4 vecchi in america

VETERANS DAY 2010

Posted in Usi e costumi by quattrovecchiinamerica on 15 novembre 2010

 

VETERANS DAY 2010

  

Anche quest’anno abbiamo partecipato alla parata, che si e’ tenuta Giovedi’ scorso ad HSV, per il Veterans day.

La giornata e’ stata assolutamente meravigliosa: sole pieno, caldo di Giugno ed assoluta assenza di vento!

Perfetta per stare 2 ore e mezza per strada a Novembre, con gli alberi in pieno foliage.

Il primo anno la abbiamo vista solo qualche minuto, il secondo anno tutta, ma quasi sempre in piedi, invece  quest’anno abbiamo voluta vederla come tutti gli americani: comodamente seduti sulle sedie portatili, lungo le strade di HSV!!

Sotto Paolo e Sara che si riparano le orecchie al passaggio della banda, che ha aperto la parata.

Subito dopo la banda ecco i primi veterani, che sfoggiavano bandiere e divise, per cui un tempo combatterono.

E dopo i veterani ecco vari plotoni del Redstone Arsenal, che a tempo di marcia intonavano canzoni di battaglia.

Notate bene l’altezza degli istruttori fuori dai ranghi, che impartiscono ordini al plotone!! 

Guardate anche questo video, con un sergente donna che, con voce titanica, sovrasta tutto il plotone!!

Hanno sfilato tutti, veterani e non veterani (scout, scuole di Karate, bande, squadre di football …).

Ma le cose piu’ carine da vedere erano i mezzi, di tutti i tipi e dimensioni.

Abbiamo visto macchine sportive,

monster truck,

macchine d’epoca,

minicar,

e perfino macchine radiocomandate!!

Poi sono arrivate le moto e ce ne erano di veramente strane!

Questa aveva un cambio particolarissimo (ne a pedale, ne sul manubrio, ma su una leva esterna!!).

La forma di questa sotto era, a mio parere, avveniristica!

Dopo macchine e moto e’ stato il momento dei mezzi pesanti.

Fire truck d’epoca dei pompieri,

fire truck moderni e tipicamente americani,

mezzo cingolato con mitragliatrice in torretta,

jeep con missile controcarro,

 e per finire l’interceptor dell poliza di Madison.

Mentre le bande continuavano a sfilare, ecco Paolo ed un amichetto americano, che osservavano ed agitavano la bandiera americana (cosi’ come facevano tutti i partecipanti alla parata, grandi e piccoli!). 

Qui sotto Paolo che balla con movenze tribali, un pezzo di musica suonato da una delle tante bande presenti alla parata!

Nella foto sotto, vedete Paolo che aspetta qualche altro mezzo/persona da salutare e dall’altra parte della strada potete  vedere come gli americani vivevano la parata: sedie aperte, bandiere e tanta allegria!

Ecco un breve filmato che da l’idea di come gli americani seguivano la parata.

Io e Sara in atttesa della parte finale della parata, mentre Paolo e l’amico si divertivano a giocare con il Kung Zu di Paolo!

Questa foto vi fa capire perche’ l’America ama cosi’ tanto i loro eroi militari: perche’ gli garantiscono la liberta’!!

Per chi avesse letto il post sulla bandiera confederata del mio surf, dico che se lo mostrano apertamente in una parata, anche io posso usare il mio surf (con la bandiera confederata stampata), senza offendere nessuno!

Sotto due curiose moto:

una mega moto con minimacchina,

ed una minimoto con megapilota!

I bambini si sono divertiti non poco, sia perche’ durante la parata ogni tanto passavano persone a regalare bandiere, giochi e dolcetti,  sia perche’ hanno trovato questo muretto di cemento che e’ diventato uno scivolo!!!

E non si sono neanche fatti male!!

Alla fine della parata  i tre amichetti hanno fatto un sit in, in cui hanno scartato i regalini e continuato a giocare con il malefico criceto infernale di Paolo (esiste in Italia il Kung Zu??).

Finisce cosi’ la nostra ultima parata dei veterani.

In questi tre anni abbiamo imparato anche noi ad essere fieri di coloro che nella pratica ci garantiscono liberta’ e felicita’ per le nostre famiglie!

Siano essi americani che italiani, grazi a tutti i veterani!!

Mi piacerebbe vedere una manifestazione come questa, semplice ma piena di significato, in Italia, senza l’ombra di nessuna contestazione politica!

Qui tutti sono pro veterani e nessuno contesta, a prescindere da qualsiasi orientamento politico.

Li amano e basta, perche’ comunque grantiscono liberta’ alla Societa’.

VETERANS DAY: L’AMERICA CHE MI PIACE!!

Posted in Fiere-Feste-Musei, Usi e costumi by quattrovecchiinamerica on 13 novembre 2009

 

P1070388

 

VETERANS DAY: L’AMERICA CHE MI PIACE!!

