4 vecchi in america

LA STRIP DI LAS VEGAS

Posted in Escursioni-Viaggi by quattrovecchiinamerica on 30 giugno 2010

LA STRIP DI LAS VEGAS

La strip di Las Vegas, e’ la via principale della citta’, sulla quale sono posizionati tutti i piu’ famosi alberghi di Vegas. Ultimamente si sta cercando di far rinascere il downtown di Las Vegas (Freemont area), con una operazione di remake dei vecchi e storici alberghi della citta’.

Fina da quando ho programmato il viaggio mi sono chiesto:”Las Vegas e’ una citta’ adatta ad i bambini”?

In mezzo al sole del deserto del Nevada, piena di Casino fumosi, giocatori di azzardo incalliti ……………………….

Pensavo che non fosse adatta a famiglie con bambini, ma mi sono ricreduto!

Se si sceglie l’hotel giusto (e questo dipende molta da vari fattori, come budget, tipo di viaggiatore, voglia di vita notturna …………….) i bambini possono divertirsi un mondo. Magari un po’ meno i genitori!!! 

Quasi tutti gli alberghi sono delle attrazioni piu’ che alberghi e quelli dedicati in special modo ad i bambini sono parchi giochi!

Noi ne abbiamo visitati una decina (di piu’ non si poteva, dato che ci vuole mlto tempo a vederli bene e si spendono molti soldi per ogni attrazione!!), la maggiorparte dei quali dedicati ad i bambini.

Un albergo che mi ha colpito e’ stato il Luxor, l’albergo a forma di piramide, con un atrio impressionante.

Dentro l’atrio, gigantesco, c’e’ di tutto. Sfingi, obelischi ed attrazioni per tutte le eta’.

 

 

Nell’atrio del Luxor ci siamo fatti infinocchiare, da veri turisti. Una ragazza ci ha proposto di fare un giro su un tappeto che si muoveva in varie direzioni. In piu’ ci ha fatto fare delle coreografie, che tutti gli spettatori vedevano da uno schermo gigante!

Tutto gratis. I bambini volevano farlo e lo abbiamo fatto. Alla fine della sceneggiata, non abbiamo pagato nulla, ma quando ci hanno mostrato le fotografie ed il filmino i bambini lo hanno voluto ed ecco che i primi 50 $ sono partiti (per un video e tre fotografie s0 x 25).

Una cosa che ancora non ho detto su Las Vegas e che bisogna sapere e’ che i parcheggi, valet, sono completamente gratuiti!!

Valet significa che si arriva di fronte all’albergo, si lascia la macchina al ragazzo del valet, e si entra in albergo.

Nessun problema di fila, di trovare il parcheggio, e sopratutto di lunghe camminate sotto il sole per raggiungere l’abergo, dai parcheggi limitrofi!

Io all’inizio non ci credevo e chiedevo sempre al ragazzo del valet se si pagava, ma naturalmente ridendo mi diceva che era gratis. Tanto a toglierti i soldi ci pensano dentro l’albergo (tra Casino ed attrazioni varie!!).

E’ un sogno, infatti con il caldo e la fila che c’e’ nei normali parcheggi, lasciare la macchina al valet, scendere ed entrare nell’aria condizionata degli alberghi e’ semplicemente fantastico.

Al ritorno si fa lo scan del biglietto che ti danno quando si lascia la macchina al valet ed in meno di due minuti la macchina e’ pronta davanti a te. 1 o 2 $ di mancia e via!!!

Sono guai se pero’ si perde il biglietto del valet parking!!!

Accanto al Luxor e collegato con tunnel e nastri trasportatori, c’e’ il Mandalay Bay, hotel di livello piu’ alto del Luxor, con un’area piscine enorme e meravigliosa.

Passando dal Mandalay Bay, al Luxor per arrivare all’Excalibur (tutti della stessa proprieta’!),

si notano tra le tante attrazioni e negozi queste macchine, che fanno idromassaggi automatici!

Usciti dall’Excalibur si trova il New York New York, dotato di montagne russe niente male!

Non poteva mancare una replica della statua della Liberta’.

Questo e’ un albergo vecchia concezione ed appena si entra si viene catapultati nel Casino, per qualsiasi cosa si voglia fare. Tra fumo e difficolta’ di orientamento, non siamo riusciti neanche a trovare l’entrata delle montagne russe!

Come in ogni albergo che si rispetti c’e’ la sala matrimoni, per cui Las Vegas e’ famosa!

Tra le migliaia di tipi di slot che abbiamo visto, la + attraente era questa gigante, con i bar ed i 7 di antica memoria!

Cha anche Paolo e Sara hanno gradito!

Di fronte al New York c’e’ il famoso MGM, che pero’ non abbiamo visitato.

Albergo che e’ un must per famiglie con bambini e’ il Circus Circus. Albergo vecchiotto, ma con ogni tipo di attrazione per i bambini, senza contare che i prezzi della camere sono intorno ai 40-50 $ a notte!

 

Dentro al Circus Circus c’e’ il piu’ grande parco giochi al coperto di Las Vegas.

Chi si ricorda in quale film c’era Zoltar??

Dentro ci sono tantissime attrazioni, e con 15 $ i bambini potevano farle quasi tutte senza limite. I prezzi delle attrazioni erano bassi ed i premi garantiti! 

Ho approfittato anche io per giocare a tre giochi che non vedevo in circolazione da almeno 15 anni:

Galaga,

Honkey Dong (super Mario),

e Centipede, di cui ero campione incontrastato!!

Paolo si e’ fatto un giro sulla Harley Davidson,

e si e’ scatenato in un ballo afroamericano!

Questo e’ il Cesar Palace (con chiari riferimenti all’Impero romano), che non abbiamo visitato, dato che non mi sembrava ci fossero attrazioni per i bimbi. 

Il piu’ bello che abbiamo visto e’ stato il Venetian, dedicato alla citta’ omonima italiana!!

Dentro molto ricorda l’Italia.

I ristoranti,

i negozi con oggetti regalo della Ferrari,

le sartorie con le spose annesse!

C’e’ un canale che da l’idea di essere nelle calle di Venezia, con tanto di gondoliere che canta “o sole mio”, in italiano!

Prezzo per un giro 15 $ a testa! neanche tantissimo, pensando ai prezzi di venezia, ma quello e’ un giro vero non artefatto!

Molto bello e’ il cielo con le nuvole. Copre tutta la zona e sostituisce le lampade! Geniale e bellissimo.

Li dentro e’ sempre giorno e c’e’ sempre il sole!!

 

Abbiamo mangiato nella “trattoria reggiana”, gestita naturalmente da italiani!

Ottima la pizza ed i ravioli!

Prezzo non esagerato, pensando di stare in uno dei migliori alberghi di Las Vegas!

E per finire un buon caffe’ Illy. Stangata da paura, 10 $ per due caffe’, buoni, in piedi (1/6 di quello che abbiamo pagato per mangiare in 4!!!).

 

Uscendo dal Venetian passiamo davanti al Flamingo,

al Paris ed al Bally’s.

Lasciamo la macchina al valet del Bellagio (altro hotel dedicato all’Italia),

ed andiamo a vedere i giochi d’acqua che si fanno di fronte alla fontana dell’hotel. I giochi d’acqua sono bellissimi, sono sincronizzati con la musica, ma durano solo il tempo di una canzone.

Pero’ si ripetono frequentemente (almento uno ogni 20 minuti).

Nei viali che costeggiano la fontana ci sono tanti venditori di ciarpame e Sara ne ha approfittato, comprandosi due orecchie da coniglietta di playboy, lampeggianti come le luci di Las Vegas, a prezzi proibitivi!!

Questa sotto e’ una serra finta, con fiori, insetti e vegetali giganti!

Paolo prima di tornare nella nostra torre d’avorio (Green Valley Ranch) ha cercato di giocare a dadi, in un tavolo vuoto, naturalmente! 

In conclusione di Las Vegas pensavo peggio, ma poi invece non e’ poi cosi’ tanto male!

Tutti si possono divertire, giovani, famiglie con bambini, coppie  ed anziani (cito gli anziani, perche’ ne ho visti tanti ed in condizioni pessime. Gente con carrozzella, bombole di ossigeno, con difficolta’ di deambulazione …. Ma tutti con una cosa sola in testa: divertirsi. Ed a Las Vegas si puo’!!).

Ma non credo che ci tornerei!