4 vecchi in america

LA RADIO ORA E’ SQUEEZEBOX, MENTRE PER NOI “EMIGRANTI” RAI/MEDIASET E’ OSCURATA!!!

Posted in tecnologia, Usi e costumi by quattrovecchiinamerica on 15 marzo 2010

 

 

LA RADIO ORA E’ SQUEEZEBOX,

 MENTRE LA RAI/MEDIASET

 PER NOI “EMIGRANITI” E’ OSCURATA!!!

 

Sono passati tanti anni da quando le famiglie e non solo, si riunivano per sentire la radio (e poi la televisione).

Basti pensare ai brutti momenti della Guerra, in cui le notizie si ascoltavano e non si vedevano!

Prima la radio la avevano solo pochi ed era un avvenimento sentirla.

Le radio erano veri e propri mobili di arredamento.

Le forme erano tra le piu’ svariate, originali e colorate.

La mitica Radio Marelli!!

Faccio notare:aveva solo due manopole, una per l’accensione e l’altra per la sintonia!!

Facile, immediato ed a portata di stupido!!

Erano grosse ed ingombranti, tanto quanto le valvole di cui erano composte!!

Poi con l’evoluzione tecnologica sono diventate sempre piu’ piccole e sempre con piu’ funzionalita’.

Hanno iniziato ad avere il  display, le antenne sono quasi scomparse (al massimo si vede un filo), sono comparsi gli orologi con i relativi allarmi (magari piu’ di uno), e’ apparso il tasto snooze (!!??), hanno incorporato la possibilita’ di sentire gli MP3 (e sono arrivati quindi i tasti Fwd, Rwd, pausa, stop e play), si trovano i tasti preset, band, traffic ……………..!!

E di pari passo con le funzionalita’ i tasti, non potendo essere infniti, sono diventati multifunzione.

Cioe’ un tasto ha piu’ funzioni e se premuto in certe sequenze (facili da capire, ma impossibili da ricordare dopo due giorni!) fanno cose mirabolanti!!

 Prima la radio era solo la radio, oggi e’ anche radio!

Allora per settare la sveglia devi spingere un tasto, per l’orologio sempre lo stesso ma insieme a qualcun altro, per impostare il fuso orario un altro ancora, per la videoproiezione quello di prima con altri due insieme, per l’MP3 tutti e quattro insieme!!!

E questo mi fa arrabbiare non poco!!

Infatti dopo aver letto il manuale di istruzioni, sembra tutto facile (anche se a volte non si riesce a fare quello che c’e’ scritto sul manuale di istruzioni, perche’ tradotto in modo barbaro dall’inglese. Io spesso in Italia preferivo leggere le istruzioni direttamente in inglese!!), ma passato un mese, se va via la corrente alla radio, bisogna risettare tutto da capo e se ti sei perso il libretto di istruzioni, la radio e’ da buttare!!!

Tutto questo per dire che la radio e’ cambiata: ha piu’ funzioni (generalmente inutili), ma e’ meno user friendly!

Provate a far usare la radio di sotto a vostra madre e vedrete che non sentira’ mai la radio!!!

Prima di andare avanti nel racconto mi fermo un attimo perche’ mio zio Bruno diceva sempre che dire “la radio” non suonava bene. Invece dire “l’aradio” conferisce al modo di dire, un suono piu’ rotondo e gentile!!!! Che ne pensate??

Io a Roma avevo comprato una radio meravigliosa: la Tivoli audio, model one.

Bella da mettere in bagno, semplice da usare, senza fronzoli, con una bella cornice in legno, disponibile in vari colori e con un audio meraviglioso!!!

Se state in Italia compratela perche’ il suono non ha uguali.

Non ha preset, orologi, sveglie e fesserie varie, ma si ha ancora  il gusto di andare a cercare la stazione preferita con la manopola, mentre ci si fa la barba!!!

Se proprio non potete fare a meno dell’orologio (ma analogico) comprate questa sotto!

Arrivati in USA, non potendo usarla (per problemi di alimentazione) ne ho comprata un’altra della Tivoli audio (Isong radio), leggermente piu’ tecnologica, ma sempre facile da usare e con suono altrettanto ottimo!!

Certo e’ completamente diversa da quella di Roma, meno fascinosa, ha la possibilita’ di usare l’Ipod, ma e’ facilissima da usare. La posso usare senza dover prendere in continuazione il libretto delle istruzioni!

E’ disponibile anche in nero, con telecomando!

La cassa si puo’ staccare di qualche decimetro per avere di piu’ la sensazione di stereofonia e funziona a doppia alimentazione. Cosi’ la potro’ utilizzare anche in Italia!!

Pero’ a noi italiani baffi neri piace sentire le stazioni radiofoniche italiane!!!

E questo e’ impossibile con le radio normali.

Certo si possono sentire tramite internet, ma non sempre e’ cosi’ facile ed immediato. Poi bisogna usare le casse del computer per sentire le radio dal computer e lo streaming rallenta la velocita’ del computer. Spesso si impalla il computer e se ti vuoi fare la barba sentendo radio Dimensione Suono, non lo puoi fare!!!!

Allora ho deciso di comprare una internet radio .

A dire la verita’ di modelli non ce ne sono poi cosi’ tanti, ma quello che mi e’ subito piaciuto e’ stato lo Squeezebox della Logitech.

Poi avevo il feedback positivo di un mio collega tedesco, che la aveva gia’ comprata, provata e testata prima di me! 

Per la modica cifra di 140 $ (circa 100 Euro italiani) mi sono fatto arrivare a casa, tramite Amazon (sito unico, affidabile e con prezzi sempre competitivi) la radio.

Appena arrivata pensavo subito di dover leggere centinaia di pagine in inglese e di dover memorizzare sequenze impossibili, per far funzionare la internet radio

Invece utilizzare la radio e’ facilissimo:

1) attaccare la corrente!!

2) utilizzare un cavo ethernet per collegare la radio alla rete.

3) Seguire le semplici istruzioni riportate su un foglietto.

Tempo 3 minuti siete in diretta con il mondo!!!

Si possono sentire le radio da tutto il mondo!!

Qualita’ perfetta, perche’ la radio ha una cassa molto performante (orrendo termine per dire che si sente benissimo!) e non possono esistere fruscii o rumori molesti per l’orecchio: o si sente bene o non si sente!!

La ricerca dei canali radiofonici puo’ essere fatta per nazionalita’, per genere di musica, per tipologia di programmi (es talk radio, sport radio ….)….

Esiste la possibilita’ di memorizzare dei preset (6), in modo da dovere solo spingere un tasto e la radio memorizzata si sente, senza nessuna sequenza logica da seguire!! Ed avendo un disply a colori viene mostrato il logo della radio, a colori!!

Noi abbiamo memorizzato Radio Dimensione Suono (i passati giovanili romani non si dimenticano!), Radio Norba (in onore alla Puglia), Radio Centro Suono (qui si possono sentire le radiocronache di Roma e Lazio + i commenti deliranti dei tifosi!!), Latte e Miele (musica italiana),RTL 102, Radio Subasio (in ricordo dei miei anni meravigliosi spoletini!!).

Insomma ora appena mi siedo al computer spingo un tasto e sento le mie stazioni preferite, snza dover fare nulla di particolare.

Naturalmente chi fosse interessato a radio di altre nazioni, non deve fare altro che sintonizzarsi su di esse!! Ce ne sono a migliaia, praticamente impossibile sentirle tutte!!!

C’e’ la possibilita’ di sentire le canzoni messe sul proprio account di facebook. Si possono utilizzare i principali network di radio su internet, come Pandora ed altri.

Questi probabilmente sono a pagamento, ma non ho controllato, dato che le radio “gratis” sono anche troppe!!

Inoltre se si ha un modem wireless (cioe’ ha il segnale che gira per casa e si puo’ connetter senza fili, cosa che a lulngo andare fa male!!) c’e’ la possibilita’ di poter sentire sulla radio i file musicali del vostro computer!! Altro che Ipod (che tra l’altro e’ possibile connettere alla radio)!!!!

Quindi volete potete portarvi la radio dove volete voi (funziona anche con un pacco pile da comprare a parte) e sentire la musica/radio scegliendo tra le radio normali, il vostro Ipod o la musica presente sul vostro computer!!!

Anche questa radio e’ a doppia alimentazione ed e’ disponibile anche in rosso!!

A parte si vende il telecomando!

Meraviglioso, tutto quello che serve ad un emigrante per sentirsi meno lontano da casa, in modo facile e veloce!!!

Certo che non sono presenti tuttele radio nazionali, ma solo quelle che non sono inserite nei network sopra citati. Ma di radio italiane ce ne sono a centinaia! Poi quelle che piacciono a me le ho trovate! Mi manca solo Radio Radio!

Come leggerete sotto non ci sono i canali radiofonici della Rai, perche’ la Rai non trasmette i propri canali all’estero via internet per problemi di diritti internazionali!!!

Questa e’ l’unica pecca, ma non della radio ma della RAI!!!!

 

Passiamo ora alla cosa che mi fa “incavolare” e non poco!!

Devo essere sincero e dirvi che ho comprato la radio un po per far sentire della musica italiana a Stefania, un po perche’ speravo di poter sentire “tutto il calcio minuto per minuto”!!!

Ma la speranza era vana, perche’ gia’ sapevo che non era possibile!!

Perche’?

Ve lo spiego subito.

Ai cittadini italiani residenti all’estero o stranieri che, per qualsivoglia ragione, fossero interessati a guardare/sentire i canali radiotelevisivi nazionali italiani in streaming sul web, dico: lasciate ogni speranza (almeno fino ad oggi)!!

Infatti sia tramite computer, che internet radio risulta impossibile vedere/sentire i canali della Rai/Mediaset, per questioni di diritti d’autore internazionali!!

Infatti la Rai si puo’ vedere in streaming dal sito della rai (www.rai.tv), compresi i canali radiofonici. Ma solo per gli utenti residenti in Italia!!! 