 

 

Mercoledi’ e’ stata festa qui in USA, dato che si celebrava il veterans day: il giorno dei veterani di guerra.

Prima di tutto un cenno grammaticale. Si puo’ dire Veteran’s Day o Veterans’ Day (usando il possesive case) ma il Governo degli Stati Uniti ha dichiarato accettabile anche la forma attributiva Veterans Day!!!

Il giorno dei veterani, in america, e’ una festa che ha lo scopo di onorare i veterani militari reduci di guerra. E’ una festa federale e generalmente si festeggia l’11 Novembre. Se l’11 Novembre cade di Domenica si festeggia il Lunedi’ successivo, se invece cade di Sabato si festeggia il Sabato stesso o il Venerdi’ precedente.

E’ anche celebrato in altre parti del mondo con il nome di Armistice Day o di Remembrance Day, dato che l’11 Novembre e’ anche l’anniversario della firma dell’Armistizio della Prima Guerra Mondiale, nel 1918.

Finita l’accenno grammaticale-storico passiamo alla cronaca.

Il titolo dice l’America che mi piace, perche?

Perche’ partecipando alla parata, chesi svolge in pieno centro di Hutnsville, si respira una aria di vero e proprio riconoscimento, che tutte le persone vogliono tributare a tutti i veterani di tutte le guerre (e qui di guerre ne hanno combattute a iosa!!!).

Ma le parole valgono poco ecco l’atmosfera che si respirava lungo le strade della parata.

Ore 10.55, arriviamo sulla strada dove passera’  la parata. Ancora c’e’ poca gente, la parata parte alle 11.00, ma passera’ davanti a noi dalle 11.20.

P1070216

Qui sotto si vede una casa che ha messo a disposzione sedie e divani, per assaporare meglio la parata (che per la cronaca durera’ tre ore!!! Quindi se si ha una sedia comoda e’ meglio!!). 

P1070239

C’e’ chi si e’ piazzato sul pick up, adatto a tutti gli usi!! 

P1070240

Noi inizialmente ci mettiamo vicino a questa bella chiesa.

P1070241

Altre persone occupano le panchine. 

P1070242

Le signore, con bambini, aspettano per mostrare un cartello con scritto  ” grazie veterani, noi amiamo la liberta’!!”‘. 

P1070244

C’e’ chi usa il portabagagli del van come salotto per i bambini, dato che fuori c’e’ un venticello fresco, che a lungo andare da fastidio. E fuori dal salotto le inmancabili sedie pieghevoli, che ogni buon Alabamiano, ha nella sua macchina. A dire la verita’ le abbiamo comprate pure noi, incluse tre tende pop up, ma ci dimentichiamo sempre di metterle in macchina!!!

P1070245

La signora con la camicia stelle e striscie vedra’ la parata da questo posto di osservazione particolare!! 

P1070249

I bimbi aspettano la parata, giocando con le foglie secche. 

P1070255

C’e’ chi si mette sui gradini della chiesa presbiteriana. 

P1070261

I preparativi sono finiti, tutti hanno un posto. Ecco che inizia la parata.

La parata non e’ una esposizione di mezzi e soldati, ma tutt’altro. Sfilano naturalmente i veterani, con tutti i mezzi piu’ strani (vedere le foto per credere), ma anche i soldati e le persone normali. 

Aprono la parata le bandiere, di non so che cosa!!

P1070274

Subito dopo alcuni veterani della seconda guerra mondiale, in bella mostra su un carrello dietro un pick up!! 

P1070276

Non potevano mancare le majorette. Queste sono le migliori.

Vi regalo vista da davanti e da dietro!!! Scegliete voi la migliore!!! 

P1070278

 

P1070280

Un commento non poteva mancare: se da davanti non sono il top, la visione dal posteriore non e’ male. Si nota il tipico fondo schiena, arrotondato ed all’insu’, delle afroamericane del luogo (queste sono le piu’ magre!!). 

La mia preferita e’ la prima da sinistra!!

Passiamo alle bande musicali, ne sfilano tante,  molto colorate e con musica  a palla.

P1070282

Dopo le bande ecco le macchine sportive, con dentro almeno un veterano. 

P1070304

Come pensare di non vedere le moto che hanno riempito i film americani degli anni 50/60!! 

P1070313

 

 

P1070317 (2)

Qui in USA in una parata, non possono mancare i pompieri, veri idoli della popolazione insieme ai militari ed alla polizia (proprio come da noi!!!). 

 P1070323

E come vi dicevo sfilano anche le persone normali. Questa e’ una famiglia con due bambine, di cui una proprio piccola nel carrozzino da trekking. Certo che far fare 3 ore di sfilata a 2 bambini piccoli, con vento fresco e sferzante non e’ nelle corde di noi italiani (o alemeno nelle mie!!). 

P1070331

Ecco che arrivano i militari.

