4 vecchi in america

AMAZON.COM: IL PARADISO PER IL COMMERCIO VIA INTERNET!

Posted in Usi e costumi, Varie by quattrovecchiinamerica on 29 agosto 2010

 

AMAZON.COM

IL PARADISO PER IL COMMERCIO VIA INTERNET!

 

Un’altra cosa che non potra’ mai esser uguale in Italia (le ragioni le leggerete tra le righe del post), sono gli acquisti via internet, che qui in USA io faccio quasi esclusivamente via Amazon.com.

 

Amazon e’ un sito mitico, per una serie di motivi, che vado ad elencare:

 

1)  Praticamente si trova qualunque cosa  !! 

 

Questi sono solo alcuni acquisti degli ultimi tempi fatti da noi. 

 

– ViewSonic’s VA2231WM 22-Inch Widescreen LCD Monitor with Speakers, DVI and Energy Star 5.0 (Black)

– Timex T5G941 Heart Rate Monitor Watch

– House M.D. Everybody Lies Juniors/Ladies Charcoal T-shirt Tee

– LG KP500 Cookie Unlocked Phone (Black)–International Version with No Warranty

– 2x Sylvania 72178 Motion Activated Battery Powered Safety Light

– Ac Power Adapter Charger for Toshiba Sd-p1900sn Sd-p2000 Sd-p2500 Sd-p2600 Sd-p2700 Sd-p2800 Sd-p2900 Sd-p71s Sdp93s Sd-p101s

– Honeywell TM005X Wireless Indoor/Outdoor Thermo-Hygrometer

– Pilot WH522-16C-B Black Chrome 16″ Wheel Cover

–  Brand New Apple Travel Wall Charger for 2nd Generation iPod Shuffle – non-OEM

– PHILIPS – All Region Hi-Def 1080p Up-Converting Multi Region DVD Player with USB. Plays PAL/NTSC DVDs(Model DVP5990)With Remote.

– Bargaincell- Brand New Apple IPOD Shuffle 2nd Generation MP3 Player USB Hotsync & Charging Dock Cradle desktop Charger

– Premium White USB Data / Charging Adapter Adaptor for Apple 2nd Generation Shuffle

 

Come vedete si va dalle magliette del Dott. House, ai videoregistratori multiregion, ai cerchioni della macchina, ai telefonini unlocked, ai caricatori per l’ipod. Spesso compro dei biscotti plasmon e del caffe’!

Abbiamo comprato anche DVD, giochi per la Wii, internet radio, speaker per il PC …………………………

Praticamente tutto quello che ti vieni in mente c’e’ e si puo’ comprare!

 

Ma molti potrebbero dire che di siti del genere ce ne sono tanti, ad esempio ebay.

Ma ci sono alcuni vantaggi, che credo siano unici.

 

2) I prezzi sono quasi sempre piu’ bassi di tutti i negozi e super store specializzati!

 

 

Tutti gli acquisti che ho fatto nei negozi normali, li ho pagati di piu’ dei prezzi che offriva amazon.

Per esempio una macchina fotografica digitale della Nikon, comprata BEst Buy di San Diego, l’ ho pagata 30 $ in piu’ rispetto ad i prezzi di amazon!

 

Ma chi non e’ abituato a comprare su internet e su amazon, potrebbe obbiettare che una cosa e’ vedere le cose dal vivo ed una cosa e’ vederle dal sito web.

 

3) Ci sono oggetti nuovi, usati e refurbished

 

Una volta che si trova l’articolo giusto, si possono avere tre opzioni: oggetti nuovi, usati e refurbished.

I prezzi dei prodotti nuovi sono di solito piu’ bassi di quelli venduti nei negozi tradizionali.

I prezzi di quelli usati sono sempre molto bassi (ma bisogna leggere attentamente in quali condizioni sono messi in vendita).

Se non si ha paura degli item refurbished (sono quelli che sono stati rimessi a nuovo dal fabbricante a seguito di un return di un cliente), comprateli, perche’ spesso sono affari.

Io ho comprato due palmari refurbished. Il primo lo ho rimandato indietro, perche’ non funzionava, mentre il secondo (Dell Axim X50) funziona perfettamente e lo ho pagato 1/3 del prezzo di uno nuovo!!!

 

4) Presenza sul sito di amazon di recensioni, caratteristiche tecniche e review dei customers!

 

Di qualsiasi item in acquisto si possono consultare le caratteristiche tecniche (che spesso sono difficili da reperire in negozio, e che quando le si richiedono al commesso  generano nello stesso un attacco di bile!!)

Poi sono molto utili le review dei clienti che hanno comprato prima di te l’articolo in fase acquisto. Si possono capire un sacco di magagne del prdotto e se ci sono nmerose reviews negative, del  prodotto non c’ e’ da fidarsi.

Questo e’ un grande vantaggio rispetto ai negozi tradizionali nei quali e’ impossibile chiedere giudizi di altri clienti!

Ci sono una miriade di recensioni, divise in 5 fascie, da ottimo a pessimo. Alcune delle quali fatte da epserti di recensioni.

Poi se si vuole vedere l’articolo “de visu”, basta andare in un negozio tradizionale, guardarlo toccarlo e poi comprarlo su amazon!!!

 

5) Pagamenti semplici e sicuri con carta di credito

 

La procedure di checkout e di pagamento e’ semplice ed a prova di fesso.

In 5 passi (max 2 minuti) si finisce la procedura di acquisto e si paga in vari modi. Io uso una carta di credito della posta, che mi garantisce la massima sicurezza. Infatti anche se viene clonata, al max mi fregano i soldi che ci ho caricato!!

Se si vuole fare un regalo il pacco viene abbellito come un pacco regalo (a pagamento).

 

6) Pacchi fatti a regola d’arte

 

Amazon e’ una societa’ colossale ed ha linee di imballagio e metodi di imballaggio, che spesso piccole societa’ neanche si sognano!

Fino ad ora tutti i pacchi che mi sono arrivati, non hanno avuto nessun tipo di danneggiamento!

A volte, come si vede dalla foto sotto, si esagera con i pacchi ed i riempimenti, per un item solo!!!

Per chiaririvi cosa e’ amazon leggete questo articolo di un giornale inglese, fatto alla vigilia di Natale 2008.

 

To make sure you get your Xbox 360 this Christmas, Amazon’s U.K. workers pack 140 games consoles every hour. And that might be the easiest part of their day, according to a report in the Times of London , which says laborers are sometimes made to walk up to 14 miles a shift to collect items for packing. The report also notes that U.K. workers risking firing if they take sick days, even with a doctor’s note.

A reporter went undercover in one of Amazon’s U.K. fulfillment centers (warehouses, packaging and delivery centers) and found that laborers there have to work seven days a week, including an overnight shift, which runs from Saturday evening to 5am on Sunday.

The reporter also revealed that Amazon refuses to allow sick leave, even with a doctor’s note. Amazon operates a penalty points scheme, where a worker gets dismissed when he accumulates 6 points. One sick day off will cost the laborer one point.

Breaks are not very comfy for Amazon’s workers either. Apparently they are given only 35 minutes break (15 and 20 minutes respectively) in an eight-hour shift and they have to get permission to go to the toilet.

Amazon U.K. doesn’t deny the report, telling the Times that their workers are “working flat out to ensure that our millions of customers receive the products that they have ordered on time this Christmas.” However, in the U.S., an Amazon spokesperson said to Seattle PI reporter Andrea James: “Don’t believe everything you read!” as “There were many inaccuracies in the U.K. article.” 

Riassunto: i lavoratori inglesi della linea di imballaggio lavorano 7 giorni a settimana, hanno anche turni notturni, spesso si vedono rifiutati i certificati medici per malattie, hanno 35 minuti di break in 8 ore e per andare al bagno devono chiedere il permesso!!

Amazon e’ nata da in un garage di Seattle 13 anni fa ed oggi e’ una compagnia che stima il giro dei suoi clienti che ogni anno comprano qualche cosa, nel numero di 81 milioni!!

  

7) Spedizioni celeri, e spesso senza costi aggiuntivi

Gli articoli in vendita su amazon possono essere venduti in due modi: quelli venduti direttamente da amazon e quelli venduti da ditte private che utilizzano amazon, come mercato virtuale.

Io di solito preferisco comprare le cose vendute direttamente da amazon. Questo perche’ le spedizioni sono piu’ celeri, e se ci si abbona ad amazonprime (3 $ al mese circa, come ho fatto io) gli articoli arrivano in due giorni senza pagare una lira di spedizione. Praticamente al prezzo che si legge su amazon!

Pensate che Venerdi’ ho ordinato un monitor per il mio laptop, ed e’ arrivato il giorno dopo (in un giorno, pagando solo 3 $ in piu! Se avessi voluto aspettare due giorni, non avrei pagato nulla di piu’!).

Mentre le societa’ che usano amazon come vetrina virtuale (marketplace) sono societa’ serie, ma di solito fanno pagare un qualche cosa in piu’ per la spedizione di articoli che non vanno bene. Ma il principale limite di questo tipo di acquisto e’ che se c’e da fare un return, di solito la spedizione del pacco alla societa’ e’ a tuo carico, mentre se si acquista su amazon il return e’ a carico di amazon!!

 

8) Return a carico di Amazon!

 

Quindi come detto prima, se si acquista direttamente da amazon, ed il prodotto non funziona, non vi piace, lo avete acquistato per sbagllio od in un momento in cui avete litigato con il consorte  ………….. basta aprire via internet la pratica di return, e loro ti mandano, istantaneamente, un documento (etichetta) da stampare e da apporre sul pacco di ritorno.

Con questa etichetta si va alla posta o all’UPS e si lascia il pacco a loro, senza pagare nulla. Dopo pochi giorni Amazon, ti rimborsa completamente il prezzo dell’articolo che si e’ mandato indietro!!

Questo senza nessuna richiesta di spiegazione (oltre a quella che si immette nella pratica di return, iniziata e finita via internet in 30 secondi e super user friendly. Niente di complicato e di tecnologico. Pure un somaro potrebbe fare la pratica di return in 30 secondi!).

Degli ultimi acquisti fatti, ho mandato indietro attraverso amazon le cartucce per la stampante che non funzionavano, i cerchioni ed una lamapda che non mi picaceva.

Ed al 100 % ho avuto i soldi riaccreditati sulla mia carta di credito, senza pagare nulla per la spedizione!!

Mentre per una chitarra acustica elettrica che non funzionava bene, comprata da ditte che vendevano su amazon, la spedizione e’ stata a mio carico.

Pero’ i soldi anche in questo caso ho riavuo i soldi indietro al 100%!!

 

9) Pacco consegnato direttamente davanti alla tua porta di casa

 

Questo e’ un altro vantaggio, in USA!!

Infatti Sabato mattina ho trovato il mio monitor davanti alla porta di casa, senza fare neanche la fatica di andare al negozio, fare la fila, caricarlo in macchina e portarlo a casa!

Pero’ questo credo che non potrebbe succedere in Italia.

Infatti se si lascia un monitor nuovo da 22.5 pollici fuori dalla porta (per ore come accade qui in USA), si potrebbe trovare un biglietto del tipo:”grazie, ma la prossima volta ordina anche un computer” (noi italiani siamo anche ironici verso la persona a cui si frega qualche cosa!!). 

 (magari i ladri fossero tutti come Toto’!)

Il rischio di non trovare piu’ l’articolo e’ altissimo in Italia, mentre qui ti lasciano tutto davanti alla porta e nessuno neanche pensi di fregarti qualche cosa!

Io ho mandato un libro a mio fratello in Italia, e naturalmente non e’ arrivato! Non so chi lo abbia preso, ma presumo qualcuno nel tragitto poste italiane – casa di mio fratello!!!!

 

Ci sono poi molte altre utility tipo:

– gli item si possono mettere nel carrello, senza comprarli, per essere osservati nel tempo. Se il prodotto aumento o diminuisce di prezzo ti viene segnalato subito;

– esiste una sorta di memoria storica degli acquisti, che e’ molto utili se vuoi ricordarti cosa hai comprato, quanto hai speso…..;

– ti viene suggerito cosa gli utenti hanno comprato dopo aver guardato quell’articolo;

– ci sono le offerte del giorno;

e tanti altri utili al cliente (e ad Amazon!!).

 

 

A quando Amazon.it??? 

 

 

 

Leggendo alcuni articoli di giornale, amazon.it sembra anora molto lontana!!

Leggete sotto il perche’!! 

Su Il Sole-24 ore di oggi, a pagina 2, Alessandro Merli intervista Diego Piacentini, numero due di Amazon. In poche parole, il dirigente spiega perchè il negozio virtuale statunitense non abbia ancora e non avrà per parecchio tempo una presenza diretta in Italia. Due le ragioni principali: la prima, interna ad Amazon, è la priorità che l’azienda Usa ha assegnato agli investimenti e alla crescita in Asia. La seconda, molto più grave, è il cronico ritardo tecnologico che affligge il mercato italiano, dove la banda larga e l’e-commerce sono ancora agli albori e dove, secondo Piacentini, due fattori frenano la crescita del sistema Italia: la scarsa volontà di fare ricerca e innovazione, ma anche e soprattutto la quasi inesistente propensione di chi investe a rischiare con progetti nuovi.

Mentre altri giornali asseriscono che si potra’ comprare item su Amazon.UK o .Ge o .Fr e che verranno spediti in Italia a prezzi bassi (bassi non per gli USA, dato che io pago 3 $ al mese per spedizioni consegnate in 2 giorni!!). 

Gli internauti italiani possono finalmente acquistare dagli store Amazon, con costi di spedizione a partire a 6 euro.

Amazon apre finalmente le porte agli italiani, non si parla ancora di un vero negozio, bensì della possibilità di godere degli sconti e delle spedizioni a costo agevolato, applicati da Amazon.co.uk, Amazon.de e Amazon.fr.

Anche gli italiani, potranno comprare a prezzi bassi e con consegne veloci da uno qualunque dei siti web europei di Amazon.

E non parliamo solo di libri, DVD, ma anche di prodotti di elettronica, articoli per la casa e la cucina, Fai da Te e ferramenta, accessori e ricambi per auto, articoli sportivi, abbigliamento, scarpe, giocattoli e articoli per l’infanzia, gioielleria, orologi, programmi software e videogame.

Interessanti i costi di spedizione che vanno da 6 euro (tre giorni per la consegna) a 10 euro (uno o due giorni per la consegna).

Siamo lieti di offrire agli italiani una gamma di prodotti che risulteranno di particolare interesse ad esempio Amazon.co.uk può fornire una scelta di oltre 55.000 titoli fra libri e DVD in lingua italiana, ha spiegato Diego Piacentini, Senior Vice President International di Amazon.

Finalmente le grosse aziende sul web spingono il mercato italiano.

Libri, Dvd e molto altro, compresi prodotti di elettronica e articoli per la casa e la cucina: finora Amazon.com era per gli internauti italiani una meta di shopping telematico solo per pochi generi di beni, oltretutto separata da un intero oceano. Da oggi, invece, i cittadini residenti nel Paese possono comprare l’intero catalogo del sito di e-commerce più popolare al mondo dai principali siti Web europei, e cioè Amazon.co.uk, Amazon.de e Amazon.fr.

La merce acquistata on line – accessori e ricambi per auto, articoli sportivi, abbigliamento, scarpe, giocattoli e articoli per l’infanzia, gioielleria, orologi, programmi software e videogame e ovviamente i classici libri – verrà debitamente recapitata all’indirizzo di residenza in Italia del compratore. Spendendo quanto? I costi di spedizione verso l’Italia vanno da sei euro per termini di consegna a partire da tre giorni mentre la scelta di un corriere espresso, con esecuzione in uno o due giorni lavorativi, comporta una tariffa base di 10 euro per spedizione. Nel caso degli acquisti su Amazon.co.uk (dove si trovano oltre 55.000 titoli fra libri e Dvd in lingua italiana) il grande merchant americano ha predisposto per i consumatori che utilizzeranno carte Visa o MasterCard la possibilità di pagare direttamente in euro verificando prima dell’acquisto, grazie a un apposito convertitore, l’esatto ammontare dell’ordine. Per quanto riguarda i dettagli della transazione, la società di Seattle conferma che l’Iva da pagare sarà quella italiana e il prezzo totale dell’acquisto sarà possibile vederlo non al momento della scelta del prodotto ma solo quando lo stesso sarà posizionato nel cestino. Praticità, ampia disponibilità di scelta (ai milioni di prodotti offerti direttamente da Amazon si aggiungono quelli di migliaia fra venditori e distributori che operano tramite la piattaforma) e costi alla portata di tutti sono di fatto il succo di un annuncio che apre nuove opportunità di business al sito principe dello shopping su Web pur senza la tanto attesa localizzazione dello stesso in lingua italiana.

L’annuncio è arrivato stamattina in occasione del Forum e-Commerce organizzato dal Consorzio NetComm e a darlo è stato in videoconferenza dagli Stati Uniti Diego Piacentini, Senior Vice President International di Amazon. “Il nostro obiettivo – ha detto l’ex top manager di Apple – è quello di offrire anche ai clienti italiani la convenienza di acquistare on line tutto quello che desiderano, beneficiando dei bassi prezzi di uno qualsiasi dei siti Web europei di Amazon”. Per vedere Amazon in versione italiana c’è quindi tempo – Piacentini non ha lasciato trapelare nulla al riguardo ammettendo solo che è una questione di “quando” – anche perché le priorità al momento sono altre e fra queste c’è la Cina. Le aspettative di fatturato per quanto riguarda il mercato italiano non sono note ma la sensazione del vice president di Amazon vede l’Italia al quarto posto fra i Paesi dell’Unione europea. L’altra faccia dell’iniziativa della società capitanata da Jeff Bezos è quella di Amazon Marketplace.

Il tempo ci dira’ se questo sara’ possibile o meno.

Ma i pacchi lasciati fuori dalla porta che fine faranno?

Quella di questo celebre e spassossisimo film?

Oppure quella che fanno i conigli nel cappello di un mago??!!