Infatti esistono dei filtri che controllano gli IP del vostro computer, e se vedono un IP straniero (caso del vostro computer se siete all’estero) vi bloccano al visione!!!

Quindi la Rai/Mediaset si puo’ vedere solo dall’Italia (che non serve a nulla, dato che la maggiorparte delle persone hanno la TV!!!) mentre a chi servirebbe (e cioe’ agli italiani all’estero) non e’ permesso!!!!

Incredibile, ma vero!!

L’unico modo per vedere le TV Italiane in diretta e gratis si chiama Stremerone, che per 3 $ (una tantum) ti fa vedere due canali Rai e due Mediaset) gratis. E’ un po lento ma va benino!

Altrimenti c’e’ Rai International, che fa un mix dei vari canali radiotelevisivi della Rai e tramite un pagamento del canone ed una parabola permette la loro visione.

Se vi accontentate di programmi registrati potete guardare sempre sul sito della Rai.

Infatti sono a disposizione un certo numero di puntate di serie TV, di spettacoli comici, di programmi per bambini …… che possono essere scaricati da tutti!! Compresi i podcast radiofonici (in pratica si scaricano un certo numero di puntate gia’ fatte del vostro programma radiofonico preferito e si sentono a piacimento sul vostro computer/Ipod).

C’erano anche i web video registratori, tipo Bong TV. Erano fichissimi, infatti ti permettevano di registrare i programmi preferiti di Rai e Mediaset e poi rivederli con calma la sera sulla TV, con qualita’ decisamente superiore allo streaming!!

Ma anche questi li hanno bloccati, per questioni di diritti TV!!

Insomma tutto contro gli utenti, che devono sempre pagare od ingegnarsi per vedere qualche cosa!!!

 

Vi riporto un articolo che da delle dritte per vedere dei canali italiani all’estero!

I siti web indicati nell’articolo li ho provati tutti, ma funzionano poco!! 

Aggirare i limiti è ovviamente possibile, basta infatti prendere il segnale trasmesso via etere da questi canali e replicarlo sul web per renderlo accessibile a tutti gli utenti. Pratica resa semplice dalle nuove tecnologie. Così è possibile seguire in streaming molti eventi altrimenti accessibili esclusivamente via DTT o SAT: partite di calcio, film e intere programmazioni dei singoli canali.

I programmi, i servizi ed i siti web si seguito elencati rappresentano una istantanea di quanto disponibile sul web al momento della stesura del presente articolo. Data la natura di questi sistemi, ovviamente, non è garantita la loro piena (o parziale) funzionalità quando vi troverete a leggere queste righe.

Diretta-TV – Una buona scelta di canali accessibili direttamente sul portale Coolstreaming. Tutti i RAI del Digitale terrestre. Canale5, Italia1, Rete4 e molti altri. Buona qualità. Scelta multipla per ogni canale. Nessun programma da scaricare ed installare nel sistema.

Giasai.TV – Altro portale dedicato alla TV in streaming. Il bouquet di canali a disposizione comprende molte emittenti nazionali, locali e satellitari. Il sito risulta leggermente confusionario a causa dei molti elementi sullo schermo. Continuamente aggiornato con nuovi links. Streaming sul web, nessun programma da installare.

TVOSA – Un programma portatile che funziona in combinazione al noto player multimediale Videolan (VLC). Si usa come un semplice telecomando con cui accedere direttamente alle varie emittenti. Canali non sempre aggiornati o funzionanti. Non necessita installazione. I canali RAI non possono essere visti all’estero.

Molto interessanti in tal senso anche i grandi portali di tv in streaming: JustinTV, Coolstreaming e Livestream. Questi siti raccolgono una elevata quantità di links per guardare televisioni ufficiali oppure contenuti creati dagli stessi utenti. Potete trovare il canale di vostro interesse digitandone il nome nell’apposito campo di ricerca. Anche in questo caso i risultati non sono garantiti dal momento che molti canali italiani vengono inseriti con nomi che non ne permettono una facile identificazione.

Se avete appunto difficoltà con i portali di cui sopra, potete dare un’occhiata ad alcuni siti che raccolgono i giusti links e li presentano in forma più o meno ordinata. WorldLiveTV propone diverse decine di canali nostrani, anche se non sempre funzionanti. EST-TV è meno fornita ma comunque rappresenta una risorsa da tenere in considerazione.

Ricordate comunque che la diffusione di contenuti sul web senza autorizzazione è una pratica ai limiti della legalità (se non addirittura completamente illegale). Risulta quindi quasi impossibile trovare un sistema che si riveli perfettamente funzionante per lunghi periodi, ciò che oggi è attivo potrebbe non esserlo più domani e viceversa. Detto ciò, non mi rimane che augurarvi una Buona Visione.

 

Certo che tutti questi sforzi, questo arrovellarsi le meningi per cercare di vedere le trasmissioni Rai, per poi vedere che la maggiorparte dei programmi Rai/Mediaset sono trash allo stato puro!!!

Alcuni momenti di trash televisovo italiano puro, senza commento!!

 

Forse non ne vale la pena!!!