4 vecchi in america

ARRIVATI!

Posted in Escursioni-Viaggi by quattrovecchiinamerica on 24 dicembre 2010

 

 

ARRIVATI!

 

Dopo aver lasciato le piantine ad una nostra amica italiana, che gentilmente si prendera’ cura di loro durante la nostra assenza,

alle 10.30 siamo partiti alla volta di Roma!

Il primo volo fino ad Atlanta e’ stato tanto breve (28 minuti di volo), quanto spaventoso.

L’aereo era piccolo, piccolo e secondo me il pilota non era un asso di volo.

Durante la fase di atterraggio, ad Atlanta, l’aereo non riusciva a stabilizzarsi (anche se il vento non sembrava presente), e’ arrivato a forte velocita’ sul terreno ed e’ atterrato con violenza sulla pista su una ruota sola!!

Dopo un fortissimo rumore (sembrava che la ruota si fosse staccata) ha rimbalzato un paio di volte sulle due ruote per stabilizzarsi e dopo una fortissima frenata finalmente si e’ fermato!

Subito dopo lo spavento (non per i bimbi, che pensavano di essere sulle montagne russe), avevamo 3 ore di tempo da spendere nel mega aeroporto di Atlanta (il piu’ trafficato del mondo!!!). 

Una buona mezz’ora la abbiamo passata ascoltando questi artisti di aeroporto, che cantavano musiche di Natale, su richiesta.

Erano veramente bravi e non volevano un penny, in cambio della loro performance!

Sotto gli spettatori improvvisati, che tra un volo ed un altro si godevano lo spettacolo.

Poi abbiamo mangiato un buona pizza (americanamente parlando) e bevuto una ottima birra alla spina, al terminal E (nostro luogo preferito all’aeroporto di Atlanta).

I ragazzi erano supereccitati, perche’ a loro piace volare su aerei di grosse dimensioni, ma sopratutto volevano tornare a Roma.

Questo era il nostro “traghetto” per Roma.

Appena 10 ore di volo (che per me sono sempre interminabili, dato che non riesco a dormire mai!) e noi, le nostre 5 valigie, i nostri due zaini, i nostri due passeggini e noi stessi, siamo arrivati a Roma.

Puntuali alle 7.30 siamo arrivati a Fiumicino, ed appena sbarcati abbiamo avuto la solita sensazione di tristezza, che ci prende ogni volta che percorriamo i corridoi e le hall del nuovo terminal (inaugurato da appena 2 anni circa!!).

Colore dominante grigio e nero (che fa venire in mente solo una cosa: tristezza suprema!), abbastanza sporco, freddo, e poca cura dei particolari. L’ascensore che dai binari del treno (che va dal terminal nuovo a quello vecchio) va ai piani inferiori, e’ piccolo quanto quello di casa mia (al massimo ci entrano due carrelli, se ci si sforza molto)!!

Mi chiedo sempre come sia possibile, che un terminal nuovo, sia cosi’ poco accogliente e poco ben pensato!

A parte questo, la tristezza e’ passata subito, dopo aver visto babbo e Gianluca, che con le loro due macchine ci erano venuti a prendere.

Per tornare a casa, ci abbiamo messo solo due ore (tempo per arrivare in Svezia con l’aereo), ed abbiamo ammirato i meravigliosi parcheggi in doppia e tripla fila, che rallentavano il traffico ad arte. Il tutto senza la presenza di un vigile!

Dopo queste meravigliose due ore di traffico, che e’ stato il benvenuto a Roma, ci siamo consolati con un pranzo da sogno (per noi che veniamo da un anno di cibo americano!).

Anche se avevo detto a mamma di preparare solo un piatto, ne ha fatti svariati.

E meno male!

Pasta al forno,

carciofi alla romana, melanzane fritte, polpette, olive,

petti di pollo fritti (finiti in un attimo) e costolette di agnello fritte,

e ricotta fresca (i dolci non li ho fotografati, perche’ finiti in un attimo!!).

Questo sara’ il nostro campo di battaglia per 20 giorni!

12 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Marco Treviso said, on 25 dicembre 2010 at 11:46 am

    Buon Natale ancora a te ed alla tua famiglia!
    Certo la cucina italiana ha veramente pochissimi termini di paragone, ma quella di casa delle proprie tradizioni e della propria infanzia proprio zero.. Viene fame solo a guardare..🙂 gnam
    Io oggi ho tentato di contenere l’abbuffata in tartine miste con: carpaccio di spada in vinagrette di basilico e senape, salmone affumicato scorze d’arancio ed erba cipollina, robiola e noci , spiedini di mazzancolle al brandy. Un primo abbondante di tagliolini alla granseola, ed un misto di dolci e frutta secca.. In effetti sono più che sazio, ma a sentire di queste buone cose..🙂 Gnam!
    P.S. è bello capire che si è arrivati a casa quando si vede il parcheggio selvaggio eh..?
    uff..😦

    • quattrovecchiinamerica said, on 26 dicembre 2010 at 5:15 pm

      Caro MArco

      d’accordo con te che la cucina italiana e’ tra le prime nel mondo!

      Noto che ti sei trattato con i guanti bianchi, leggendo quello che hai mangiato!!

      In questi giorni anche noi abbiamo mangiato troppo e troppo bene!

      Per il parcheggio selvaggio, 3′ anche questa PURTROPPO una tradizione

      ciao Ezio

  2. Emanuele said, on 26 dicembre 2010 at 1:44 am

    Ciao carissimi, anche se in ritardo tanti auguri di Buon Natale

    • quattrovecchiinamerica said, on 26 dicembre 2010 at 5:17 pm

      Ciao Emanuele

      tanti auguri anche a te e famiglia.

      Ciao Ezio

  3. Fabrizio said, on 26 dicembre 2010 at 11:17 am

    Ezio ma che tradizione culinaria c’è da voi per la vigilia di natale? Non mi sembra una tipica cena di vigilia romana, visto che vedo la presenza di carne. Anche in buona parte delle marche (dove anche io come te ho origini) mi pare non sia in uso mangiare carne il giorno di vigilia. Cmq auguri alla famiglia Vecchi ;D

    • quattrovecchiinamerica said, on 26 dicembre 2010 at 5:18 pm

      Caro Fabrizio

      le foto che hai visto erano relative ad un pranzo|cena del 23 Dicembre.

      Alla vigilia ed il 25 abbiamo fatto sul serio!!

      La vigilia pesce ed il 25 carne!

      Tanti auguri

      Ezio

  4. paolo said, on 27 dicembre 2010 at 5:59 am

    Bentornati in italia!!!
    Auguri a tutti voi di buone feste.
    Paolo e Patrizia.

    • quattrovecchiinamerica said, on 27 dicembre 2010 at 8:23 am

      Ciao Paolo e Patrizia

      grazie degli auguri e buone feste anche a voi!

      Se passate a roma fatevi sentire!

      Ciao Ezio

  5. Giulio Maggi said, on 30 dicembre 2010 at 8:26 am

    Ciao Ezio…….ora ci scriviamo da postazioni diverse….anche io non sto piu a Torino ma a Marsala dove ci vado tutti gli anni per trovare mia suocera che è di quelle parti

    Finite le vacanze tornerò a Torino a riprendere il mio lavoro quotidiano…
    Fammi sapere tutii i tuoi spostamenti…tanti saluti e buon inizio anno a te e famiglia
    ciao

    • quattrovecchiinamerica said, on 31 dicembre 2010 at 8:52 am

      Caro Giulio

      goditi la cucina siciliana, che so essere meravigliosa e succulenta!

      Tanti auguri

      Ezio

  6. stefania said, on 3 gennaio 2011 at 1:38 am

    Hy Ezio
    is a pleasure to reread you
    kiss and best wishes again
    Stefania

    • quattrovecchiinamerica said, on 3 gennaio 2011 at 5:03 am

      Hi Stefy

      I do not have much time to write on the blog during these days, but tomorrow I’ll post something new!

      Bye

      Ezio


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: