4 vecchi in america

HAPPY FATHER’S DAY IN LAS VEGAS!

Posted in Escursioni-Viaggi by quattrovecchiinamerica on 21 giugno 2010

HAPPY FATHER’S DAY IN LAS VEGAS!

 

Prima di tutto devo fare due precisazioni.

La prima e’ che piu’ di un anno fa avevo fatto un post (secondo me molto interessante ed istruttivo) su Las Vegas ed avevo concluso con il dire che non ci saremo mai andati!!!

Per la serie l’uomo propone ma la donna dispone, eccoci qui!!!

Secondo non pensate che io abbia perso il lume del calendario, perche’ festeggio la festa del papa’ il 20 Giugno.

 Qui si festeggia oggi!!

(in America e nella maggiorparte dei paesi si festeggia sempre la terza Domenica di Giugno, siamo rimasti solo noi Spagna e Portogallo, in Europa, a festeggiarla il 19 Marzo!!)

Riavvolgiamo il nastro e torniamo indietro a Sabato alle 14,20, ora della nostra partenza da HSV.

Come al solito prendiamo un aereo piccolo piccolo, per andare fino ad Atlanta!

I due filibustieri, sono supereccitati al pensiero di andare a Las Vegas e facciamo fatica a controllarli nel terminal dell’aeroporto di HSV, che conoscono oramai come le loro tasche!

Ad atlanta per fortuna l’aereo diventa piu’ serio.

Grosso, comodo, e non trema come una foglia al minimo soffio di vento, come il piccolino che abbiamo preso da HSV, e con le hostess che ti servono da mangiare!!

Ma anche qui c’e’ una novita’, anzi due!

Il mangiare e’ a pagamento, cosi’ come il bere alcolico! Se non cacci una lira, ti becchi solo le noccioline e la coca cola!!!

Ed in piu’ l’unica cosa bella che si aveva durante i lunghi viaggi sugli aerei, cioe’ i film, sono diventati a pagamento (ma si pagano anche i giochini!!).

(Oltre alle cose che ho detto sopra, si pagano tutti i bagagli, nei voli nazionali, e persino le cuffie per sentire la televisione, manca che si facciano pagare il bagno ed hanno tassato tutto!!).

Guardate questa macchina che stava nei corridoi dell’aeroporto di Atlanta:

 

invece di vendere le bibite o le cioccolate, vende navigatori satellitari, telefonini, pen drive ……………….!

Ecco Stefania, poco prima di prendere il volo per Las Vegas: faccia da Tavor!!

Infatti nel volo si e’ addormentata e per 4 ore chi l’ha vista!!

Il viaggio scorre piacevole, anche se le due pesti mi hanno messo in croce.

Ecco 3 scatti dai cieli dell’Arizona.

Da questa foto si possono vedere delle strane e curiose nuvole rosse, che si contrastano con quelle bianche!

Questo sotto dovrebbe essere il Colorado river, nei pressi di Flagstaff.

Qui sotto una catena montuosa nei pressi di Las Vegas.

Ed alle 8.31 locali, dopo 4 ore e 10 di volo e ben 1798 miglia,

eccoci atterrati a Las Vegas.

L’aeroporto è talmente vicino alla Strip (luogo dove sono radunati tutti i grandi hotel di Las Vegas) che si vede il Luxor ed il Mandala Bay. Dovete fare un atto di fede e credermi, dato che la foto e’ venuta abbastanza male!!

Non appena messo piede nel terminal di Las Vegas, cosa potevamo incontrare se non una sfilza di slot machine!!

Paolo subito ci infila un dollaro, come se avesse sempre giocato alle slot. Ma dopo un secondo le solerti impiegate mi richiamano e mi dicono che nel Nevada i minori di 21 anni non possono sedersi alle slot!!

Allora allontaniamo i bambini e Stefania gioca il suo primo dollaro, carica come un mulo del Grand Canyon!!

Ma Paolo non resiste e tira la leva, e mi cazziano di nuovo!!

Questa e’ una macchina che si potrebbe importare in Italia, se gia’ non c’e’!

E’ un carica batteria ultraveloce, che carica i telefonini, gli Ipod ed  altro, mentre aspetti il tuo volo!

Scendiamo questa scala mobile con aerei annessi ed arriviamo alla zona taxi.

