4 vecchi in america

CARLSBAD AND OCEANSIDE

Posted in Escursioni-Viaggi by quattrovecchiinamerica on 25 luglio 2010

 

CARLSBAD AND OCEANSIDE

 

Dopo i 5 giorni di mare (si fa per dire!) passati ad Hermosa Beach, verso le 10.00 partiamo verso Sud per Carlsbad, 83 miglia da Hermosa Beach e 35 minuti da San Diego.

Per arrivare percorriamo tutta autostrada, con un po di traffico qualche minuto prima di arrivare.

Sull’albergo avevo qualche dubbio, non sulla pulizia o sul mangiare, ma sull’ubicazione della spiaggia.

Sul sito dell’albergo c’era scritto fronte mare, ma poi si diceva che per raggiungere il mare si doveva attraversare la strada e scendere per una stradina sterrata!

La cosa mi puzzava un pochettino ed avevo letto molte recensioni su Tripadvisor, ma nessuna dava come cosa difficile arrivare al mare. Si diceva che si doveva attraversare la strada, e che c’era una stradina sterrata che arrivava facilmente al mare.

Appena arrivati, dopo aver visto la stanza partial ocean view (di cui in un prossimo post vi firo’), siamo andati in esplorazione a cercare la spiaggia per il giorno successivo.

La strada da attraversare e’ questa sotto. Una strada a 4 corsie, a scorrimento veloce, con semaforo che controlla l’attraversamento stradale.

Un po scocciante, ma niente di insuperabile.

Appena attraversata la strada si vede subito il mare, ma molto molto sotto!!

Quasi a picco dalla strada!

Iniziamo a cercare la strada per superare i circa 50 metri di dislivello dalla strada e subito troviamo questa stradina sterrata, abbastanza pericolosa per i bambini e forse anche per noi.

Questa sotto non e’ molto meglio.

La famiglia sotto e’ arrivata fino ad uno scoglio intermedio e li si e’ fermata a fare un picnic!! 

Dalla foto si puo’ notare il forte dislivello tra la strada e la spiaggia ed in fondo una ciminiera di una centrale a gas, anche questa direttamente sulla spiaggia!! 

Appena la ho vista da vicino, ho subito pensato fosse una centrale nucleare (ed ho pensato di cambiare citta’!),

poi ho chiesto informazioni ad i locali, che mi hanno tranquillizzato dicendomi che era solo una centrale per produrre energia elettrica, con raffreddamento delle turbine ad acqua di mare!!!

Decisamente poco bella a vedersi e molti locali si lamentano perche’ spaventa i tursti.

Nel 2017 verra’ smantellata per far posto ad un’altra centrale che produrra’ elettricita’ con generatori a gas naturale. Chissa’ se la costruiranno sempre sul mare!!

Ci spostiamo di un Km e troviamo una spiaggia (South Ponto), facilmente accessibile dalla strada, ma e’ scuro e l’impressione non e’ delle migliori!

Ecci Stefania che lascia la spiaggia, abbastanza triste, per il prolungarsi del tempo coperto!!

Qui si fa un sorriso, dopo 5 giorni di faccia perturbata, causa tempo!!

Paolo si rimette le scarpe,

mentre guarda un signore che porta la legna per fare il falo’ in spiaggia.

Facciamo un ultimo tentativo in un altra spiaggia vicinissima all’albergo (la spiaggia di Tamarock) e questa sembra piu’ aggraziata!

Di certo il fondale marino degrada molto piu’ lentamente di quello di LA, rendendo piu’ facile fare il bagno in riva al mare!

Ed il “risucchio” e’ meno pauroso, rispetto ad Hermosa Beach.

 

La mattina dopo, approfittando di una pausa del brutto tempo e della comparsa del sole, andiamo a South Ponto.

I bambini approfittano del fondo del mare bassino, per mettere almeno i piedi in acqua!

Dalla foto sotto si vede che il fondale degrada molto lentamente.

 

Certo che con uno straccio di sole, la spiaggia sembra molto piu’ carina!

 

Ma il vento e’ fastidioso, allora mi metto al lavoro per scavare una buca, atta a ripararmi dal vento!

