4 vecchi in america

UN SABATO NON POLARE!!!

Posted in Attivita' bambini, Famiglia e dintorni, Ristoranti e cucina by quattrovecchiinamerica on 22 febbraio 2010

 

 

UN SABATO NON POLARE!!!

 

Finalmente dopo due settimane di freddo intenso, neve e ghiaccio (non usuali per il Febbraio di Huntsville), questo Sabato e’ uscito il sole e la temperatura era piacevole (circa 13 gradi Celsius!!).

Con i bambini siamo stati spesso in casa, in queste passate settimane,  e ci siamo scocciati abbastanza.

Allora visto il bel tempo abbiamo deciso di andare al parco in centro di Huntsville (Big Spring Park).

Spesso chi segue il blog mi ha chiesto se ad Huntsville fossero presenti palazzi alti, oltre che le usuali subdivision con case ad uno o due piani.

Come detto piu’ volte i palazzi alti (tipo i nostri) sono presenti solo in centro di HSV (e solo vicino alla piazza centrale. Mentre nel resto del centro ci sono sempre case ad un piano, ma piu’ antiche.

La strada che scende (deserta come ogni Sabato!) proviene dalla piazza centrale e sulla curva ci sono dei gradini che portano al parco.

 

Ecco uno dei pochi  palazzi alti che ci sono ad Huntsville. 

Scesi i gradini si arriva al parco.

E’ molto carino, perche’ c’e’ un canale con pesci ed anatre, una cascata ed un secondo lago piu’ grande, poco piu’ lontano. 

Ponte sul canale. 

Pesci nel laghetto antistante la cascata. 

Entrata laterale del parco che da sul ponte. 

Le belle di casa Vecchi!

 

Paolo che cerca di volare! 

Qui ci prova da ancora piu’ in alto! 

Questo cartello e’ strano: attraversamento anatre!!! 

Il laghetto che vedete a destra e’ l’altro lago, che si raggiunge attraversando la strada.

Come sono precisi gli americani: l’attraversamento anatre in un punto e quello umano piu’ indietro!!! 

Le anatre e’ come se sapessero leggere, infatti erano in fila ad attendere il loro turno per attraversare!!! 

Questo e’ il secondo lago (molto piu’ grande del primo, che finisce davanti al Von Braun Center (palazzo tondo in fondo, dove si fanno la maggiorparte degli spettacoli di Huntsville).

Risaliti dal parco raggiungiamo la zona dove c’e’ il museo dei bimbi (Early Works Muesum). Come vedete il profilo delle case torna basso!

Tutte case di legno ad un piano e nessuno per strada!! 

Per farvi vedere che non dico fesserie, ecco una foto di Paolo e mia, in mezzo alla strada. Le foto sono state fatte  in due momenti diversi e nessuno che passa!

 

Paolo e Sara che scherzano tra loro, nella citta’ fantasma!!! 

Ho fatto questa foto, perche’ passavano due macchine. Evento per il centro citta’, di Sabato!!! 

Poi il nulla!! 

Ecco la casa davanti al museo dei bimbi. Bella ed antica (avra’ 150 anni??!!). 

Finalmente arriviamo all’Early Works Children Museum, luogo preferito di Paolo e Sara.
Noi abbiamo la tessera, che per 75 $ all’anno permette entrate illimitate a tutta la famiglia + un altro bambino a  piacimento.  A noi conviene dato che se paghi ogni volta costa almeno 35 $ per tutta la famiglia!! Con due entrate ti sei quasi rifatto il prezzo del biglietto!

Panchina multicolor di fronte al museo. 

Del museo ne ho gia’ parlato, tempo addietro, ma molti di voi non c’erano. Allora ecco qualche scatto dell’interno. 

Qui i bimbi si divertono a ricostruire le case in stile Alabama. In alto ci sono le foto delle case e loro le devono copiare. Paolo ne ha fatta una di suo gusto!!!

Qui sotto io ho scritto Paolo e Sara, ma ho dimenticato la “o” di Paolo!! 

Sara che fa la sua sfilata di cappelli! 

 

 E mentre Sara fa l’inchino, Stefania (che non si divere molto al museo) dorme!!!

Tra le varie parti del museo, quella piu’ ricercata dai bimbi e’ questo stanzone, pieno di tutto.

Ci sono i carrelli, i negozietti e l’ufficio postale! 

C’e’ Paolo che fa il cassiere, con le bimbe che lo guardano estasiate! 

Poi c’e’ il “maledetto” laghetto, dove i bambini inevitabilmente si bagnano!!

Anche se ti danno degli impermeabili, i bimbi  si bagnano sempre!!!

 

 

Da questa scala Sara si e’ schiantata. Si e’ fatta tutte le scale di faccia, ma non si e’ fatta troppo male!! 

Ci sono poi altre stanze tutte a tema. La nave, la miniera, la zona cucina con cibi locali, l’albero parlante, l’orologio parlante, la zona costruzioni giganti, la zona musicale ……

E non poteva mancare un plastico con il treno!! 

All’uscita, verso le 13.00, il panorama non cambia: neanche una persona in giro, ne in macchina ne a piedi!!! 

Per darvi una idea ci quanta gente ci sia in pieno centro di Huntsville, il Sabato ecco tre scatti di tre lati della piazza centrale!!! 

Ristorante greco, desolatamente chiuso!

Lato della piazza senza neanche un negozio aperto. 

Si intravedono dei clienti di un caffe’ aperto da poco!!! 

Per finire la giornata, andiamo a mangiare a Cracker Barrel.

Per i  nostri bambini e’ sempre bello, infatti c’e’ un mega portico con le sedie a dondolo con cui “rockkarsi”, il ristorante e’ larghissimo, c’e’ quasi sempre posto senza aspettare, ed il cibo e’ semplice e non costoso!!

Questo e’ il mio cheesburger con Bacon!!!

Paolo si e’ pappato per la prima volta il bacon fritto!! 

Sara non si sposta dai suoi macaroni and cheese!!! 

Stefania, che gli viene da ridere solo a pensare a quelo che ha ordinato!!!

Ecco Paolo che assapora il gusto del bacon e ne resta colpito!!! La mia faccia da ebete e’ dovua al fatto che Paolo, che di solito non prova nulla di nuovo, ha provato da solo questo nuovo gusto!!! 

Un altro piccolo paso avanti nel degustare nuovi cibi!!!

Dopo il pranzo (concluso con un dolce con torta della nonna sotto, frutti di bosco caldi sopra, ancora piu’ sopra gelato e panna!!) ci siamo fatti la solita partita a dama (o meglio abbiamo incasinato le dame giganti che stanno sotto il porch del ristorante) ed una bella dondolata sulle sedie a dondolo!!! 

Il tutto sotto il sole e con un “warm”, che dopo tanto freddo ci voleva proprio!!!

Annunci

NEW YORK, LOS ANGELES, LAS VEGAS, GRAND CANYON??? NO CHATTANOOGA!!!!

Posted in Escursioni-Viaggi by quattrovecchiinamerica on 4 ottobre 2009

6a00d8341ca3bb53ef00e54f96e1d78834-800wi 

 

NEW YORK, LOS ANGELES, LAS VEGAS, GRAND CANYON???

 NO CHATTANOOGA!!!!

 

In questo periodo le scuole ad Huntsville fanno una settimana di festa, per il Fall Break (Break autunnale).

Allora i genitori iniziano molto tempo prima a programmare dove andare con i bambini. Anche noi (e’ meglio dire io!!) abbiamo pensato dove andare. Bisogna pensare per tempo e prenotare in anticipo perche’ molti in USA durante questo periodo partono. Pero’ la cosa buona e’ che il fall break non cade negli stessi giorni in tutta l’America. Anzi!! Pensate che Madison ed Huntsville (che sono 2 citta’ confinanti) hanno date diverse per il fall break !!!

La prima meta’ che avevamo in mente era New York. Stefania voleva proprio andarci, per festeggiare la sua festa nella grande mela!!! Ho iniziato a studiare i trasporti (poco cari, infatti l’aereo A/R da Huntsville costava sui 300 $ a persona) e poi gli alberghi.

Se i trasporti erano a buon prezzo, gli alberghi assolutamente no!!! Per un albergo 3 stelle a Manhattan bisogna pensare di spendere almeno 200 $ (per i + scarsi e meno vicini a Times Square). Ma la media e’ di 300 $, per stanze molto piccole, rispetto alla media americana.

Dopo aver perso un sacco i tempo a vedere gli alberghi di New York, ne avevo scelto uno vicino alle Nazioni Unite. Ma poi ho visto le temperature medie del periodo ed ho cambiato idea (non sarebbe stato molto freddo, ma comunque circa 13-16 gradi di Max. Allora dato che i bimbi avevano avuto da poco la febbre ho deciso di rimandare il viaggio a temperature piu’ miti!!!). Stefania non ha gradito la decisione!! Ma quando mai le donne sono contente??!!

Maglia di NewYork, che la dice lunga sull’ospitalita’ dei cittadini di New York!!!

ny-funny

Allora ho inziato a pensare a Los Angeles. Anche qui i trasporti sono a buon prezzo (prezzi simili a New York) e gli alberghi non costavano cifre esorbitanti (circa 170 $ a notteper un buon 3 stelle). Avevo scelto un meraviglioso nuovo albergo, direttamente sulla spiaggia di Santa Monica, al prezzo di 150 $. Suite con tanto di cucina e vista Oceano!!).

Da quanto si vede sotto a Los Angeles hanno il senso dell’umorismo!!!

signs-744953

Poi volevo fare una puntatina a Las Vegas (4 ore di macchina da Los Angeles) ed avevo scelto l’albergo The Palazzo (un 5 stelle aperto nel 2007, che pero’ durante la setimana fa prezzi stracciati 139 $ a notte, compresa la colazione).

funny-pictures-las_vegas_urinals

Infine dovevamo fare un giro al Grand Canyon, come ciliegina finale!!!

grand-canyon-skywalk-vacation1

Il tutto per un totale di 10 giorni di viaggio.

Pero’ Paolo aveva avuto da poco l’influenza ed eravamo poco convinti di fare un viaggio cosi’ lungo e lontani da “Casa”.

Quindi pensa che ti ripensa, la scelta e’ caduta su Chattanooga, in Tennessee. Ad appena 2 ore di macchina e con tante cose belle da vedere.

chattanooga

Quindi dalle stelle alle stalle (senza offesa per la poco famosa Chattanooga!).

Pero’ il viaggio (che si e’ ridotto ad un week end, per risparmiare i giorni di licenza, da spendere a Natale in Italia!!) si e’ dimostrato non cosi’ di ripiego, come si potrebbe pensare, sentendo il nome cosi’ poco conosciuto!!

Infatti abbiamo visto una bellissima zona chiamata Rock City, il treno + inclinato del mondo, le Ruby Falls ed un Acquario bellino.

Nei prossimi giorni vi aggiornero’ sulle attrazioni sopra citate.

La citta’ la abbiamo vista poco (ma credo di non aver perso molto!!). Ma ci torneremo di nuovo.

Punto assolutamente a favore del week end e’ stato anche l’albergo.

Come al solito ho scelto un albergo nuovissimo, a 15 Km dal centro di Chattanooga (zona aeroporto, ma in 3 giorni non ne abbiamo visto e sentito uno!!).

L’albergo era un Residence Inn della Marriott.

P1060771

Prezzo 150 $ a notte (compresa colazione, parcheggio, internet e piscina, che come sempre abbiamo solo guardato!!).

L’albergo era nuovo di zecca, le stanze le migliori mai provate (e credetemi ho girato molti alberghi  in Europa, America ed Australia!!).

Niente di lussuoso, ma tutto nuovo, largo , pulito ed arredato con gusto minimalista. La stanza era un una bilocale. Infatti appena si entrava c’era il living room (con poltrona e divano letto) con la cucina perfettamente attrezzata (forno, piastra per cucinare, microonde e lavastoviglie + stoviglie, ma non le pentole!!).

P1060767

 

P1060768

Due televisori a cristalli liquidi (uno nelle camere da letto uno nel living room), internet compreso.

Un’altra camera con due queen bed, ben distanziati e comodissimi. Una cosa che di solito manca negli alberghi sono i punti luce. Qui in camera da letto ce ne erano molti e le luci erano faretti alogeni, potentissimi, in modo da poter leggere nel letto. Poi pero’ se i faretti alogeni erano fastidiosi per gli altric’erano altre luci piu’ soft!!

P1060763

 

P1060764

 Vasca, doccia e WC in una stanza e lavandino in un altra.

P1060765

La colazione era semplice ma con numerose cose dolci (poche, come al solito in USA) e salate (in grande abbondanza).

Io personalmente ho preso ogni mattina una tazza di yoghurt greco con lamponi, uva secca e frutta fresca. Finivo con waffle e sciroppo di acero!!

Intorno alla zona c’erano un casino di ristoranti ed un centro commerciale immenso!!!

Nel centro commerciale c’era il parco giochi (con giochi di plastica morbida) per cui i bambini vanno matti (uguale, ma con giochi diversi c’e’ ad Huntsville).

P10603811

 

P106040322

Infatti la prima sera  siamo andati vicino all’albergo ad un Cracker Barrel.

P1060413

DEVO spendere una parola per questo ristorante. Come ho spesso detto qui in USA i ristoranti sono quanto di piu’ standardizzato si possa immaginare. Ma questo li batte tutti!!!

A parte il menu’ che naturalmente e’ uguale in tutta l’America, la cosa che mi meraviglia e’ la struttura. Un mega container uguale in tutte le dimensioni, lungo tutta l’america. Potrei andare al bagno ad occhi chiusi, cosi’  come andare nelle cucine, in 100 ristoranti diversi!!! E” strabiliante quanto sia uguale lungo le strade americane!!!

La cosa bella (ed un po diversa!) sono le  sedie a dondolo lungo il portico. Queste servono a rilassarsi dopo mangiato. Come detto la disposizione delle sedie e’ uguale, ma il colore cambia a seconda dello Stato in cui ci si trova. Qui in Tennessee c’erano quelle Arancioni, oltre alle classiche bianche e rosse!!

P10604161

Qui sotto Sara si gusta i suoi maccheroni and cheese, suo piatto preferito!! E” proprio americana!!!

P1060418

Tutto quello di cui una famiglia con bimbi necessita!!!

Concludo dandovi una dritta su come prenotare e non prendere sole/fregature con gli alberghi.

Sito di riferimento e’ www.tripadvisor.com !!!

Il sito e’  mitico. Da prima di tutto una classifica degli alberghi della zona che si andra’ a visitare!!

La classifica e’ fatta dai viaggiatori e non dagli alberghi.Ci sono tutte le recensioni dei viaggiatori (divise per tipo di viaggiatori. Es. famiglie, coppie, gay …….). Le recensioni sono divise in 5 tipologie (stelle). Si va dal 5 stelle ad 1 stella (che corrisponde a terrible!!). Io di solito leggo le piu’ recenti (naturalmente le recensioni sono messe in ordine temporale, cioe’ le prime che leggete sono le piu’ recenti) e poi passo a quelle ad 1 stella. Se quelle ad una stella sono di persone che si lamentano per fesserie (tipo internet lento, tipo la simpatia del personale e fesserie del genere, il parcheggio piccolo …) allora capisco che l’albergo puo’ essere prenotabile.

Non basta. Oltre alle recensioni ci sono le foto che mettono i viaggiatori. Queste sono le piu’ reali, infatti non essendo quelle ufficiali si scopre subito dove sta la sola. Per esempio un albergo di Los Angeles, che dalle foto ufficiali sembrava bellino, si e’ rivelato una sola con le foto inviate dai viaggiatori. Bagno vecchi, viste su cassonetti di immondizie …….).

Poi ci sono i prezzi, che non sono quelli ufficiali, ma quelli + bassi di tutti i motori di ricerca on line degli alberghi. Quindi non devi neanche girare in tanti siti per spuntare il prezzo migliore!! Vantaggio non indifferente, dato esistono un casino di motori di ricerca ed orientarsi tra di questi non e’ facile.

Inoltre ci sono le mappe, le migliori cose da fare/vedere nel luogo da visitare (anche le cose migliori da vedere sono a forma di classifica, con tanto di foto e commenti dei viaggiatori!!).

Non mancano le quotazione degli aerei per raggiungere tale luogo!!!

Praticamente c’e’ tutto quello che serve per non prendere fregature!!!!

Bisogna pero’ sempre usare un po’ di buon senso.

Esempio: questa estate siamo stati al mare al Gulf Shores in un meravigliosa proprieta’ sul mare. Leggendo le recensioni terrible e guardando le foto dei viaggiatori non sarei dovuto andare. Infatti c’erano alcune recensioni stroncanti e delle foto delle piscine proprio brutte e sporche.

Ma andando a leggere attentamente le foto ed i giudizi, essi  erano relativi ad un periodo susseguente a due uragani (che avevano distrutto molte parti della proprieta’). Allora i viaggiatori si lamentavano perche’ lapiscina era sporca (ed avevano messo delle foto, vere, con piscina ed altre zone comuni che fac evano proprio schifo!!

Ma l’altra cosa bella e’ che oltre ad i commenti dei viaggiatori, c’e’ la replica degli albergatori!!!

Quindi si puo’ leggere la critica dei viaggiatori e la risposta degli albergatori. Generalmente se c’e’ la risposta dell’albergatore e’ per chiedere scusa o per chiarire che quanto e’ successo e’ una esagerazione del cliente (come nel caso della propieta’ dopo i 2 uragani!!!).

 

Per la cronaca, appena avro’ tempo faro’ la mia recensione su Trpadvisor sul Residence Inn Marriot di Chattanooga. Che e’ il miglior albergo di Chattanooga, a detta dei viaggiatori!!

 

N.B. Voi che non parlate inglese, non disperate infatti il sito offre anche la traduzione in Italiano!! Naturalmente la traduzione lascia un po a desiderare (dato che e’ fatta automaticamente) ma e’ meglio che niente!!!

Andate in vacanza, pagate poco e non fatevi fregare!!!!