Becchiamo un tassista Filippino, che sembra un po’ troppo furbo per i miei gusti. L’albergo e’ vicino all’aeroporto, ma lui secondo me fa un giro leggermente piu’ lungo, allungando di 5 minuti almeno.

Ma non sarebbe nulla. Arrivati all’albergo, che gli ho indicato io altrimenti lo avrebbe saltato, facendo ancora piu’ strada del necessario, mi scarica i bagagli (con una certa svogliatezza) e mi chiede (con molta faccia tosta) 5 dollari di mancia!

Io gli chiedo perche’ 5 dollari su un tragitto di 12 $. Lui mi dice che si era preso cura dei bagagli e che qui a Vegas questa e’ la tip per i taxi.

Stanco ed abbastanza nervoso (perche’ comunque un viaggio di 6 ore, due cambi di aereo e tre ore di attesa ad Atlanta con i bimbi, non e’ una passeggiata!) gli rilascio due dollari e lo liquido.

Lui per tutta risposta mi dice, dal finestrino dalla macchina, “se non avete i soldi che ci venite a fare a Vegas”!!!

Questo e’ il benvenuto che abbiamo ricevuto da questo strano personaggio!!

La mattina dopo io e Paolo andiamo di nuovo all’aeroporto ad affitare una macchina, gia’ prenotata prima di partire.

Dopo averne viste tre ho scelto la piu’ grande delle full size presenti nello store: una Chevy Impala, nuova di zecca.

Il portabagali non e’ il massimo, ma e’ meglio di quello della Grand Marquis.

La gran marquis era molto piu’ bella (a me piacciono le macchine tipo il duca, del film Fuga da New York), ma aveva un portabagagli stranissimo: profondo ma corto (con la ruota di scorta in mezzo al bagagliaio!)

Paolo era contentissimo della sua nuova macchina, un po meno io, dato che e’ troppo sportiva, sedili troppo anatomici per uno come me (figuriamoci per i ciccioni americani!), ma e’ effettivamente bella a vedersi!

Torniamo in albergo a prendere Sara e Stefania, e ricevo anche un regalo per la festa del papa’!

Carichiamo i bagagli, cercando di utilizzare tutto lo spazio presente nel bagagliaio e naturalmente una valigia non c’entra. Ma lo spazio per una valigia da mettere al centro tra Paolo e Sara non manca.

Prima di andare al nuovo albergo, passiamo da Walmart a comprare i sedili per i bambini, dato che per l’affitto volevano uno sproposito (circa 9 $ al giorno che per 25 giorni e per due fanno quasi 500 dollari!! Un po troppo, dato che a Walmart due sedili, fichissimi, li ho pagati 65 $!!).

Prima di uscire ho fotografato questo cartello all’albergo Hampton Inn.

Il cartello stava sul bancone della reception ed allora ho chiesto alla signorina quale era il caso in cui si poteva non pagare. Lei mi ha detto che in caso di gravi problemi (come per esempio rumori continui e costanti nella stanza, perdite di acqua dal bagno, camera sporca, animali in camera …………….) il cliente ha la facolta’ di non pagare!!

Cose che solo in america possono accadere!!

Vi chiederete perche’ abbiamo cambiato albergo dopo un solo giorno?

Facilissimo perche’ il nostro nuovo albergo voleva per la notte di Sabato 240$ a notte, mentre dalla Domenica ancora meno della meta’!!

Arriviamo al Green Valley Ranch e subito pensiamo di aver sbagliato albergo.

Sembrava di essere tornati ad Atlantis, alle Bahamas!

Troppo bello per essere vero!

In pochi minuti abbiamo fatto il check inn, siamo passati nella zona piscine e siamo saliti nella camera. (dell’albergo vi parlero’ in un altro post, lo merita!)

Affamati andiamo nella zona ristoranti e decidiamo di mangiare al buffet che avevano preparato per la festa del papa’!

60 $ per tutti e 4 e si poteva mangiare tutto quello che si voleva (as much as you want)!

Il buffet aveva cose buonissime, comprese le chele calde di granchio gigante dell’Alaska, delle quali ho fatto indigestione!!

Il bere era compreso, alcolici e champagne inclusi!

E naturalmente abbiamo pasteggiato a champagne!!

Insomma dopo lo strapazzo del viaggio e del cambio di albergo, finalmente ci possiamo riposare per 4 giorni e vedere Las Vegas (anche se non ho tanta voglia di vederla. Sono curioso, ma credo che non mi piacera’ piu’ di tanto!!!).

Una curiosita’. Lo sapete che a Las Vegas si vive anche di mance, allora prima di partire siamo andati in banca per prendere dei soldini per le tip, da 1 $ e 5 $.

Ecco come ce li hanno imbustati: dentro la buste delle rosette (pane tipico romano, per chi non lo sapesse)!!

LAS VEGAS O NON LAS VEGAS QUESTO E’ IL DILEMMA (updated)!!!

Posted in Escursioni-Viaggi by quattrovecchiinamerica on 30 luglio 2009

 

 4442946_1a962d9520

 

LAS VEGAS O NON LAS VEGAS QUESTO E’ IL DILEMMA!!!

 

In questi giorni stavo cercando di organizzare un week end lungo a Las Vegas, approfittando di un Lunedi’ festivo qui ad Huntsville. Cercavo in vari siti biglietti aerei ed alberghi, alla ricerca di una occasione. A dire la verita’ i prezzi per una vacanza di 3 notti per 4 persone da Huntsville potrebbe costare 1500 $ in un albergo sulla Strip (via principale dove ci sono i piu’ famosi e strani casino’ di Las Vegas).

Girando girando ho iniziato a scoprire delle notizie poco rassicuranti su Las Vegas e sul Nevada. Pensavo di dover stare attento alle persone poco perbene nel downtown di Las Vegas, di dover fare attenzione ai borseggiatori, agli imbroglioni da casino’, ma mai credevo di leggere cio’ che ho letto. In estrema sintesi il Nevada e’ stato il piu’ grande test di prova di BOMBE ATOMICHE in USA!!!!!!

Las Vegas e’ in Nevada ed a soli 110 Km dal poligono!!!!!

La notizia mi ha colpito ed ho approfondito le letture. Di seguito una sintesi dai vari siti che ho consultato. Il mio commento alla fine.

Il Nevada Test Site (NTS) e’ situato a 65 miglia(105 km) a Nord della citta’ di Las Vegas. Conosciuto con il nome di Nevada Test Site, il sito e’ stato aperto l’11 Gennaio 1951, per testare munizionamento nucleare. E’ grande 3,500 km quadrati ed e’ essenzialmente deserto e terreno montuoso. I primi test iniziarono con una bomba di 1 Kilotone 27 Gennaio 1951. Nel 1962 ci fu l’ultima esplosione in atmosfera, mentre quelle sotterranee continuarono fino al 1992. Sono state sparate 928 bombe atomiche, dalla potenza piu’ disparata, da quelle piccole 10 Kt fino a quelle da 100 Mt!!!!!!

Per maggiori notizie (date di tiro , nome del tiro, quantita’ di esplsosivo …

vedi http://www.nv.doe.gov/library/publications/historical/DOENV_209_REV15.pdf

 

November_1951_nuclear_test_at_Nevada_Test_Site 

 

Per non perdersi tra Kt e Mt leggete qui sotto:

 

1 Kilotone (Kt)e’ l’energia equivalente a 1000 tonnellate di esplosivo TNT

1 Megatone (Mt) e’ l’energia equivalente a 1.000.000 di  tonnellate di esplosivo TNT.

Pensate che una bomba d’aereo molto grande ha 10.000 Kg di TNT.

 

bombe_inglesi

Ricordando dalle elementari che 1 tonnellata equivale a 1000 Kg, ne segue che una bomba atomica da 1 Kt (che sono 1000 tonnellate di TNT) equivale a 1000 x 1000 Kg di TNT. Cioe’ 1.000.000 di Kg di TNT!!!!! Cioe’ una bombetta atomica da 1 Kt e’ 100 volte piu’ potente di una mega bomba d’aereo!!!

 

Nel seconda guerra mondiale sono state lanciate su Hiroshima e Nagasaki due bombe atomiche da 13 Kt e 25 Kt!!! (come se avessero lanciato 1300 e 2500 bombe d’aereo da 10.000 Kg!!!!)

Una palla di fuoco con un diametro di circa 30 metri si formo’ in 0,1 millisecondi, una temperatura di 300.000 gradi centigradi e si estese ad un suo massimo in un secondo. Il fungo atomico si elevo’ a circa 17.000 metri di altezza.

 

Questa e’ Little Boy, lanciata su Hiroshima.

Little_boy

Questa e’ Fat Man, lanciata su Nagasaki.

Fat_man

 
Da recenti studi si e’ appreso che , secondo la Radiation effects Research Foundation, una fondazione nippo-americana fondata per studiare e monitorare gli effetti delle bombe sganciate su Hiroshima e Nagasaki, oggi il livello delle radiazioni nucleari non e’ tale da essere considerato un pericolo per la popolazione locale.
Questo perche’ le bombe sono esplose a 600 e 503 metri di altitudine, e il fallout, ovvero i prodotti della fissione nucleare che si sono liberati nell’esplosione, è stato spinto lontano dalle correnti d’aria e solo in minima parte ha poi raggiunto il suolo. Le esplosioni hanno  lasciato oggi una radioattività trascurabile, simile a quella naturale di fondo.

L’attivazione radioattiva di materiali non radioattivi (attivazione neutronica), nel caso delle bombe giapponesi è stata molto inferiore alle bombe sganciate a livello del suolo nei test atomici (deserto del Nevada, atolli polinesiani).

 

Altro termine di paragone e’ la comparazione tre l’incidente di Chernobyl e le bombe di Hiroshima. Questo per capire poi cosa c’e’ nell’aria, nel suolo e nelle falde acquifere del Nevada Test Site.

È stato calcolato che l’incidente di Chernobyl abbia rilasciato una quantità di radiazioni pari a 200 volte a quelle rilasciate in occasione della bomba caduta su Hiroshima.

Azzardo un paragone poco scientifico. Se Chernobyl era 200 volte Hiroshima (13 Kt), allora poteva valere 200 x 13 Kt e cioe’ 2600 Kt. Quindi e’ come se a Chernobyl avessero sparato una bomba del valore di 2600 Kt (2,6 Mt).

Nel Nevada Test Site hanno sparato una marea du bombe atomiche almeno apri ad Hiroshima e Nagasaki, con bombe atomiche anche di 100 Mt!!!! Che sono 50 volte piu’ pericolose di Chernobyl!!!! Naturalmente questi sono paragoni poco scientifici, perche’ ci sarebbe da tenere in conto un sacco di variabili che io purtroppo non conosco. Pero’ puo’ dare l’idea di che cosa hanno sparato negli anni nel Nevada Test Site e della pericolosita’ del luogo!!!!

 

Torniamo alla storia del Nevada Test Site.

   

Ai primi test atomici furono invitati i giornalisti, come testimoni. L’esplosione fu ripresa e mandata in onda dalla TV. Il posto di osservazione dei giornalisti era a sole 10  miglia dall’esplosione!!! Questo per rafforzare l’idea nella popolazione che anche se vicini al luogo dell’esplosione tutto era sotto controllo.

Small_Boy_nuclear_test_1962

 

Vi riporto in lingua madre (!!!!) la descrizione dell’evento di un giornalista, del  Washington Bulletin, che descriveva l’esplosione:

“You put on the dark goggles, turn your head, and wait for the signal. Now — the bomb has been dropped. You wait the prescribed time, then turn your head and look. A fantastically bright cloud is climbing upward like a huge umbrella…. You brace yourself against the shock wave that follows an atomic explosion. A heat wave comes first, then the shock, strong enough to knock an unprepared man down. Then, after what seems like hours, the man-made sunburst fades away.”

In poche parole era entusiasta, al massimo (come direbbe Mastroianni nel film “che ora e'”), dello spettacolo!!! Ma non capiva che aveva messo seriamente a rischio la sua vita!!!! 

La scelta del Nevada e’ stata frutto di valutazioni militari e geologiche approfondite, ma essenzialmente si voleva avere un poligono atomico in patria, per rispamiare i test che altrimenti si sarebbero dovuti svolgere nell’Oceano Pacifico (spendendo un mucchio di soldi!!).

Per darvi un’idea sulla potenza dei primi test vi dico che Big Shot (nome dato dalla stampa alla prima bomba atomica esplosa, mentre il Governo la chiamo’ Charlie)  era di 31 kilotoni. Quella di Hiroshima e Nagasaki era rispettivamente di 13 kilotoni e 25 kilotoni!!!

 

Tra il 1951 ed il 1992, ci sono stati 928 test nucleari di cui 828 sotto terra (in teoria meno pericolosi).

482px-Operation_Plumbbob_-_Priscilla_2

Il poligono e’ coperto di crateri dovuti alle esplosioni.

2407606748_134ce308dc

Per vostra informazione gli altri  126 tests sono stati condotti nel Pacific Proving Grounds e nelle Marshall Islands, ed in altri poligoni atomici sparsi in USA.

Eccoli sotto. Ce ne sono molti nel West USA ed uno in Missisipi, molto vicino a noi, che pero’ dal 1964 e’ inattivo.

 

 USTestsMapLarge

 

Turismo atomico 

Nel 1950 funghi atomici erano visibili a 160 km di distanza in tutte le direzioni, incluso la citta’ di Las Vegas, citta’ nella quale i test atomici diventarono una attrazione(!!!!!). Frotte di americani andavano a Las Vegas per vedere i funghi atomici dagli Hotels!!!

lasvega

I furbissimi politici di Las Vegas,cosi’ come avevano fatto 20 anni prima, in occasione della costruzione della Boulder Dam (diga monumentale), presero la palla al balzo ed iniziarono a pubblicizzare Las Vegas come attrazione atomica, denominandola “atomic city”.

0182_00411

Dopo la trasmissione televisiva dell’esplosione nucleare, Las Vegas divento’ il centro della follia. Il fungo atomico divenne l’icona di Las Vegas, adornando cartoline, dolci, giochi showgirl ed altro!!!

e_atomictourism_05

Addirittura furono commercializzazione di calendari riportanti la programmazione delle esplosioni ed i migliori posti da cui osservarle!!! A molti turisti veniva offerto un “atomic box lunch” per fare un picnic a ground zero (punto di impatto della prima bomba atomica esplosa)!!!  

Questo sotto e’ ground zero e quello e’ uno,  fesso a mio avviso, che ha deciso di avere una emozione forte e di correre un rischio ancor piu’ grande!!!

sedan_crater

Oltre al turismo atomico il poligono porto’ migliaia di militari, civili e posti di lavoro. E naturalmente fondi governativi allo Stato del Nevada.  

Il poligono era la seconda fonte di impiego in Nevada, dopo l’industria estrattiva (miniere). Las Vegas, con i suoi casino’ era solo al terzo posto!!!

 

Sembra che  l’ultima detonazione atmosferica sia avvenuta nel Luglio 1962. Pero’ i test atomici sotterranei sono continuati fino al 1992. Data in cui sembrano siano cessate le detonazioni atomiche. Ma continuano le detonazioni subcritiche.

Una incredibile detonazione in atmosfera fu quella che nel 1962 fece detonare 104 kilotoni, che creo’ un cratere ampio 1,280 feet (390 m) e profondo 320 feet (100 m) che puo’essere visto anche oggi.

imgname--las_vegas_its_the_bomb---50226711--atomiccrater 

Il poligono mise  in programma nel 2006 una detonazione di 1100 Tonnellate di esplosivo TNT, denominata Divine Strake. Le autorita’ del Nevada e dell’Utah si opposero e le operazioni furono rinviate al 2007, quando le autorita’ decisero di cancellare l’esperimento. 

 

Le prove atomiche fatte nel poligono avevano lo scopo di testare l’effetto di testate atomiche su obiettivi tipo veicoli, shleters, case, edifici, fortificazioni costruite (con standard americani ed europei) vicini a ground zero (punto di impatto della bomba). Naturalmente furono costruito anche dei manichini che simulavano esseri umani, per capire gli effetti delle detonazioni su di essi.

Telecamere ad alta velocita’ sono state installate per catturare gli effetti delle radiazioni e dell’onda d’urto generata  dalla detonazione. Questi tests sono stati utili a sviluppare linee guida, distribuite al pubblico, per migliorare la probabilita’ di sopravvivenza in caso di attacco nucleare. 

Morss_1953%20Atomic%20Test%20Yucca%20Flats

 

Naturalmente negli anni passati ci sono state numerose manifestazioni di protesta (almeno 536) che hanno coinvolto almento 40.000 partecipanti, di cui 16.000 sono stati arrestati. Nel 1988 delle 3000 persone che partecipavano ad una manifestazione ben 1200 furono arrestate!!

 

Sembra quasi naturale, purtroppo, che in queste zone sia stato riscontrato un significante eccesso di morti, dovute  a malattie collegate alle radiazioni nucleari, in persone nate tra gli anni 5o e 60. Ed esiste un numero imprecisato ed incalcolabile di persone che hanno ricevuto il fall out radioattivo in zone adiacenti (e questo e’ naturale) e non adiacenti (a migliai di Km di distanza!!!), come Utah ed Arizona.

US_fallout_exposure

Si calcola che ci siano stati almeno 11.000 morti dovuti agli effetti delle radiazioni!!!

Il governo americano, a mo’ di ammissione di colpa, ha addirittura deliberato una ricompensa di 50.000 $ per le persone esposte al fall out nucleare. A gennaio 2006 gia’ 10.500 persone (denominate downwinders e cioe’ le persone che stavano sottovento le radiazioni nucleari) avevano gia’ ricevuto tale somma ed a 3.000 era stata negata.

Mentre 75.000 $ a persona sono stati deliberati per le persone che lavoravano ai test atomici sotto terra e 100.000 $ per le persone che trasportavano sostanze radioattive e per i minatori. 

 

Oggi il poligono e’ un luogo di tests chimici e di training per la protezione civile (che qui si chiama homeland security)in caso di attacchi terroristici. Oltre ad essere sede di detonazioni critiche, che non dovrebbero creare catene di reazione nucleare.

Questa e’ la mappa del poligono e come noterete non invento: e’ ad un passo da Las Vegas!!!

 

 800px-Wfm_area51_map_en

Ora che avete letto potrete valutare se e’ il caso di andare a visitare Las Vegas o se andare in altri posti, magari meno contaminati e piu’ salutari.

Io ho scelto, non ci andro’!!! Anche perche’ oltre al sito nucleare ci sono altre due storie da raccontare (non oggi perche’ ho sonno): una e’ sulla discarica atomica del Monte Yucca (sempre a 160 Km da Las Vegas!!) e l’altra e’ sull’area 51 (nel poligono di cui abbiamo parlato).

Se invece sarete qui sotto e cioe’ all’entrata del poligono, vuol dire che avete fatto un’altra scelta.

NTS%20Entrance%20Sign-thumb

Forse migliore della mia, che mi faccio sempre mille problemi prima di intraprendere un viaggio (a proposito come avremmo fatto a capire tutto cio’ senza internet ?????!!!).

Pensate che ho cambiato la destinazione delle vacanze estive al mare, perche’ ho scoperto  che vicino alla citta’ dove avevamo deciso di andare noi (Santa Rosa in Florida) c’e’ un immenso poligono dell’Aeronautica, dove si testano tutte le bombe all’uranio impoverito!!! E naturalmente ho scelto di andare a Fort Morgan (pero’ non sapevo che a 400 Km da li c’era un ex poligono nucleare!!!). Se  lo avessi saputo forse avrei cambiato destinazione!!!

Qui in USA tutto e’ a rischio, dato che prima di tutto viene il bene del paese (e quindi nel nome del bene del paese si fanno test atomici, centrali nucleari e quant’altro!!) e poi i cittadini. Qualche mese fa ho scoperto che a meno di 30 Km da casa mia (!!!) c’e’ una delle piu’ grandi centrali nucleari americane!!!! Questa volta pero’ non posso andarmente, anche perche’ i bambini e Stefania stanno proprio bene qui. Il rischio di qualche casino nucleare c’e’, ma la corrente la paghiamo nulla. Nelle case tutto va a corrente, i riscaldamenti con i condizionatori, i fornelli sono elettrici, si usano lavatrici ed asciugatrici che assorbono un casino, il fresco durante l’estate e’ dato dai condizionatori……… Noi paghiamo la bolletta della luce, rifiuti e riscaldamento circa 130 $ al mese che sono circa 1600 $ all’anno (un po piu’ di 1100 Euro)!!!! In Italia costa molto di piu’ ed il rischio nucleare lo abbiamo ugualmente, dato che la Francia, la Slovenia ed altre nazioni viciniore hanno tutte le centrali nucleari.

Comunque se avete deciso di andare lo stesso, sappiate che le gite atomiche si prenotano con  6 mesi in anticipo!!!

Naturalmente non si possono portare macchine fotografiche, cellulari, binocoli e non si puo’ raccogliere e scavare nulla dal terreno!!!

atomic_sign_190

Vi consiglio comunque di buttare i vestiti e le scarpe al ritorno dalla gita, di evitare di mangiare verdure a foglia larga e bere acqua del poligono!!!!