Devo dire, anche se sono di parte, che questa parte mi ha emozionato molto. A parte la perfezione della loro marcia (tranne il primo che ‘e fuori passo!), la cosa che colpisce sono i canti che intonano mentre marciano. C’e’ un Sergente/Maresciallo che cammina a lato del plotone e con voce potentissima canta qualche cosa ed il plotone all’unisono gli risponde cantando!!! 

P1070341

Questo gigante dirige il plotone. E” due spanne in altezza sopra la media delle reclute. Non vorrei essere nei panni di una recluta che viene rimproverato!!! 

P1070345

Per capire meglio l’altezza del ragazzo, guardatelo da dietro. E’ piu’ alto di 20 cm rispetto agli altri!!! 

P1070346

Ecco una Jeep dotata di razzo anti carro sul tetto. 

P1070353

Alcuni veterani hanno sfilato in carrozza, davanti ad i boy scout. 

P1070355

Classico esempio di americano che ama il suo paese, tanto da indossarne i colori. 

P1070373

Una famiglie che si gode lo spettacolo da casa. Il papa’ e’ quello con la camicia ed il cappello americano, il nonno e’ quello che ride con la mimetica!! 

P1070385

Paolo con due bandiere americane, che prima della parata vengono regalate alle persone che sono lungo il percorso da volontari. Nessuna bancarella che vende bandiere o gadget. E’  tutto gratis!!!! 

Naturalmente non esistono posteggiatori abusivi, che da noi nascono come funghi ad ogni evento!!!! Perche’ non c’e’ ne possiamo liberare!!!

P1070390

Papa’ e figli che fanno le facce da fessi!! 

P1070396

Nella citta’ dei razzi poteva mancare la NASA, motore portante delle attvitia’ lavorative di Huntsville??!! 

P1070402

Sfilata delle macchinine. Come fa questo reduce ad entrare (o meglio ad uscire) da questa trappola di latta??? 

P1070408

Ad un certo punto sono arrivate le sorelle in carne, delle majorette viste nelle foto di sopra!!! 

P1070416

P1070418

P1070422

NO COMMENT!! 

I signori hanno deciso di vedersi la parata dalla loro moto, sventolando e salutando ogni persona che sfila!! 

P1070427

I genitori che si autoimmortalano!! 

P1070442

E la volta delle macchine d’epoca. 

P1070446

La sfilata volge al termine. Pero’ guardate la sedia a stelle e striscie che bella!!  

P1070473

I bimbi che hanno visto le altre macchine attrezzate a salotto, hanno voluto anche loro il loro!! Tanto noi avevamo parcheggiato sul percorso della parata.

P1070479

Paolo non si e’ accontentato del salotto, e dato che aveva visto altri bambini sul tetto delle loro macchine, ha voluto imitarli!! 

P1070480

Sara che copia Paolo!!

P1070482

Paolo che saluta gli ultimi veterani. 

P1070484

 

P1070485

Come avete visto la parata none’ stata imponente, ne emanava militari e mezzi da guerra. Era fatta da persone normali che hanno combattuto per il loro paese, e di persone che volevano tributargli gli onori,  per averli difesi. Questa e’ la sintesi di un paese che ama i suoi soldati, i suoi polizziotti ed i suoi vigili del fuoco!!!

Alle 13.00 la parata e’ finita ed infreddoliti ci dirigiamo verso uno dei pochi ristoranti degni di nota: Landry’s. Che pero’ questa volta ha leggermente steccato (o meglio noi abbiamo scelto male!!).

Ecco il nostro antipasto, in due: calamari fritti (espressamente richiesti senza pepe, senza salse e senza parmigiano grattato). Ottimi.

P1070487

Paolo ha ordinato gamberi fritti e patatine fritte (buoni anche loro). Io una birra alla spina e Stefania un bicchiere di vino (qui si usa molto un bicchiere di vino. Se non sei un ubriacone, conviene. Costa molto di meno di una bottiglia e non ci si fa troppo male!!!). 

P1070488

 Stefania ha ordinato un piatto di pesce alla griglia. Ma il pesce e’ poco (quello che c’e’ e’ buono) mentre le verdure grigliate tropep, per il prezzo (circa 20 $).

P1070489

Io invece, che di solito ordino gamberoni giganti fritti, grigliati e stufati, voglio cambiare. E faccio male!!

Ordino la famosa insalata di pesce Landry’s. 

P1070490

E’ un piatto pesante. C’e’ molta insalata, aglio e cipolla. Di pesce poco, freddo (ma proprio feddo)  e non saporito. Anche perche l’insalata avrebbe bisogno di essere girata,  ma e’ impossibile, pena la fuoriuscita di tutto dal piatto. Infatti il piatto straborda prima di essere girato!!!

Pero’ se ho toppato con l’insalata di mare, il dolce e’ superbo. Una creme brule’ da 10 e lode!!!!

P1070499