4 vecchi in america

ANCORA UNA VOLTA OCTOBERFEST!!

Posted in Usi e costumi, Varie by quattrovecchiinamerica on 28 settembre 2010

ANCORA UNA VOLTA OCTOBERFEST!!

 

Per la terza volta in due anni (e probabilmente l’ultima, dato che l’anno prossimo in questo periodo saremo rientrati a Roma) siamo andati all’Octoberfest, organizzata all’interno dell’Arsenale (ma aperta a tutti, dato che l’Arsenale era compartimentato, per far affluire anche la popolazione che di solito non puo’ entrare).

Il tempo era perfetto: quasi 28 gradi, sole ed assenza di vento, con cielo striato, come solo ad Huntsville si riesce a vedere!

Pagando il prezzo che vedete nella foto di sotto si aveva diritto a “ride” illimitate (si potevano fare tutti i giochi presenti nella fiera, peri il numero di volte che si voleva) + una birra alla spina + parcheggio + musica!

All’entrata un cartello imperativo avvertiva color0 che avessero avuto armi, coltelli o frigoriferi da campeggio (associazione strana?!), a non portarli, pena la confisca!!

QUesto e’ uno scatto aereo dell’area giochi, fatta dalla classica ruota panoramica, che in ogni fiera non puo’ mancare!

Qui sotto Paolo tra l’impaurito e l’estasiato, dato che era la prima volta che andava sulla ruota panoramica.

Le tre foto di sotto vi spiegano perche’ gli americani ingrassano: come si fa infati a resistere a foto cosi’ invitanti!!

Pizza di tutti i tipi e salse (il signore con la maglia a striscie ne aveva mangiate almeno 120!!)

Cheese steaks, Corn dogs, Sausage sanwiches, French fries and Hot dog (chi resiste e’ bugiardo)!!

Fattoria dei canditi americana, da evitare!!

All’Octoberfest non poteva mancare una famiglia tedesca, vestita tedesca di tutto punto!

Sara seria sulle tazze.

Paolo centauro in erba.

Tutti e due alla corsa delle macchine.

Il gioco piu’ pauroso della fiera era questo strano artiglio, che pendolava e girava su se stesso!!

Notevolmente vomitoso!!

C’era anche l’acrobata da circo!

Naturalmente una Octoberfest non e’ tale senza un tendone che vende birra, wurstell ed una banda che suona musica tipica tedesca!!

Si ballava a tutto spiano, con signorine niente male,  in abito succinto tipico tirolese!

Gli americani hanno gradito molto questa atmosfera allegra bavarese, 

compreso Paolo (quello in fondo al tunnel di mani),

che come compagna di ballo ha scelto una bella biondona americana (promette bene)!

Prima di andare via Paolo e le due ragazze hanno guadagnato il centro della pista e non lo hanno lasciato per almeno 5 minuti!

In questo video si vedono le belle tirolesi e Paolo che ballano canzoni tipiche da Octoberfest.

Paolo che balla ROSAMUNDA, nella pista semivuota.

La classica canzone che a Monaco durante l’Octoberfest e’ un must: IL BALLO DEL QUA QUA!!! 

OCTOBERFEST 2 + MUD!!

Posted in Fiere-Feste-Musei by quattrovecchiinamerica on 26 settembre 2009

dave-bartruff-poster-for-octoberfest-beer-germany

 

OCTOBERFEST 2 + MUD!!

 

Anche quest’anno proviamo a rivivere le stesse sensazioni che si respirano in Europa  a Monacao di Baviera, durante il periodo dell’Octoberfest!!!

Naturalmente anche se c’e’ il castello di Nuechweinstein, sfondo su tendone di plastica, l’atomsfera naturalmente non e’ la stessa!! La birra ed i wurstell non sono gli stessi e mancano i galletti alla brace. L’unica cosa che e’ simile e’ l’orchestra, che fa ballare tutti.

P10602631 (2)

Per riportare tutti alla festa originale ecco alcuni momenti della festa vera ed il castello vero, con la neve!!

neuschwanstein_castle_in_winter 

 

Vista dall’alto della festa originale octoberfest

 

October_002 (2)

Questi sono gli enormi tendoni che ospitano gli avventori. Sono giganteschi e dotati di tutto.

oktoberfest2

 Eccon un altro tendone

oktoberfesttendonefischer-vroni

Le cameriere sono di stazza teutonica. Infatti portano 10 boccali di birra da almeno 1 litro!!!

screenhunter_02-sep-23-2345 (2)

Poi ci sono anche le clienti in versione tirolese, niente male!!! 

octoberfest3ce1

 Cameriera che si rilassa bevendo 1 litro di birra!!!

oktober_fest

Come detto sopra questo e’ il galletto allo spiedo, veramente ottimo.

2oktoberfest-food-waitress-carrying-chicks

 Cosciotto di qualche cosa con patate e salsetta. (schweinshaxe)

2oktoberfest-food-schweinshaxe

Wurstel e crauti con in primo piano ciambella salata tipica di Monaco. 

oktoberfest

Dato che siamo al momento della nostalgia, ecco un manifesto che mi ricorda uno dei due momenti piu’ belli della mia vita (dal punto di vista sportivo!!!). Il primo e’ la vittoria della Coppa del mondo in Spagna ed il secondo e’ la vittoria in Germania!!! 

img_6676660e84d196b1064f86907e87cfd11152287942

  

italia_campione_del_mondo

Torniamo alla cruda e ben piu’ misera realta’ Alabamiana.  Questo e’ l’anello di congiunzione tra le due feste: il funnel cake. Che si fa sia a Monaco che qua!!!!

P1060215

Ecco lo zucchero a velo che scorre in quantita’ industriali durante la festa.

P1060216 (2)

Come gia’ detto in posts precedenti, questo e’ uno dei pochi dolci “americani” che mi piace mangiare. Allora dedichiamogli una passerella fotografica, con molte delle sue espressioni migliori!! 

Funnel cake con fragole calde e panna.

funnel%20cake

 Con zucchero a velo e smarties!!

funnel%20cake111

Con lamponi caldi. 

funnel-cake

Con cioccolata e non so cosa altro sopra!! 

funnelcake-nutella-1

Ripieno di cioccolata!! 

Image22

Con palle di gelato e zucchero a velo. 

l

Per gli amanti del conoscere, ecco l’attrezzatura del provetto funnel cake man!!! 

P1010019

Ecco l’olio che si utilizza per il funnel (imbuto) cake.

 blog-thumb

Torniamo ancora alla festa. Il tempo era pessimo, come da 15 giorni a questa parte. Pioggia a tratti, umido e nuvole nere che la fanno da padrone!! 

 P1060254 (2)

La gente era poca, ed i gestori dei giochi si riposavano!!! 

P1060223 (2)

In uno dei pochi momenti di non pioggia ecco Paolo e Sara che vanno su Dumbo.

P1060227 (2)

Come potete notare dalla foto, le cinture di sicurezza non sono altro che degli elastici spessi chiusi con una chiusura, che definire artigiana e’ una offesa per l’artigiano!!!

P1060229

Sara e Stefania che vanno sulla giostra, con sfondo le meatball subs (che non vorrei assaggiare neanche pagato!!). 

P1060240 (2)

A completare la punizione c’era il famoso mud (fango) dell’Alabama. 

P1060241 (2)

Anche se avevano messo della paglia per facilitare il cammino, vi assicuro che al rientro a casa le scarpe erano bagnate, piene di fango e cosi’ i piedi!!!

 P1060270

 Tre foto curiose del fango in Alabama.

Macchina da corsa incagliata nel fango.

mud pic

Matrimonio nel fango!!!

redneckwed1

Altro fesso incastrato nel fango. 

2009MudHole03b

Qui Paolo guida il suo truck, ma non nel fango!!!

P1060247 (2)

Oltre alla classica ruota, degna di ogni Luna Park, ci sono anche questi due esempi di fisici del luogo. Lui robusto, lei salciccia con la gonna!!! 

P1060248 (2)

Luca, Sara e Stefania sulla rana saltante. 

P1060253 (2)

Artista da circo che si esibisce sotto la pioggia. 

P1060259 (2)

Quando la pioggia e’ diventata forte ci ripariamo  sotto il tendone dell’orchestra (che oramai visto il basso numero di avventori ed il tempo aveva sbaraccato!!) e ci mangiamo l’ultimo pezzo di pizza rimasto.

P1060264 (2)

 

 Non tutte le ciambelle riescono con il buco, ma comunque salute a tutti quanti!!!

 OKtoberfest-Krug_preview

OCTOBER FEST AD HUNTSVILLE

Posted in Fiere-Feste-Musei by quattrovecchiinamerica on 22 settembre 2008

 

 

OCTOBERFEST AD HUNTSVILLE

Il 12 Ottobre alle 16.00, dopo che la calura pomeridiana si e’ sopita (qui ancora la temperatura del pomeriggio sfiora i 30 gradi nell pomeriggio delle belle giornate), i 4 Vecchiinamerica si dirigono verso l’Octoberfest. E’ interamente organizzata nel Redstone Arsenal (dove lavoro io) in un immenso campo sportivo, adibito per l’occasione a enorme parco giochi che ricorda vagamente l’Octoberfest originale (ma molto vagamente perche’ l’atmosfera e’ quella tipica delle feste americane all’aperto: famiglie unite di felici ciccioni che vagano alla ricerca di emozioni, di bevande e di dolci che li renderanno ancora piu’ lievitati di quello che normalmente sono!) La festa e’davvero ben organizzata con stand gastronomici gestiti da americani e tedeschi, con prodotti tipicamente tedeschi. Ci sono gli immancabili wurstell, la birra (che giurano essere tedesca, ma e’ ben lungi dall’essere quella originale) ed i dolci che pero’ sono assolutamente americani (uno per tutti e’ il funnel cake, una specie di mega frittella fatta di pastella e ricoperta con qualsivoglia schifezza uno desidera, panna, nutella, marmellata zucchero a velo, pinoli, pistacchi anche mischiati insieme!! Faccio notare che se uno se la mangia da solo rischia forte forte di stare male per una settimana!! Per dovere di cornaca vi dico PERO’ che ne ho assaggiata una meta’ed e’ assolutamente fantastica!!! Naturalmente sono stato male per tre giorni, ma ne valveva la pena!). Nota dolente e’ la mancanza del galletto allo spiedo (piatto forte della festa originale tedesca), in compemso pero’ c’e’ la solita orchestrina tedesca che fa ballare tutto il tendone a suon di musica tedesca incluso il ballo del qua qua qua, incluso Paolo.

 

Una cosa che ho notato da quando sono arrivato e’ la mancanza di belle ragazze. Qui generalmente sono abbastanze grasse  e sfatte anche se giovani, mentre i maschi sovrappeso sono meno, anche se la percentuale di ciccioni e’molto piu’ alta rispetto all’italia. Ecco un esempio di un iperobeso (ho fatto una foto anche alla famiglia ma il risultato e’ stato identico, tutti superobesi compreso il bambino):

 

L’atmosfera che si respira e’ piacevole, non si sente l’echeggiare di bori tipici romani ed italici, nessuno schiamazza, nessuno prova a passarti avanti alla fila dei giochi e tutti sorridono, non si sa perche’!!! Educazione al massimo come se fossi in un film, ma tutto e’ reale.

 

 

Sara non puo’ fare tanti giochi perche’ e’ troppo piccola, mentre Paolo si scatena:

Infatti eccolo su uno scivolo gigante con la mamma

Ed eccoli all’arrivo felici e contenti

 

Di seguito Paolo che va sulla macchina (in queste foto sembra proprio diventato un americano) e sulle montagne russe per bimbi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Concludiamo con la classica ruota panoramica ed il  giro della morte, che non abbiamo potuto fare dato che Sara era troppo piccola e Paolo non voleva entrarci.

 

 

Nota conclusiva: se non avevi i soldi no problem, gli americani hanno pensato anche a questo mettendo un bancomat a quattro ruote all’entrata della festa. Non si potevano avere scuse per non spendere i soldi!!!

 

 

Tagged with: , , ,