4 vecchi in america

SAUSALITO ED I RISTORANTI DI FISHERMAN WHARF (SAN FRANCISCO)

Posted in Escursioni-Viaggi, Ristoranti e cucina by quattrovecchiinamerica on 16 agosto 2010

 

SAUSALITO ED I RISTORANTI DI FISHERMAN WHARF

 (SAN FRANCISCO)

Dopo aver lasciato il Golden Gate, subito svoltiamo a destra, e con una ripida e stretta strada, ci dirigiamo verso Sausalito.

Sausalito e’ una piccola cittadina che sta proprio di fronte a SF, da cui si gode una bella prospettiva della citta’, di Alcatraz ed il tempo e’ decisamente diverso dal quello di SF (almeno nei tre giorni che ci siamo stati!).

Il sole e’ brillante, il vento e’ assente, ma le nuvole basse sono sempre in agguato!

Approfittando del bel tempo, facciamo una passeggiata nella piccola citta’,

con tanto di parco,

fontana,

 e palma, che fa sembrare il posto tropicale, anche se non lo e’ per nulla!

Paolo e Sara contenti e senza felpa (vera novita’ della vacanza Californiana),  che cercano di cascare nella fontana.

Arriviamo fino alla fine della strada con negozi ed incontriamo un ristorante, che la guida dice essere uno dei migliori del luogo.

Ma anche a pranzo avevamo i nostri mitici panini e per dolce un bel gelato!!

Io, nella vana speranza di non ingrassare, cerco di tenermi mangiando dei frutti di bosco.

Il bel tempo dura solo un paio di ore ed allora torniamo a Fisherman Wharf verso le 4.30 PM.

Dato che oggi era la festa di Paolo volevamo mangiare in un posto particolare ed eccitante per i bimbi.

Sulla strada del ritorno di ristoranti ne abbiamo incontrati per tutti i gusti. 

Molti dei quali con nomi italianeggianti!

 

 

La parte dei negozi di Fisherman Wharf e’ abbastanza triste, ma e’ uguale in tutti i porti! 

Ma ancor piu’ triste e’ questo artista di strada, senza pubblico!

Di  mezzi strani sulla strada se ne trovano molti.

Alcuni belli,

ed alcuni brutti ed improbabili!

Dopo aver visto tanti ristoranti  abbiamo scelto di mangiare al Rainforest Cafe’, proprio sul porto.

Mega ristorante catena, con cibo abbastanza standard, uguale a tutte le latitudini, ma con atmosfera che piace tanto ad i  bimbi!

Io pero’ non avevo voglia di mangiare le solite cose, e dato che eravamo in un porto, ho deciso di provare la cucina di strada!

Arrivati a Tarantino’s ecco subito che il mio palato si risveglia!!

 

Meravigliosi crab giganti che si vendevano lungo la strada!

Girato l’angolo ecco che decine di bancarelle si spalancano davanti ai miei occhi e di Paolo!

Ognuna con “cibo marino” fantastico!

Coppetta di shrimp, crab ed insalatina.

Clamoroso fritto misto!!

Panino con salsa di tonno, gamberi e crab!

Ancora fritto misto patate fritte e cipolle fritte!

Salmone da cucinare alla griglia.

Ma andiamo al top, almeno per me: aragoste, gamberi e crab al vapore!

Piatto dei miei sogni: aragoste, crab, gamberi ed ostriche!!

Ma dato che non avevo l’appoggio di Stefania, che era rimasta impaziente fuori dal mercatino del pesce con Sara (ma perche’ le donne non vogliono mai quello che vogliono i mariti???), non ho potuto prendere quel megapiatto e mangiarlo con calma sulle panchine del porto! 

Allora ho preso un semplice piatto di fritto misto, con patate fritte e cipolla fritta!!

Ci vuole poco per farmi contento!!

E naturalmente cerco di portare sulla cattiva strada anche i bambini!

E sia Sara,

 

che Paolo seguono l’esempio del papi!!

Dopo la pappata di pesce fritto, Paolo si sgranchisce le gambe a ritmo di rap!

Ed Alcatraz sta sempre la, cosi’ vicina e cosi’  lontana, almeno per oggi!

Ma il mio stomaco non era soddisfatto ed allora quando ho visto questo cartello pubblicitario accattivante,

non ho resistito ed ecco la mia Clam Chowder in a sourdough bread bowl: detta zuppa di pesce e vongole in scodella di pane!!

Ancora gioia nei miei occhi!

In questa foto ci sono i miei meravigliosi Rayban, che non saranno piu’ miei alla fine della serata!!

Torniamo alla festa di questo bel bimbo!

Ecco i regali che ha ricevuto questa mattina: la felpa di Gap e l’orologio rosso digitale!

Regali fatti ed ora via a festeggiare a Rainforest Cafe’!

Prima di entrare si passa obbligatoriamente nel negozio che vende souvenir a tema foresta (e naturalmente anche quando si esce! Quindi se si scampa l’acquisto all’entrata lo si deve per forza fare al’uscita!!).

Appena chiamano il tuo nome (si deve dare il nome prima di entrare) si passa sempre in mezzo ad un mega acquario, con pesci tropicali coloratissimi.

Dentro e’ tutto scuro

e sembra di essere in una foresta, con alberi ed animali dappertutto.

Questi sono i tavoli, con tanto di camerieri, che sembrano guardie del corpo, per via di quell’auricolare ridicolo!

 

In questa atmosfera da rainforest australiana, mangiamo (io no dato che avevo gia’ magiato prima) e beviamo. I bimbi sono contenti (Sara ha ancora un po di paura quando le luci si abbassano ed inizia a piovere, non sui clienti naturalmente!) e Paolo festeggia i suoi 6 anni con una torta cioccolato chiamata Giant Vulcano Double Chocolate!

Finiamo con il video dei camerieri che portano la torta al nostro tavolo, intonando un canto tribale delle foreste amazzoniche!!

http://www.youtube.com/watch?v=xY7OFtW5rtc