4 vecchi in america

LE STREET CAR DI SAN FRANCISCO

Posted in Escursioni-Viaggi by quattrovecchiinamerica on 1 settembre 2010

 

LE STREET CAR DI SAN FRANCISCO

San Francisco non si puo’ dire di averla vista se non si fa un giro sulle street car (i tram), lungo le sue vie gibbose ed irte!

E’ un po come andare a Venezia e non fare un giro sulla gondola, o andare a Roma e non fare un giro sulla carrrozzella …………….

Allora noi da bravi turisti, decidiamo di prendere una linea di street car, con uno dei piu’ vecchi mezzi (risale al 1859 circa!!).

 

Il percorso e’ dritto come un fuso (ma con enormi saliscendi), dall’Embarcadero fino a Market Street, lungo California street.

Si passa in mezzo a Noble Hill ed a Chinatown.

Una caratteristica di questi mezzi e’ che si fermano ESATTAMENTE in mezzo agli incroci stradali, per far scendere e salire le persone!! 

Inoltre si sale e si scende sul tram, in mezzo la strada, senza marciapiedi.

Quindi un po di paura di essere falciati da qualche pirata della strada c’e’!!

Ma le signore di sotto, ben stagionate, non se ne curano piu’ di tanto!

Altra caratteristica, che si vede spesso nei film americani, e’ che si puo’ viaggiare (non piu’ di due persone alla volta),

in piedi sui gradini esterni dei tram!!

Non provare e’ quasi impossibile!

Anche Paolo ci prova, ma a tram fermo!

Qui Paolo e’ molto interessato al panorama  cittadino di SF,

mentre Sara fa le prove e si regge al palo, come una brava passeggera di tram!

Poi iniziano a fare casino!

Il mezzo e’ vecchio e se si vuole scendere, bisogna attaccarsi a questa corda, che fa suonare il campanello, in modo da avvertire il guidatore che deve fermarsi.

Il sistema di guida e’ semplice ed arcaico: una serie di leve!!

In piu’ c’e’ un birillo catarifrangente da mettere di fronte o dietro al tram, quando ci sono problemi meccanici ed una serie di leve per spostare i binari!

Guardare il guidatore che guida (o meglio che muove le leve) e’ uno spettacolo! 

Ed e’ faticoso, perche’ le leve sono toste da tirare, il rumore dalla strada e’ assordante (dato che si guida praticamente all’aperto) ed il freddo ed il vento si sentono!

 

Arrivati al capolinea, ritorniamo indietro verso il capolinea iniziale, dove avevamo lasciato la macchina!

Nella serie delle foto sotto si vede bene la pendenza del percorso!

La pendenza e’ presente non solo lungo il percorso dritto, ma anche a destra,

ed a sinistra, del percorso stesso.

Non potevano mancare le scale antincendio, sia in edifici bassi di legno,

che alti ed in muratura.

Dopo aver incrociato un altro tram, pieno di turisti, che andava nella direzione opposta,

ecco che si apre davanti ai nostri occhi un pezzo di percorso caratteristico e bellissimo: una discesa mozzafiato fino all’Emarcadero!!

Con il ponte (Bay Bridge) sullo sfondo!

Eccovi due foto che rendono bene il dislivello che si percorre.

Non e’ come scendere dal Kilimangiaro con la slitta, ma se si rompono i freni del tram sono guai!!

Ci fermiamo a Chinatown per qualche secondo

e poi arriviamo nella zona di uffici e grattacieli, dell’Embarcadero.

Carino questo bar, che sta tra scale antincendio e grattaciieli.

Prende il sole solo a mezzogiorno!!

Arriviamo al capolinea che e’ l’ora di pranzo e gli impiegati della zona fanno pranzo in questa zona con scalini e fontana.

Noi proseguiamo, con i nostri panini, per la nostra ultima tappa del viaggio: il Golden Gate Park!