I ragazzi, vestiti come i bambini che andavano al mare negli anni 40, continuano a giocare a castelli di sabbia,

mentre io finisco la mia buca, a tre piazze, e mi rilasso nella buca antivento!

E l’idea che ho avuto non era poi cosi’ originale, dato che le due signore sotto ne avevano scavata una ben piu’ ampia della mia (si vedono solo le due teste e la bandiera americana, con due bandiere che non invogliano di certo a farsi un bagno in oceano!!).

I bagnanti si fanno il bagno al massimo a 10 metri dalla riva, e con le tavole da surf!

Per cena decidiamo di spostarci in una cittadina a 7 Km da Carlsbad, decisamente piu’ turistica ed organizzata: Oceanside.

La caratteristica di quesa cittadina e’ quella di avere uno di moli piu’ lunghi della California!!

Historic Oceanside Pier is one of the longest wooden piers on the West Coast, spanning 1,942 feet in length (600 metri circa).

Opened in 1987 as the cityy’s sixth pier to be built (and fifth on this spot), it is located on Third Street. You can enjoy a meal at Ruby’s Diner, go fishing or stroll to the end to see Oceanside Harbor, a marina that sits along the northwest border of the city.

Welcome to Oceanside, a charming beach city located 35 miles north of San Diego and 83 miles south of Los Angeles in a region of San Diego County called North County.

It ranks 2nd in the United States for best climate with around 10 inches of rain per year and an average day time temperature of 69 degrees Fahrenheit.

Il Pier parte dal parcheggio  e dopo aver superato, con dei ponti pedonali, la strada sottostante,

diventa il classico molo in legno, che si perde nel mare!

Eccolo con una bella foto, non fatta da me, da sotto il pier.

Sul molo e’ sempre festa per tutti.

Ci sono gli inmancabili pescatori, quelli che vogliono solo fare una passeggiata, gli innamorati, chi vuole andare a mangiare pesce fritto …….

A meta’ del molo ci sono due negozietti: uno che vende esche per pescare ed un altro che vende souvenir e giochi per bimbi.

Noi, dato che non avevamo la canna da pesca, ci siamo fermati in quello dei giochi per ragazzi!! 

Paolo e Sara si sono comprati due stecchi prensili, uno con un pesce spada e l’altro con  un delfino, che hanno usato sulle nostre facce fino a che non si sono rotti (alla fine della vacanza, purtroppo!!).

 

Sempre a meta’ del molo si potevano osservare delle onde lunghissime, 

ed i surfisti!

Tanti e coraggiosi, a mio avviso (sia per le correnti, che per gli squali e non in ultimo per la temperatura dell’acqua freddina!!).

Il sole stava per tramontare sul molo,

quando alla fine dello stesso, abbiamo trovato questo ristorante carino e con finestre ampie e con vista, naturalmente, mare!!

Specialmente quelle di dietro, dato che il molo finisce dopo il ristorante.

Ci infiliamo dentro e dal tavolo, dopo aver mangiato pesce fritto in abbondanza, vediamo un bellissimo tramonto!

Ecco Paolo e Sara che iniziano a distrubare con i loro stecchi-pesce!!

Carini erano i costumi anni ’60, che indossavano le cameriere!

Usciti dal ristorante, si era fatta sera,

e dopo la foto con le macchine, che il ristorante aveva regalato ai bambini (qui in USA e’ normale che il ristorante dia qualche giochino di carta o dei pennarelli e dei fogli da colorare ad i bimbi, per non farli distrubare e per rendere il loro pranzo/cena piu’ piacevole!)

troviamo dei pescatori che avevano pescato tre belle razze!

Ripercorriamo il lungo molo verso il parcheggio e, decisamente piu’ contenti dei giorni  passati a LA, andiamo in albergo. 

14 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. stefania said, on 26 luglio 2010 at 1:50 am

    Hi Ezio
    in conclusion on this holiday,you have seen a few day the sun …
    it’s a sin,but you have seen a beautiful places…
    See you soon Stefy.

    • quattrovecchiinamerica said, on 26 luglio 2010 at 9:22 am

      Hi Stefy

      of course we planned this holiday, not for the californian sea, but only to see some of the beauty city of California, Nevada and Arizona!

      We really wanted to have some beautiful day on the ocean, but we knew that the sea was not exactly the italian sea.

      But let me say, that we discover a different ind of appeal, regarding the ocean: you can enjoy the ocean even without the sun and with the wind!!

      But when I think to the Sardinia Sea I have a blast!!!

      Bye Ezui

      • imperatrice2 said, on 28 luglio 2010 at 3:05 am

        Hy Ezio
        You are right,the most important thing isn’t swimming in the American Ocean or
        sunbathe but discover a new places.
        Bye Stefy

      • quattrovecchiinamerica said, on 29 luglio 2010 at 10:15 am

        Cara Imperatrice oggi faccio una eccezione e ti rispondo in Italiano!! Come mai hai cambiato nome e ti sei scelto il nome della moglie di Adriano (futuro centravanti della Roma)?? E’ lo stesso che usi sul sito del bimbi?? Ed a proposito del sito, la setimana scorsa ho provato a scaricare qualche ricetta su biscotti al cioccolato fatti in casa, ma non riesco a trovare il modo di farmi ordinare le ricette in ordine alfabetico. Ti faccio un esempio: scrivo torta kinder, e come risutlato non ho solo la torta Kinder ma tante altre cose. Sbaglio nelle ricerca?? Let me know my empress!!! Bye Ezio

  2. Fabrizio said, on 26 luglio 2010 at 6:39 am

    Mah insomma, l’america non sembra un posto dove andare al mare ecco😀

    • quattrovecchiinamerica said, on 26 luglio 2010 at 9:29 am

      Caro Fabrizio

      le coste dela California non sono la Sardegna, ma hanno il lro fascino, che bisogna trovare!

      PEro’ non tutta l’america e’ cosi strana. Se vai in Florida, per esempio alle Key West troverai un mare bellissimo. O se vai nel Golfo del MEssico, dove siamo stati noi l’anno scorso, le spiaggie sono bellissime, ma meno il mare!

      Ma qui in USA ci sono a poche ore di vole i Caraibi e li ti puoi sbizzarrire in spiaggie!!

      Noi abbiamo porvato in corciera alcune spiaggie nei Caraibi e devo dirti che sono bellissime.

      Anche se in Italia ce ne sono di belle uguali!

      L’anno prossimo se tutto andra’ bene , andremo a vedere i caraibi del Sud.

      Ciao Ezio

  3. GIANLUCA16 said, on 26 luglio 2010 at 8:56 am

    Non sembra molto bella la spiaggia rispetto a quella del post precedente, quella centrale a picco sul mare non favorisce il turismo,comunque non c’è da preoccuparsi per le centrali nucleari in california, se non sbaglio sono solo 2, molto potenti e con molti reattori ma in 2 siti soltanto, nel mio libro di fisica c’è una cartina geografica del mondo con tutte le centrali nucleari……poi se non sbaglio in California c’è una legge che proibisce la creazione di nuove centrali,la west coast è tranquilla, le centrali nucleari stanno ad est…..al massimo c’è da preoccuparsi se si va in oregon dove sfocia il columbia (inquinatissimo a causa dell’Hanford site e delle industrie chimiche)….tanti saluti

    • quattrovecchiinamerica said, on 26 luglio 2010 at 9:35 am

      Caro Gianluca

      le spiaggie di San Diego e dintorni, sono molto piu’ bele rispetto a quelle di LA.

      Piu’ larghe e meno profonde a riva di quelle di LA.

      certo non sono le nostre meravigliose spiaggie italiane!!

      Per le centrali nuclari, non c’e’ da divertirsi…

      noi in AL ne abbiamo tre, una di queste dietro casa (praticamente!).

      Ecco un link dove potrai trovare dove sono ubicate in USA , i “worst case scenario” e gli incidenti avvenuti negli ultimi anni!!

      http://www.animatedsoftware.com/environm/no_nukes/nukelist1.htm

      Have fun

      Ezio

      • gianluca16 said, on 27 luglio 2010 at 4:42 am

        Ho visto il sito, una centrale dista 25 miglia da Hv e un’altra sta scritto near huntsville…………..dormite tranquilli??

        5 reattori nucleari nel raggio di 30 miglie….

      • quattrovecchiinamerica said, on 27 luglio 2010 at 8:27 am

        CAro Gianluca

        quando ho saputo di avere delle centrali nucleari sotto il mio sederino, debbo dire che mi sono spaventato per qualche giorno. Poi ci si fa l’abitudine e nn ci si pensa piu’!

        Ma non credere che in Italia siamo messi meglio. Ne abbiamo tante in Slovenia, in Francia ed in altri posti vicini. E se , facciamo le corna, succede qualche cosa, noi siamo a tiro di vento!!!

        Con la differenza che paghiamo di piu’ l’elettricita’, dato che la dobiamo comprare da questi paesi, che hanno centrali atomiche.

        All’epoca di Cernobyl, mi ricordo il referendum, che fu vissuto e votato non con razionalita’ ma con la paura e la campagna mediatica scellerata contro il nucleare!

        Probabilmente ritorneremo al nucleare anche noi, ma dovremmo pensare di sfruttare di piu’ il solare, l’idroelettrico e l’eolico.

        In Puglia dove c’e’ Vendola (che non e’ della mia coalizione politica , ma lo stimo, come uno dei pochi di sinistra che ha idee e che vuole fare), hanno fatto qualche anno fa un parco eolico meraviglioso, vicino a Minervino Murge (paese di mia moglie). Sai chi si era opposto al parco eolico?

        I VERDI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        Perche’ dicevano che le pale rovinavano il panorama delle Murge!!

        E come diceva Toto’: “ho detto tutto”!!

        Ciao Ezio

  4. gianluca16 said, on 28 luglio 2010 at 8:36 am

    Hai ragione il nostro paese è circondato da centrali nucleari francesi, svizzere e slovacche e in caso di incidenti pagheremo anche noi le conseguenze.
    Noi paghiamo di più l’elettricità, ma se oggi costruiamo centrali nucleari non pagheremo molto di meno …..i costi del nucleari sono aumentati vertiginosamente, il prezzo dell’uranio negli ultimi 10 anni si è triplicato (e inizia anche a scarseggiare), la costruzione delle centrali è triplicata, ad esempio all’Atomic Energy of Canada a Darlington volevano costruire nuovi reattori ma a causa del prezzo hanno rinunciato…..La francia paga meno l’elettricità xkè ha costruito le centrali tanto tempo fa, ad esempio il costo del nucleare in germania è + del doppio…… l’Italia ha avuto paura dopo l’incidente sovietico e si è fatta indietro…….purtroppo quando ci sono decisioni da prendere l’Italia cerca sempre di temporeggiare, come si dice chi non rischia non raccoglie….

    Adesso si parla di ritorno al nucleare, sarebbe (secondo me) una follia investire soldi in Italia oggi nel nucleare…..per costruire una centrale ci vogliono 5 anni da quando si inizia (vedi la centrale finlandese di olkiluoto, doveva essere finita per il 2010, doveva essere la più grande e tecnologica, “doveva”) se tutto va bene , non si inizierebbe a costruirla per il 2012-2013, sarebbe terminata nel 2018 , sarebbe stupido investire su una tecnologia vecchia (nucleare di 3a generazione) quando gli altri investono in quelle nuove…..

    non abbiamo miniere di uranio in Italia, quindi saremo comunque costretti a importarlo dall’estero, l’indipendenza energetica in Italia è un sogno irrealizzabile almeno nel prossimo futuro…..

    un massiccio investimento in ricerca e produzione di energia rinnovabile potrebbe essere un investimento migliore, e poi magari quando si faranno nuovi passi avanti nel nucleare si investe su quello….bisogna investire sul futuro e non sul passato….

    non è che sono del gruppo “no nukes”, anzi la fisica nucleare mi piace e ci sono buone probabilità che all’università sceglierò fisica e in seguito la specializzazione in f.nucleare…..fatto sta che l’Italia impegnata nel nucleare non ce la vedo proprio….

