bene in generale, se non si vive nel ricordo della nostra bella italia!!!

      Ciao ed a presto!!!

      Ezio

  4. rosadimaggio63 said, on 7 febbraio 2010 at 4:18 am

    Ciao Ezio,
    personalmente sono una fanatica della pizza con tanta mozzarella (quella vera) di bufala e pomodoro (quello originale )… e che dire di godersela poi sul divano in tuta, birra, ridendo e guardando un bel film ?
    Non c’è migliore cura anti-stress !!😉
    Buona giornata, approposito che tempo fà oggi da te ?
    Quì da me, il tempo è veramente brutto, nuvole cariche di pioggia e un pò di vento !!😦

    • quattrovecchiinamerica said, on 7 febbraio 2010 at 8:37 am

      Ciao Myriam

      d’accordo al 100% cone te.Infatti questa sera che ci sara’ la finale del superbowl (evento paragonabile alla finale di coppa del mondo!) mi faro’ una grande pizza e birra ghiacciata!!

      Senti cvolevo chiederti una cosa. Ieri ho visto il tuo blog ed e’ curato e costruito con cura.

      Mi potresti dire come si fa a mettere una musica quando si legge un post. E se lo sai la musica si sente su tutte le pagine del bvlog o ogni pagina ha unasua musica!!

      Ciao Ezio

      PS qui fa sempre freddo (-4 ieri ed oggi si prevede uguale) e piove/nevischia


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: