4 vecchi in america

SARA IN MATRIX!

Posted in Fiere-Feste-Musei by quattrovecchiinamerica on 17 maggio 2010

SARA IN MATRIX!

 

Ieri sera abbiamo festeggiato la festa di Sara al Matrix (naturalmente non quello del mitico film!!).

Chi ci conosce sa benissimo che Sara ha compiuto tre anni il 31 MArzo (!!), ma noi come al solito siamo riusciti a festeggiarla parecchio tempo dopo!!

Questo perche’, non avendo una casa grande per poter invitare tanti bambini, facciamo sempre riferimento a dei luoghi attrezzati, in cui la maggiorparte degli americani organizza le feste di compleanno.

Infatti ho notato che tutti i compleanni di bambini a cui siamo stati invitati, si sono tenuti in questi locali.

Completamente l’opposto di quello che succedeva quando ero bambino io. Mi ricordo benissimo tante e tante feste organizzate in casa, con l’ausilio a volte delle marionette

e sempre delle mamme, che preparavano ogni cosa che di piu’ buono sapevano fare!

Colorando ed addobbando la casa per rendere la feste dei propri figli unica (almeno ognuno pensava cosi’!).

Qui invece non c’e’ l’usanza di fare feste a casa. Non so perche’, dato che invece a differenza delle case italiane, qui lo spazio c’e’ sempre!!

Invece si opta, nella maggiorparte dei casi, per questi locali che hanno molti pregi ed un difetto principale: sono quasi tutti uguali e molto impersonali!!

Ogni locale che fa feste per bimbi generalmente e’ attrezzato con gonfiabili. Ne ha 4 o 5 (veramente grandi) che sono situati in un’area altrettanto grandi.

C’e’ della musica nella sala ed una persona dell’organizzazione che controlla che i bimbi non si facciano male!

Devo dire che i bimbi si divertono moltissimo (sicuramente piu’ di una festa fatta in casa!), ma le feste sono tutte maledettamente uguali!!

I bimbi possono giocare per un’ora nella sala gonfiabili e poi vengono messi in fila, gli vengono lavate le mani (con il gel lavamani) e si dirigono verso la sala compleanni!

Queste societa’ hanno il grande vantaggio di organizzare tutto, per quanto riguarda il rinfresco. Non bisogna pensare a nulla, loro forniscono le tovaglie, i tovaglioli, i bicchieri, le posate ed i palloncini.

Poi, a pagamento naturalmente, ti possono fornire tutte le bevande, la pizza (che ordinano di solito da Domino’s Pizza), i cupcake (che sono tipo muffin, colorati con colori che in natura non esistono!)

ed i goodie bags!

Che sono i goodie bags? Sono semplicemente delle bustine piene di cose orribilmente dolci (che pero’ ad i bambini fanno impazzire), che si danno ad i bambini prima di lasciare la festa!

Naturalmente potrete capire che anche qui spazio per la fantasia non esiste, fanno tutto loro!

Pero’ i genitori non devono pensare a nulla. Al Massimo se vogliono fare una cosa estremamente personale, possono portare loro la torta!!

Di solito gli americani sono molto “tirchi” (ma forse sarebbe meglio usare una parola diversa, che non mi viene. Magari oculati!), infatti quando si tratta di mangiare spesso offrono da mangiare solo ai bimbi (e non ad i genitori, nel qual caso guardano senza mangiare!) e qualche volta ho visto offrire (invece della solita pizza e torta) solo cupacake.

E la bimba ha festeggiato la sua festa con una candelina sul cupcake!!

Abbastanza triste!!

Gli orari delle feste americane, sono di solito impossibili per noi: spesso si festeggia il compleanno alle 14.30, alle 15.30 ed a volte alle 16.30 (orario che per noi gia’ e’ migliore).

Dopo le 16.30 le feste iniziano a diventare rare, e se si fanno sono spesso di non americani!!

La durata del party vero e proprio e’ di 30 minuti, in cui bisogna mangiare la pizza, tagliare la torta e scartare i regali!

Qui c’e’ anche l’usanza di scartare i regali di fronte a tutti ed una ragazza appunta su un foglio di carta chi ha regalato cosa!!

Anche noi l’anno scorso (sempre in ritardo!) abbiamo festeggiato in un locale del genere, ed i bimbi si erano divertiti parecchio!

Quest’anno ho chiamato verso la fine di Marzo molti di questi locali, ma nessuno aveva posto se non a meta’ Maggio!!

La scelta era tra i soliti locali detti sopra, ma poi mi e’ venuto in mente un altro locale che era un po’ al di fuori di questa cerchia: il Matrix!

 

Matrix e’ una palestra per atleti che praticano atletica, tipo trampolino elastico, anelli, cavallo ………

Anche se ho scoperto ieri sera che c’e’ anche una palestra per bambini!!

Quindi non e’ quello che si pensa essere un luogo per organizzare le feste ai bambini.

Invece la palestra, con intelligenza a mio modo di vedere, si e’ inventata anche luogo di feste per bambini!

Ha attrezzato un locale per i party, con tanti giochini, DVD player, televisore LCD, tavolini e sedie.

I bambini invece di andare a giocare ad i gonfiabili, vanno diretamente in palestra e si divertono un mondo (non so se piu’ o meno dei gonfiabili, ma si divertono tanto).

La palestra non cambia rispetto a quando ci sono gli atleti. Ci sono gli stessi attrezzi ed un istruttore che controlla tutto.

In pratica ci sono una marea di tappet elastici, ma non quelli classici che immaginiamo noi.

Ci sono piste da corsa elastiche,

che finiscono in una piscina di gomma piuma (nella quale i bambini godono).

Devo dire che a me fa un po spavento, in quanto e’ alta, e quando sei dentro e’ difficile uscirne da soli.

Come vedete sotto, anche i grandi ci si tuffano dentro!!

Non a caso c’e’ sempre l’istruttore che controlla. Li dentro e’ facile che un bimbo piccolo vada sotto i cubotti di gomma. Non credo che si possa soffocare, ma c’e’ bisogno di un controllo continuo.

Ci sono tanti tappeti elastici con differenti elasticita’ e di differente consistenza (che fanno da pavimento, in alcune zone della palestra),

ci sono poi i classici tappeti elastici sopraelevati,

le corda, il cavallo, gli anelli…………

Insomma tutto per far divertire i bimbi, ma aggiungo che si divertono anche di piu’ i genitori (che non sono passivi a guardare i ragazzi che vanno sui gonfiabili). Infatti anche loro possono entrare e saltare a piu’ non posso con i bimbi.

Spesso pero’ sarebbe meglio non cimentarsi con questi attrezzi, per evitare di fare brute figure, ma quando un grande casca i bimbi si divertono ancora di piu’!!!

Ecco il momento della foto finale, con tutti i bimbi in piscina!!

 

Il lato scocciante (ma neanche tanto) e’ che il party lo devi preparare tutto da per te!

Cioe’ devi potare tutto da casa. Loro non offrono nulla, se non il locale ed il frigorifero, per mettere torte e bevande!

Infatti mentre i bimbi giocavano in palestra, io ho addobbato la sala, ho sistemato i panini (che avevo preparato il pomeriggio.

Vi propongo due foto della stessa sala addobbata, indovinate quale e’ quella addobbata da me??

Facile, la mente squadrata e fredda di un ingegnere, non poteva che scaturire una forma rettangolare, senza fiori e colori freddi!!

A parte gli scherzi, io mi ero preso il compito di addobbare e di preparare, ma la prossima volta forse sara’ meglio lasciare questo compito a Stefania!!!

I Panini li ho preparati con ingradienti italiani:

salame italiano, mozzarella italiana, prosciutto italiano, provolone italiano e insalta di pollo Americana!!) la pizza e’ arrivata da Domino’s, la torta la avevo comprata in una gelateria di Bridge Street (naturalmente la torta non era la solita torta dolcemente stucchevole americana, ma una torta speciale fatta di pan di spagna, uno strato di gelato al cioccolato ed un altro di crema. Anche qui ho provato prima i gusti del gelato, dato che ci sono creme e cioccolati assolutamente stuccehvoli!! Sopra la torta c’era un disegno, fatto di gelato e non di butter cream (che avrebbe rovinato la torta), di Nemo!) ed i doughnuts comprati qualche minuto prima, caldi di forno!!

I panini, a differenza dell’addobbo, erano buoni. Ne ha mangiato uno anche spider man!!

Bibite a volonta’ (sempre portate da noi) e per i bimbi ho provato una bevanda nuova e misteriosa: l’acqua al gusto di grape e kiwi/strawberry!! Credevo che i bimbi la respingessero in blocco, invece l’hanno bevuta di gusto!!

Come sottofondo della festa c’era questo film, a mio parere spassosissimo: “chicken run”!

Naturalmente la festa la abbiamo festeggiata in orari italiani: alle 18.30, quando la maggior parte degli americani ha gia’ finito la cena!

Ecco il momento tanto atteso della torta. Le foto fanno sembrare il  tutto accaduto nel 1950, data la scarsa qualita’ delle stesse!! Ma meglio che niente!

Sara che si accinge a spegnere.

E via!!

Un particolare sulla torta: quando si fa fare una scritta agli americani, essere sempre sicuri di cio’ che scrivono!! Io gli avevo scritto in stampatello “TANTI AUGURI”, ma e’ uscito fuori “TANTI AUGUI”!!!

Eppure al ragazzo lo avevo “addestrato bene”. Infatti avevo fatto scrivere a lui su un pezzo di carta la scritta in italiano!! Ma non e’ bastato!!

Avevamo come ending time le 20.00, ma naturalmente abbiamo sforato abbondantemente!! Siamo usciti dalla palestra alle 20.30 (pagando anche per lo sforamento!!).

Tutti contenti e felici lasciamo la palestra. Paolo era raggiante per aver saltato un’ora consecutiva, senza che nessuno lo rimproverasse o gli stesse con il fiato sul collo! E  Sara aveva la faccia della contentezza!

E quando un bimbo sorride, i genitori sanno che hanno fatto il loro dovere: rendere felici i loro figli, per quanto possibile!!

Annunci

HAPPY BIRTHDAY SARA!!

Posted in Fiere-Feste-Musei by quattrovecchiinamerica on 1 aprile 2010

HAPPY BIRTHDAY SARA!!

 

Ieri Sara (o “Serua”, pronuncia americana del suo nome oramai storpiato dai locali in Sarah!!) ha festeggiato il suo terzo compleanno.

Da notare che due dei suoi tre compleanni li ha festeggiati in USA, quindi oramai lei e’ piu’ americana che italiana!!!

Prima di festeggiare a casa, Sara ha festeggiato in asilo , con le sue amichette.

Abbiamo portato dei cupcakes (piccole tortine), dei succhi di frutta e delle patatine fritte in busta!

Qui sotto Sara, quando sono andato a prenderla all’asilo il pomeriggio, che indossava una fascia alla Rambo!

Voglio farvi notare il thermos rosso dietro Sara.

Da quel famigerato contenitore, esce l’acqua piu’ fredda del mondo!!

Invece del ghiaccio ci mettono la criptonite!!! 

La sera invece abbiamo festeggiato nella nostra casetta di legno americana!! 

Prima della torta Sara mangia la cosa che ama di piu’: macaroni and cheese!!

E” proprio americana!! 

Ecco sotto la buonissima crostata di frutta, che Stefania ha preparato.

Abbiamo optato per una torta, dato che le torte di compleanno americane fanno veramente pieta’!!

Io che sono sempre critico, posso dire che era buonissima!! 

Qui sotto  Sara fa tutte le faccette del mondo per mostrare la sua contentezza!!

 

 

 

Certo che la differenza tra l’anno scorso e quest’anno e’ veramente notevole.

L’anno scorso non aveva partecipato piu’ di tanto alla sua festa, quest’anno invece ha partecipato al 100%, facendo vedere tutta la sua contentezza!! 

Eccola, interessata, al momento dell’accensione delle candeline!!

Qui e’ allegra, pensando che fra un momento le dovra’ spegnere! 

 

Un attimo di concentrazione, prima del supremo sforzo!! 

VIA!!!

E Paolo aiuta la sorellina a spegnere le candeline!! 

 

Naturalmente il rito dello spegnimento delle candeline  e’ stato ripetuto piu’ di una volta!!

Guardate come era contenta Sara, Paolo ed io piu’ di loro!!

Certo che la gioia che danno i bambini, quando sono allegri e’ incredibile!! 

E’ il momento dei regali!

Io e Stefania abbiamo regalato a Sara il famoso, in USA, Leapster 2.

E’ un computerino eccezionale, premiato in america come il miglior gioco elettronico per bambini da 4 ad 8 anni!

E’ veramente eccezionale, non tanto come grafica (perche’ non e’ alla pari degli altri tipo nintendo, gameboy and co, anche se la qualita’ e’ buona), ma come giochi educativi ed al tempo stesso divertenti per i bambini. 

Eccola che inizia a giocare con un foglio di grafica, con il quale, partendo da un disegno in bianco e nero, si puo’ fare di tutto. Colorarlo, cancellarlo, inserire animali, aerei, macchine, salvare le modifiche e stampare sul computer di casa il disegno finale.

Il punto di forza e’ che si puo’ collegare il leapster 2 al sito della Leapfrog, ed i genitori possonmo vedere i progressi che il bimbo ha fatto nei giorni.

Si parla di progressi e non di punteggio, infatti i giochi sono educativi piu’ che ludici. Ma sono sempre piu’ che divertenti!

I bimbi che fanno i progressi piu’ sensibili, prendono dei premi, tipo medaglie virtuali e la possibilita’ di scaricare gratis altri giochini!!

Naturalmente si vendono poi i giochi su sd card, di tutti i film per bambini.

Paolo ha il suo leapster 2  ed ha per esempio il gioco di “Up”.

L’audio e le musiche sono un altro punto forte del gioco elettronico.

Insomma innovativo ed al tempo stesso educativo!

Ma in questo momento lo sto asciugando con il phon, ato che Sara lo ha messo sotto il lavandino!!!

Non sono preoccupato, come lo sarei se fossi in Italia, dato che se non funziona piu’, domani lo vado a portare indietro e me ne prendo un altro nuovo, senza pagare nulla!!!

Questo e’ una delle cose piu’ belle in USA: il refund selvaggio!!!

Sara, che ha visto spesso il fratello giocare (e litigato ancora piu’ spesso per giocare con il computer del fratello), ha preso subito la mano con il giochino!! 

Naturalmente Paolo non ha voluto far mancare il suo regalo personale a Sara.

Ha preso una busta, ci ha scritto sopra “buon compleanno Sara” ed insieme ad un paio di scarpe vecchie di Sara, ha fatto un pacco regalo per la sorellina!!  

Abbiamo festeggiato fino alle 11.00 ed infatti questa mattina siamo arrivati tardi a scuola!!!

Ma e’ solo una volta all’anno, purtoppo!!! 

Tagged with:

31 MARZO FESTA DI SARA (CHE COMPIE DUE ANNI) A CASA

Posted in Attivita' bambini by quattrovecchiinamerica on 2 aprile 2009

 

p1020530 

  

31 MARZO FESTA DI SARA (CHE COMPIE DUE ANNI) A CASA

 

Ci siamo. Sara compie due anni, ed  in terra straniera!!!

In questi 8 mesi di permanenza ad Huntsville (per essere precisi a Madison Alabama) Sara ha fatto dei progressi immensi.

Arrivati qui a malapena sapeva camminare, e diceva solo qualche parola. Oggi corre e zompetta come una furia e da circa un mese articola una frase con soggetto, verbo e complemento!!!

Frequenta l’asilo americano come se fosse uno italiano. Proprio oggi abbiamo avuto il colloquio con la sua Miss e ci ha detto che lei si e’ integrata benissimo, inizia a parlare inglese e capisce bene quello che le maestre le dicono, ovviamente in inglese!! Sa tutti i nomi dei suoi compagnucci e li chiama ad uno ad uno quando le serve qualche cosa.

A casa e’ abbastanza brava ma quando vuole una cosa cerca di ottenerla con un pianto ogni capriccio. E’ ferrigna e testarda come non si sa chi!! D’altro canto e’ affettuosa come solo le femmine sanno essere.

E’ una osservatrice perfetta, guarda ed imita tutto quello che fanno i grandi ed i piccoli.

Inizia ad interagire con il fratello, anche troppo. Nel senso che gli rompe le palle sempre e gli frega tutti giochi con cui Paolo gioca!!!

Finito questo brevissima pagella di Sara passiamo al suo compleanno.

Lo abbiamo festeggiato a casa in famiglia. Mnetre il 3 Maggio 2009 lo festeggeremo con tutti i suoi amichetti italiani ed americani presso “Pump it up”. E’ una sala immensa con dei gonfiabili giganti, dove i bambini si divertono tantissimo.

Infatti ci sono solo le persone che inviti, i bambini sono racchiusi in questo mega edificio e non possono scappare da nessuna parte. Quindi i genitori  devono solo controllare che non si spacchino la testa!!!

La sera del suo compleanno Stefania ha preparato una torta ed ecco i migliori momenti della serata.

Qui sotto ecco la torta, di cui vi parlero’ in seguito, e i 3 avvoltoi che cercano di mangiarla, prima di spegnere le candeline.

p1020521

Qui Stefania e Sara che saggiano la consistenza della torta.

p1020517

 Ecco il momento dello spegniomento delle candeline!!!!

p1020536

 

p1020537-2

 

p1020543

Ecco l’inmancabile dito in bocca

p1020544

Sara che gradisce e non poco la torta!!

p1020557

 

p1020556

Due parole sulla torta: la torta era un pan di spagna (fatto con il Bimbi) farcito con crema (sempre fatta con il Bimbi) e la nutella sopra tutto.

In teoria la torta, bagnata con il latte, avrebbe dovuto essere buonissima, ma l’arte culinaria di Stefania e’ a livelli veramente bassi!!

Per essere politically correct si puo’ dire che e’ un “entry level” delle torte!!!

 

Passiamo alla disamina della torta:

Pan di spagna duretto e con qualche buco, tipo groviera!!

Crema buonissima ma poca poca poca (Claudia mia cugina, nota risparmiatrice, ne avrebbe messa di piu’!!!).

Nutella buona (anche perche’ comprata)

 

Risultato totale: torta veramente punitiva per un palato adulto!!!

 

Pero’ attenzione attenzione i bimbi hanno magnificato la torta della mamma e si sono leccati tutta la nutella sopra il pan di spagna!!! Essi, ingenui, hanno affermato che era la torta piu’ buona del mondo(specialmente il ghiottone di Paolo).

Veramente una soddisfazione per Stefania che gia’ pensava (pur avendo fatto la torta con amore) di aver fatto fiasco!!!