    ciao e buona estate

    • quattrovecchiinamerica said, on 29 luglio 2010 at 10:12 am

      Caro Gianluca ho letto con attenzione la tua mail e ti dico il mio pensiero sul nucleare. Prtiamo dal fatto che non ho dati tecnici e di costi relativi alle centrali nucleari e gia’ questo ti dovrebbe far capire che la mia e’ una mail a puro carattere di pensiero e non tecnica!! Io credo che prima di tornare al nucleare, bisgnerebbe sfruttare al massimo le risorse naturali: sole, vento ed idroenergia. Leggendo alcuni articoli , sembra che queste energie da sole non riusicrebbero a sodisfare molto la richiesta di una nazione, si arriverebbe a meno del 10 %, ma non sarebbe poco!!! Poi una nazione seria dovrebbe fare dei progeti, e valutare in costo efficienza-costo tale progetto, valutare l’impatto ambinetale, quello sull mondo del lavoro (quanti lavoratori diretti ed indotti) potrebbe muovere il progetto, i futuri problemi di smaltimento ………….. E se non si riesce ad aprire un inveneritore in Campania, se non dopo anni di sforzi e lotte, cme mai riusciremo a trovare un luogo dove fare una centrale nucleare??? Io credo che da noi sia tuto difficle, perche’ non si sa mai chi dice la verita’. Facci caso, quando senti un dibattito in TV, di qualsiasi argomento sia, ci sono sempre le due parti che cercano di “urlare” le loro ragioni. Ma allo spettatore, non rimane mai impresso chi ha ragione, dato che i giornalisti che dirigono lo “scontro” ne sanno poco, non fanno domande ficcanti ed anche quando le fanno non vanno oltre una replica!! A me sembra incredibile che si possa dire tutto ed il contrario di tutto in TV e nessuno mai ribatta dicendo: lei sta dicendo una cosa non vera!! E pure quando qualche valido giornalista lo dice, noi ce lo dimentichiamo in fretta e continuiamo a rimanere nella indecisione piu’ completa!! All’estero chi sbagli o inganna gli elettori od il cliente, e’ bollato per sempre ed e’ difficile che possa fare qualche altra cosa o fregare di nuovo il customer!! Da noi si sbaglia, si fanno processi, il piu’ delle volte che sfociano in nulla di fatto od in condanne (quasi sempre senza galera!!) e tutto rimane come prima! Quindi prima che mi prenda un attacco di Celentanite, ti dico che fare industria e di conseguenza nucleare, in Italia e’ difficilem anche perche’ i sindacati sono assolutamente a favore di tutto, tranne che del lavoro e dei lavoratori che veramente lavorano!! Ciao Ezio

  5. imperatrice2 said, on 30 luglio 2010 at 2:43 am

    Ciao Ezio,
    rspondo subito alla tua domanda,
    Imperatrice è il nick che uso nel
    forum del bimby,e qualche giorno fa avendo
    problemi con world press ho dovuto fare
    uan nuova iscrizione e mi è venuto automatico
    usare il nick che uso sempre nel forum del bimby.
    Per quanto riguarda la ricerca,non fai nessun errore
    purtroppo utilizzando tale funzione,il risultato comprende
    tutti i topic dove compare la parola digitata che stai
    cercando.Risulta più facile se sai già in che sezione si trova
    la ricetta,ma per chi non frequenta quotidianamente
    il forum risulta un pò difficile conoscere l’esatta ubicazione
    delle ricette.Se hai qualche problema scrivimi pure alla
    mia email cosi ti faccio personalment ela ricerca e ti invio
    le ricette.
    Baci Stefy alias Imperatrice….
    ps sotto questo nome c’è una storia…hyhy..hyhy
    mi è stato affibbiato da mio marito e mio cognato
    perchè quando siamo in ferie coordino la giornata
    sportiva di tutti…sveglia all’alba,corsa in spaiggia,
    palestra appena arrivati in spiaggia e via dicendo…
    da qui il nome da loro abbreviato in Impe…la regina del fitness

    • quattrovecchiinamerica said, on 30 luglio 2010 at 8:01 am

      Cara Imperatrice grazie delle spiegazioni sul sito bimby! Io cercavo solo due ricette semplici: una per biscotti al cioccolato (semplici) ed una su merendine kinder. Quella dei biscotti non la ho trovata, mentre quella sulla merendina kinder pingui si. L’ho provata, ma mi e’ riuscita malissimo!! Sapeva troppo di Cacao e di farina, praticamente era non mangiabile!!! Quasi come i dolci americani, ma almeno quelli sanno di dolce!!! IN vacanza mi raccomando di non stressare troppo i tuoi con ordini perentori sul fitness!! Have fun Ezio


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: