4 vecchi in america

COME MAI IL MIO SURF CREA TANTO IMBARAZZO?

Posted in Uncategorized, Usi e costumi, Varie by quattrovecchiinamerica on 19 settembre 2010

 

COME MAI IL MIO SURF CREA TANTO IMBARAZZO?

 

L’anno scorso siamo andati in vacanza nel profondo Sud dell’Alabama ed abbiamo comprato a Paolo una tavola da surf, con stampata sopra una bandiera che mi sembrava accattivante.

Il surf e’ piaciuto molto a Paolo che ci ha giocato tutta l’estate scorsa.

Effettivamente il colore della bandiera e’ vivace e simpatico.

Quest’anno lo abbiamo usato molto nella piscina del nostro residence.

Un giorno un ragazzo Americano, con parenti italiani (che prova sempre a parlare italiano con noi), mi ha preso in disparte ed ha iniziato a farmi domande strane sulla bandiera stampata sul surf.

Mi chiedeva se conoscevo la storia di quella bandiera.

Naturalmente non la conoscevo.

Allora mi ha detto che sarebbe stato meglio non usare piu’ quel surf, dato che offendeva le persone afroamericane!!

Abbastanza incredulo di quanto dettomi, mi sono fatto spiegare meglio la storia ed ho approfondito le origini su numerosi siti internet.

 

Vediamo se il mio amico ha ragione, tornando indietro di 150 anni circa!

 

Gli Stati Confederati d’America (undici Stati in cui vigeva la schiavitu’: South Carolina, Mississippi, Florida, Alabama, Georgia, Louisiana, Texas, Virginia, Arkansas Tennessee e North Carolina) dichiararono la loro secessione dall’Unione tra il 1861-1865, periodo in cui si e’ svolta la Guerra Civile Americana.

Ieri sera mi sono letto un libro sulla Guerra civile Americana, e vi assicuro che (a chi piace la storia!) e’ stato veramente interessante!

Ma di questa Guerra, forse, ne parleremo in un altro post!

Comunque dopo 4 anni di aspre battaglie tra i due eserciti (comandati da Lee, per i Sudisti, e da Grant, per i Nordisti), in cui gli Stati Secessionisti sono andati vicinissimi alla vittoria finale nella Battaglia di Gettynsburg (nonstante l’inferiorita’ di uomini e mezzi, ma la netta superiorita’ in campo strategico-militare),

nell’Aprile 1865 l’Unione (con la conquista della capitale degli Stati del Sud Richmond) mise praticamente fine alla Guerra, costringendo il Generale Lee ad accettare la fine delle ostilita’ offerta dal Generale Grant.

Durante la Guerra Civile furono usate diverse bandiere degli Stati Confederati, ed ancora oggi il loro uso (ufficiale o privato) e’ molto controverso.

Questo perche’ sventolando una di queste bandiere, in qualche modo si inneggerebbe alla schiavitu’ (oppure alla supremazia dei bianchi sui neri), pratica comune negli Stati del Sud in quel periodo.

Prima di arrivare alla bandiera stampata sul mio surf, ce ne sono state molte altre!

 

Prima bandiera confederata (“the Stars and Bars”)

La prima bandiera sventolata dalla Confederazione fu usata dal 5-Marzo-1861 al 26-Maggio-1863.

Fu progettata dall’artista prussiano Nicola Marschall in Marion Alabama e mostra la prima volta nella citta’ di Montgomery in Alabama. Lo stesso Marschall disegno’ le uniformi dei Sudisti.

Quando la guerra’ inizio’ la bandiera Stars and Bars, causo’ molta confusione sul campo di battaglia, a causa della sua somiglianza con la bandiera utilizzata dall’Unione!

La bandiera fu modificata piu’ volte, nel numero delle stelle che rappresentavano gli stati della Confederazione, fino ad arrivare a 13!

Si parti’ dai sette stati orginari della secessione (South Carolina, Mississippi, Florida, Alabama, Georgia, Louisiana, Texas), per passare a 9, poi ad 11 (Virginia, Arkansas Tennessee e North Carolina) ed infine ai 13, con l’annessione del Kentucky e del Missouri.

 

La seconda bandiera confederata (“the Stainless Banner”)

Il nuovo design della bandiera Confederata prevedeva un sfondo bianco, in cui era disegnato (in alto a sinistra) una rettangolo rosso con due striscie blu in diagonale (la famosa croce del Sud), in cui erano rappresentati i 13 stati da altrettante stelle bianche.

Il soprannome “stainless” (senza macchia) si riferiva alla purezza del bianco. Il bianco avrebbe dovuto rappresentare la purezza della Causa (per la quale si combatteva). Anche per questa bandiera la vita fu breve, in quanto i militari la osteggiavano per la presenza di troppo bianco, che la rendeva ambigua. Infatti in assenza di vento la croce del Sud poteva non vedersi da lontano, facendo apparire la bandiera come una bandiera bianca, che in guerra significa tregua!

 

Terza bandiera Confederata (“the Blood Stained Banner” – 4 Marzo 1865 – 5 Maggio 1865)

 

La terza bandiera fu adottata dal 4 Marzo 1865, poco tempo prima della caduta degli Stati secessionisti.

Venne aggiunta una striscia verticale rossa (in onore dell’ultima striscia della bandiera francese, da cui gli Stati del Sud aspetavano un aiuto nella famosa battaglia di Gettysburg, in cui avrebbero potuto chiudere a loro favore la guerra!), oltre alla croce del Sud, di derivazione Britannica.

 

Ma ancora siamo lontani dalla bandiera rappresentata dal mio surf!

 

The Confederate Flag

 

La variante rettangolare che vedete sopra e’ la bandiera da battaglia usata da alcune unita’ da combattimento dell’Esercito Confederato.

Questa  e’ quella che e’ stampata sul mio surf, chiamata: “The Confederate Flag” o “The Confederate Battle Flag”.

Sebbene non abbia mai rappresentato gli Stati della Confederazione, e’ riconosciuta come il simbolo del Sud!

E’ anche chiamata the “rebel” or “Dixie” flag, e spesso ci si riferisce ad essa chiamandola the “Stars and Bars” (che invece come abbiamo visto e’ la prima bandiera nazionale degli Stati Confederati, completamente diversa da questa!!).

 

Durante la prima meta’ del ventesimo secolo la bandiera Confederata ha goduto di rinnovata popolarita’.

Alcune Unita’ militari americane, con soprannomi Sudisti o composte in maggiorparte da persone provenienti dal Sud, fecero di questa bandiera il loro emblema, durante la Seconda Guerra Mondiale.

Alcuni soldati portarono questa bandiera questa bandiera durante la battaglia di Okinawa nel 1945, e la issarono per tre giorni sopra il Castello di Shuri.

La bandiera fu poi tolta il quarto giorno, sostituita da una bamdiera americana, una volta che il Generale Buckner (figlio di un generale della Confederazione!) si accorse di quanto accaduto!

Questa e’ la storia, ma ad oggi la bandiera degli Stati Confederati si puo’ trovare in tanti posti e stampata sopra molti oggetti.

Sui corpetti dei neonati,

sulle cover dei telefonini,

sui guanti da cucina (and.co),

sulle targhe delle macchine,

sui bikini indossati da belle sudiste,

sul tetto della general Lee, di Bo and Luke, in Hazzard (mitico telefilm!),

sul corpo di sudisti d’hoc, come tatuaggio,

sulla facciata di un ristorante italiano(!!) accanto alla bandiera americana (!!),

sulle spalle di gruppi tipo KKK (ku kux klan),

sulla tomba di convinti sudisti!!

Praticamente dappertutto (dalla nascita alla morte!), solo che se non ci si fa caso e non si conosce la storia, non la si nota!

Ma la cosa che e’ piu’ strana che nonostante il dibattito ancora in corso sul significato di questa bandiera, alcuni Stati del Sud, hanno ancora la confederate flag all’interno della bandiera del loro Stato!!

Bandiera del Mississipi:

Bandiera delle Georgia fino al 2001

Poi ci sono Stati come l’Alabama e la Florida che hanno bandiera che ricordano nella struttura la confederate flag.

 

Anche la bandiera della Capitale dell’Alabama, Montgomery, ricorda tantissimo la confederate flag.

Addirittura su alcuni stemmi della polizia dell’Alabama, compare la confederate flag.

 

Appurato che siamo circondati da confederate flags, rimane da capire se ancora oggi si possa mostrare la confederate flag, senza offendere nessuno.

A quanto si legge da Wiki, ancora oggi mostrare la Confederate flag rimane una cosa controversa e generalmente c’e’ disaccordo di opinioni.

Alcuni gruppi usano la Croce del Sud come simbolo associato alle loro organizzazioni, inclusi gruppi neonazisti, gruppi Ariani e Ku Klux Klan.

Resta il fatto che in molte universita’ e scuole americane l’uso di tale bandiera e’ stato vietato. Cio’ ha aumentato l’idea che l’uso di tale bandiera sia un segno innegabile di voglia di supremazia dei bianchi sui neri.

Tale idea e’ stata rafforzata anche dal fatto che tra il 1950 ed il 1960 i movimenti per i diritti civili, fecero della confederate flag un simbolo di antirazzialita’!

Ma a mio avviso la maggiorparte delle persone che usano questa bandiera, lo fanno solo perche’ rappresenta il passato del loro Stato e la differenza culturale e di tradizioni tra i paesi del Sud e del Nord.

La mia sensazione e’ confermata dalla lettura di molti blog e forum sull’argomento.

 

Ecco un sondaggio proposto da un blog: 

 

To me, The Confederate Flag represents my Heritage, not hate. I believe The Confederate Flag should be flying under the USA Flag, in the Southern States. What do ya’ll  (you all!!) think?

  

– I absolutely believe The Confederate Flag should fly!

– I’m not sure if The Confederate Flag should fly

– No, I think the Confederate None of the above (Please leave a comment)

– Undecided (Please leave a comment)

– Flag is racist.

 

 Che ne pensate voi ??!!

  

Finiamo con una vignetta.