4 vecchi in america

INSIDE ALABAMA DRIVER MANUAL AND USA (PART 2)

Posted in macchine, patente di guida in USA, Usi e costumi, Varie by quattrovecchiinamerica on 21 giugno 2013

Road-Sign-Practice-Test-795

INSIDE ALABAMA DRIVER MANUAL AND USA (PART 2)

Ci eravamo lasciati, part 1 del post precedente, con il dubbio seguente: prendere la patente in Alabama come avevano fatto tutti i miei predecessori italiani o confidare nel cavillo burocratico trovato nel manuale di guida, che sembrava far intendere che ai militari ed alle loro famiglie che vivevano in Alabama per un lungo periodo, non era richiesto di prendere la patente americana.

Natrualmente ho scelto la prima delle alternative e cioè quella di prendere la patente in Alabama!

Quindi ho iniziato a leggermi il manualetto ed a tradurlo per Stefania, che all’epoca non parlava molto bene l’inglese.

Ho iniziato a capire quali documenti servivano per sostenere l’esame:

  Untitled

Se notate bene i documenti da presentare per sostenere gli esami di guida non sono pochi, infatti servono due documenti primari (di cui uno almeno con foto) e tre documenti senza foto (ma di cui uno primario).

Per la serie “non solo in Italia ci si complica la vita”!

Untitledddd

In piu’ per i non US resident (cioe’ io e Stefania) servivano dei documenti addizionali: uno e’ il famoso ed importante SSC (Social Security Card), di cui ho già parlato in uno dei primissimi post, e l’altro era una VISA (visto) in corso per almeno 160 giorni.

Untitledeee

A proposito di VISA vi ricordo che se il vostro viaggio negli USA è esclusivamente per turismo o affari, oppure se dovete solo passare negli Stati Uniti , in transito verso un’altra destinazione, non vi serve la VISA.

Visa-Application

Cosi’ come non vi serve la VISA se la vostra permanenza negli USA dura non piu’ di 90 giorni.

Attenzione pero’ che questa regola generale va coniugata con il tipo di passaporto che possedete: digitale, tradizionale con lettura ottica, non a lettura ottica  ……..

Quindi andate a leggere attentamente anche le regole della VISA in base al passaporto posseduto a questo link:

http://italian.italy.usembassy.gov/visti.html .

Nel link è specificato bene anche se i bambini devono possedere o meno il possaporto, cosa molto importante quando si progetta un viaggio familiare in USA, per non rimanere come dei fessi in aeroporto!

Ma la cosa piu’ importante da sapere è che nel caso non si avesse bisogno della VISA BISOGNA avere l’ESTA!!!

esta-logo-for-website

Autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization)

TUTTI i viaggiatori che intendono recarsi negli USA nell’ambito del Programma “Viaggio senza Visto” devono ottenere un’autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization) PRIMA di salire a bordo del mezzo di trasporto prescelto. Tutte le informazioni su come ottenere un’autorizzazione ESTA sono contenute nella pagina “Autorizzazione ESTA” di questo sito.

Continuando nella lettura del manuale, per gli amanti delle minuzie come me, ecco una lista di possibili cause di non validità del documento:

Untitledff

Ma andiamo sul pratico e vediamo cosa bisogna fare per sostenere l’esame per la patente.

Prima di tutto bisogna fare un esame della vista, che si fa semplicemente il giorno stesso dell’esame orale, direttamente presso l’Ufficio preposto.

mzl_zmoynqph_175x175-75

Untitledduuiririr

wrecks

Passato l’esame della vista, ci si prenota per il test di conoscenza (knowledge test), che si esegue al computer, alla modica cifra di 5 $ (circa 3.5 Euro).

Ma la cosa bella è che se non si passa l’esame (ed il risultato lo si ha in tempo reale al termine dell’esame, ci si puo’ riprenotare subito per un altro esame , pagando altri 5 $!

Insomma se sei proprio un ciuccio, con 30 $ (6 esami orali, tutti fatti in meno di due ore, se non c’e’ tanta fila) potresti pensare ragionevolmente di passare il knowledge test.

Untitled'kgfdd

Per chi non fosse in grado di comprendere e leggere il knoledege test, c’e’ la possibilità di sostenere degli esami orali.

Untitledssrerr

Per chi avesse poi problemi di udito, e quindi non in grado di sostenere un esame orale, c’e’ la possibilità di fare l’esame con l’alfabeto dei segni.

Untitleduui

Per gli stranieri che non capiscono l’inglese e’ prevista la possibilità di effettura in esame scritto nella sua lingua. e’ prevista la possibilita’ di farlo in Arabo, Cinese, Spagnolo, Tedesco, Greco, Giapponese, Russo, Francese, e perfino in Farsi, MA NON IN ITALIANO!!!!!

Insomma se sei italiano o parli e capisci l’inglese o la patente te la scordi !

Untitledyuu

Chiudiamo il post con un po di numeri su eta’ minima per prendere le varie patenti.

Per la cronaca, per guidare una macchina ci vuole la patente D e qui si prende a 16 anni (con evidenti problemi di sicurezza, a mio avviso, mitigati pero’ dal fatto che in molta parte di USA, il traffico e’ quasi inesistente).

Mentre il nostro foglio rosa, qui in USA si prende a 15 anni!

Untitleddffddf

sul tipo di patenti da prendere,

Untitledvv

e sui costi per sostenere l’esame della patente.

Fate un confronto con i nostri prezzi e ditemi se sono piu’ alti o meno (a me risulta che la patente B in Italia può essere conseguita con circa 220 euro da privatista, ma dai 500-700 euro all’autoscuola)?

Untitledcccww

Nei prossimi post, parleremo di come e’ finita la nostra avventura per prendere la patente americana, dei road tests e delle domande che fanno agli americani per i knowledge tests.

schedule-test-drive

INSIDE ALABAMA DRIVER MANUAL AND USA (PART 1)

Posted in macchine, patente di guida in USA, Usi e costumi, Varie by quattrovecchiinamerica on 14 giugno 2013

ZAxz

INSIDE ALABAMA DRIVER MANUAL (PART 1)

In questo post e nei prossimi vi parlero’ della patente di guida “Alabamiana”, commentando le pagine piu’ importanti dell'”Alabama driver manual”.

Questo perche’ ci sono cose-simboli e regole in quel codice della strada completamente diverse da quello nostro, ed anche perche’ leggendo i vari passaggi del libricino, potrete comprendere quanto diverso e’ il mondo americano da quello italiano.

Quando siamo arrivati in Alabama, nel lontano Luglio 2008, una delle prime cose da fare (oltre a trovare casa e comprare due macchine, di cui vi ho parlato nei primissimi posts) era quella di prendere la patente dello Stato dell’Alabama.

Il mio amico Piero era stato prodigo di consigli e mi aveva detto tutto quello che c’era da fare per prendere la patente (leggendo i posts, vi accorgerete che e’ molto piu’ facile rispetto alle procedure italiane).

Naturalmente la prima cosa fu quella di andare a prendere il libretto su cui studiare la teoria, perche’ per la pratica credevo di non avere problemi, in quanto guidando a Roma non credevo di avere problemi nel guidare in uno Stato in cui il traffico praticamente non esiste!

Prima di tutto le dimensioni del libretto sono umane, infatti e’ un piccolo libricino di circa 80 pagine con moltissime figure, in inglese naturalmente.

Aprendo il libro subito una gradita sorpresa:

Organ donation

Praticamente uno spot sulla donazione di organi!

Puo’ sembrare un menargramo trovare in un manuale di guida un richiamo siffatto (infatti si presume che uno prenda la patente e non per questo motivo debba morire presto!), ma e’ di sicuro effetto e centra il suo obiettivo: far leggere a tutti, specialmente ai giovani, che esiste questa problematica e che se c’e’ la voglia di portare al’attenzione di tutti il problema della donazione di organi, si puo’ fare in modo semplice ed immediato.

Grande mossa di marketing sociale

Subito dopo questa pagna si trova il faccino del Governatore Bentley (quando ero in Alabama era Bob Riley) che con una mini lettera recapita il suo messaggio, ai futuri guidatori che percorreranno le strade dell’Alabama.

Untitled

Conclude dicendo ai futuri guidatori di impegnarsi per rendere l’esperienza di guida in Alabama sicura e piacevole, nella speranza che ogni guidatore renda le strade dell’Alabama le piu’ sicure della nazione!

In pratica fornisce una mission ai neo guidatori!

La pagina successiva, come se non bastasse, ecco altre raccomandazioni del Col Mc Call, Direttore del Dipartimento di sicurezza pubblica dell’Alabama.

Untitledff

Lui dice che il manuale serve a far superare l’esame (ma non e’ tutto cio’ che si deve sapere per superare l’esame), ma serve anche diventare un “corteous” guidatore (fantascienza per chi vive a Roma!!).

Sottolinea il fatto che prima di partire con la macchina bisogna allacciarsi le cinture di sicurezza (“buckle up” e’ il termine che si usa in Alabama per dire “allacciarsi le cinture di sicurezza”) e da specifiche direzioni in materia di cinture di sicurezza per bambini e ragazzi fino ai 15 anni.

Per chi come me approcciava per la prima volta la semplice burocrazia americana, il capitolo primo era uno dei piu’ importanti da studiare, infatti da le informazioni piu’ importanti su chi puo’ prendere la patente, quali documenti servono, come si svolgono gli esami di teoria e di guida, eventuali esami successivi …….

xx

Untitledeee

Da questo passaggio si capisce che ogni residente dell’Alabama deve avere la licenza di guida se possiede un motoveicolo (ad eccezione di chi guida un trattore). Tutte le persone che non hanno preso la licenza di guida in Alabama e le persone dell’Alabama a cui e’ scaduta la patente di guida da piu’ di 3 anni devono passare l’esame di guida. Il possessore di una licenza di guida rilasciata da un altro Stato americano, che non sia scaduta da piu’ di un anno, non deve rifare l’esame di guida.

E questo ancora non mi diceva nulla su cio’ che dovevo fare per prendere la mia licenza di guida!

Allora sono andato a guardare le persone che non potevano ottenere la licenza di guida.

Untitledcc

Ma qui si capisce solo che non possono ottenere la patente di guida le persone sotto i 16 anni, gli ubriaconi abituali, chi soffre di disturbi psichici, tutte le persone che falliscono l’esame di guida quando richiesto(che e’ una novita’ per noi italiani! Infatti sembra quasi una clausola vessatoria, perche’ ti potrebbe venir chiesto in qualsiasi momento di rifare l’esame di guida e se non lo superi potresti avere revocata la patente).

Insomma anche qui non c’e’ traccia di persone come me che stavano in Alabama per lavoro e per servizio!

Ma dopo poco mi ritrovo in queste poche righe, dove si parla di persone a cui non e’ richiesto obbligatoriamente di ottenere una licenza di guida dell’Alabama.

Untitledaaa

Mi sono quindi ritrovato al terzo bullet, quando si parlava di un residente di almeno 16 anni (e ne avevo ben di piu’!), con una valida patente (e la mia italiana era valida fino al 2015) rilasciata dal tuo “home state”. In piu’ si parlava di militari di altri Stati e delle loro famiglie che lavoravano in Alabama, con periodi di assegnazione di lungo termine (ed il mio periodo di duty era per ben 3 anni!).

In piu’ avevo la patente internazionale che valeva valida sino al 2014!

Ma pur essendomi ritrovato nella normativa americana, i miei dubbi erano due:

1) nella manuale visto sopra si parla di Stato, ma ero quasi sicuro che l’interpretazione della parola  Stato scritta nela manuale di guida non fosse come pensavo io (e cioe’ il mio Stato di origine, l’Italia), ma uno Stato degli USA!!

2) perche’ i miei predecessori italiani avevano tutti preso la patente dell’Alabama e non avevano sfruttato questo comodo cavillo gioridico per non prendere la patente?

Al prossimo post la soluzione dei miei dubbi e molte altre curiosita’ sul mondo della segnaletica americana e delle abitudini di guida di questo paese!

texting-ban-e237f1fd0c1b439d_large