4 vecchi in america

DIREZIONE NEW ENGLAND!

Posted in Escursioni-Viaggi, Usi e costumi by quattrovecchiinamerica on 12 giugno 2011

DIREZIONE NEW ENGLAND!

Sabato scorso e’ iniziata la nostra vacanza nel North-East degli USA: nel New England.

Molti amici americani mi avevano parlato benissimo di questa zona degli States, ricca di storia, tradizioni e buon cibo.

Ed allora perche’ non andarci?

Dato che arrivarci da HSV e’ molto lungo, abbiamo optato per un comodo aereo.

E visto che avevamo deciso di affittare una macchina, abbiamo dovuto limitarci nei bagagli (altrimenti avremmo corso il rischio di affittare una macchina troppo piccola per i nostri soliti tanti bagagli!).

Ecco i nostri bagagli, caricati nella nostra macchina, pronta in direzione aeroporto di HSV.

I bambini non vedevano l’ora di prendere l’aereo, per arrivare a Boston, via Atlanta.

Fino ad Atlanta il viaggio e’ andato benissimo, come al solito.

Abbiamo anche avuto il tempo di ammirare questo tatuaggio dietro la nuca di un signore, che non si vede tutti i giorni!

Ho fatto in tempo anche a fotografare il Renaissance Hotel (di cui ho parlato spesso), hotel che e’ sulle piste dell’aeroporto di Atlanta. Chi avesse la curiosita’ di vedere atterrare da vicino gli aerei, non potrebbe trovare posto migliore (forse di meglio c’e’ solo la spiaggia di St. Maarten!!).

Il volo invece fino a Boston e’ stata una vera punizione, per me e Paolo!

Stefania e Sara erano vicine, cosi’ come io e Paolo, ma in file lontante.

L’aereo era tutto pieno e quindi non c’era la possibilita’ di cambiare posto.

Ma perche’ uno dovrebbe cambiare posto?

Ve lo dico io!

Infatti a pochi minuti dalla partenza, mi si presenta un cane lupo gigante, proprio accanto al mio faccione!

Io non sapevo se fosse uno scherzo o meno.

Ma non era uno scherzo!

Il meraviglioso (per davvero) cagnone si e’ infilato sotto i nostri piedi e dopo alcuni secondi e’ arrivato il padrone.

Dato che il cane era un cane che accompagnava i ciechi, ho pensato che anche il padrone lo fosse.

Ma invece il padrone era sano come un pesce!

Paolo che di solito salta come un grillo per tutto il viaggio, non si e’ mosso per due ore e mezza.

A muoversi ci ha pensato il cane che ogni tanto si alzava e ci veniva a leccare le cinture!

Poi data la stazza, io avevo anche un po di paura (e comunque la puzzetta di cane si sentiva decisa).

Arrivati (finalmente!)) abbiamo preso la navetta per affittare una macchina, con la Thrifty (compagnia molto economica, ma con ottime macchine).

Dato che Paolo ha sempre voluto una macchina rossa, ne ho affittata una rossa fiammante: la Dodge Charger!

Non ci restava che andare in albergo.

Dopo tanti alberghi catena, la prima settimana nel New England, ho deciso di farla tutta in INN (alberghi piu’ economici, a gestione familiare, tipo bed and Breakfast).

Anche perche’ Boston ed il Massachussets, hanno alberghi abbastanza costosi (ci sono alberghi in centro di Boston che arrivano oltre i 500 $!)

Il primo Inn della serie lo ho scelto vicinissimo all’aeroport0 che dista 10 minuti da Boston) a Winthrop: the Inn at Chrystal Cove.

Ecco come ci si e’ presentato al nostro arrivo verso le 6 di pomeriggio.

Una bella casa in legno, molto pulita fuori ed anche dentro, con piscina ed idromassaggio (che non useremo mai, dato che la temperatura era di 10 gradi circa!),

con tanto di cannone, per eventuali attacchi di pirati,

ed una bella vista su Boston.

Con tanti aerei che ci passano in testa!

Depositati i bagagli nella nostra stanza, con tanto di cucina (l’impressione della stanza un “amore a prima vista”, ma e’ pulita, decente, ha la cucina e va bene per 4 persone. niente di eccezionale, ma come dicono gli americani “this room rocks”!)

siamo andati a fare un po di spesa per la colazione del giorno dopo (nel piu’ vicino e sgangherato dei convenient store fino ad adesso visitati in USA).

E dato che era freddino e non ci andava di cucinare per niente,

siamo andati a mangiare dalla trattoria “d’Parma” (di chiara origine italiana e scitta cosi’!).

I piatti avevano tutti nomi italiani, i colori erano bellini ed il sapore non era male (ma se ci avessero presentato questi piatti in italia, li avremmo naturalmente rimandati indietro!).

Il miglior piatto era questo antipasto misto, che non era affatto male.

Io ho preso un risotto di mare, che si presentava benissimo!

La parte di sopra, cozze vongole and company, era decisamente buona, il riso ed il sugo di sotto era decisamente scarso!

Pasta e fagioli era quasi da buttare (era il piatto di Stefania!).

La curiosita’ di questo ristorante (e di quello accanto) era che non avevano la licenza di vendere alcolici, ma dentro si poteva bere vino o birra, ma quella che ti portavi da casa!!

Infatti la cameriera ti diceva che se volevi il vino o la birra, bastava andare nel negozio di liquori accanto, comprare gli alcolici e portarli nel ristorante!!

Quasi tutti facevano cosi’!!

Stanchi ma contenti di iniziare una nuova vacanza, siamo andati a dormire nella nostra nuova casa.

Per i curiosi ecco le foto della cucina, della camera da letto e della bella Sara!